"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’aviazione saudita nello Yemen ha bombardato un centro medico per il trattamento del colera

L’aviazione saudita ha bombardato nella notte del Sabato un centro di trattamento per il colera nella provincia di Saada, nel nordest dello Yemen.
Un aereo da guerra saudita ha lanciato un missile contro il centro di trattamento per il colera di Qahza, nel governorato di Saada. L’attacco ha lasciato vari feriti ed ha provocato gravi danni all’edificio, come ha informato questa domenica la pagina Web della televisine locale Al Masirah.
Il bombardamento, ha sostenuto un rappresentante del centro, mette in rilievo i tentativi dell’Arabia Saudita di far propagare il colera nel paese.

L’attuale epidemia di colera è iniziata nell’ottobre del 2016 ed è continuata in crescita fino a dicembre. Tuttavia, nel corso di vari mesi si è potuto controllarla ed è tornata ad acutizzarsi nell’aprile del 2017.
Adesso il colera si sta espadendo rapidamente nello Yemen. Si calcola che nel paese più povero del mondo arabo si registrano fra i 3000 ed i 5000 uovi casi di questa pestilenza ogni giorno, secondo quanto ha informato il sabato il Fondo delle Nazioni Unite per l’Infanzia (Unicef).

Già sono 325 le persone morte per l’epidemia di colera, secondo l’ultimo bilancio diffuso dall’Organizzazione Mondiale per la Sakute (OMS).
L’Organismo informa che il colera continua ad espandersi nel paese e ci sono state almento 315 casi di morte associati all’epidemia registrati in varie province”, come risulta dall’ultimo bilancio pubblicato.

Bambini nello Yemen

L’informativa arriva dopo che il rappresentante della OMS nel paese arabo, Nevio Zagaria, aveva informato il sabato della morte di altre 242 persone per i colera e dell’esistenza di più di 23.400 casi presunti.

L’aggressione saudita contro il paese arabo (dal marzo del 2015) sul paese arabo ha già lasciato oltre 12.000 vittime civili stimate e quasi due terzi della popolazione non ha accesso all’acqua potabile. Questa una delle ragioni per lo scoppio del colera accompagnata al fatto che il blocco aeronavale creato sul paese da parte della coalizione saudita e degli USA ha creato una situazione di carestia, di mancanza di generi di necessità e di medicinali. Una situazione di gravissima emergenza umanitaria a cui si è aggiunta anche l’epidemia di colera. Ne sono colpite le fasce più deboli della popolazione, in particolare i bambini che muoiono come mosche, come riferito da uno dei pochi medici rimasti nel paese.

Questa grave situazione non è tuttavia riportata nelle informazioni dei media occidentali ed in particolare di quelli europei. Un conflitto completamente ignorato forse perchè vi sono in questo gravi responsabilità che investono i paesi occidentali che forniscono armi e supporto all’Arabia Saudita che è il diretto responsabile dell’aggressione al questi paese.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Alejandro Sanchez

*

code

  1. annibale55 4 mesi fa

    FORZA YEMEN!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Anna 4 mesi fa

    La condotta dell’Arabia Saudita è a dir poco una vergogna per il genere umano. È aberrante che questo Vero stato canaglia venga lasciato libero di compiere ogni genere di efferatezza con la totale impunità, anzi con l’appoggio e le forniture, da parte dei paesi occidentali. L’accordo con i sauditi è il sintomo più lampante del patto con il diavolo stipulato dall’occidente, dove ormai l’anima l’è bella che andata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 4 mesi fa

    La notizia l’avevo letta direttamente su sito RT e mi ha indignato profondamente come tutte le schifezze diaboliche che fa l’alleanza satanica di Serpenti Uniti -Sauditi-Israele!
    Del resto non c’è fine al Male e riceveranno il loro compenso 10 volte tanto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter 4 mesi fa

      Spero proprio che tu abbia ragione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace