"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’aviazione di Israele accorre in aiuto dei terroristi e bombarda forze siriane su Quneitra

Almeno tre persone sono rimaste uccise in conseguenza di un bombardamento che il regime israeliano ha effettuato su Quneitra, nel sud est della Siria.
La notizia è stata diffusa da fonti locali, aggiungendo che gli aerei da combattimento israeliani avevano puntato su un accampamento delle forze siriane nella citata regione.
Non si tratta della prima volta che il regime di Israele realizza attacchi sul territorio siriano.

Tali attacchi, secondo gli analisti, sono destinati a debilitare l’Esercito siriano, visto che ci sono evidenze circa la cooperazione tra il regime israeliano ed i gruppi terroristi, come il Fronte Fath al-Sham (antico Fronte Al-Nusra), che combattono per rovesciare il Governo del Presidente siriano Bashar al-Assad.


Da parte sua il Governo di Damasco ha denunciato infinite volte l’appoggio israeliano agli elementi terroristi ed ha richiesto l’attivazione della comunità internazionale (ONU) per porre termine a questa situazione.

N.B. Risulta evidente che Israele da sempre è interessata al rovesciamento del Governo di Damasco, come più volte dichiarato pubblicamente da esponenti del Governi di Tel Aviv e da anni sostiene e favorisce i gruppi terroristi che operano in Siria, sia rifornendo questi di armi, munizioni ed equipaggiamenti, sia assistendo e ricoverando i terroristi feriti presso i propri ospedali (come denunciato anche dagli stessi giornali israeliani). Gli interventi dell’aviazione israeliana si verificano sempre quando i gruppi terorristi si trovano in difficoltà e servono per alleggerire la pressione dell’Esercito siriano.

Israele accusa di terrorismo l’Iran ed il movimento libanese Hezbollah ma risulta che uno dei principali stati patrocinatori dei gruppi terroristi è propriamente il regime di Tel Aviv che persegue le sue finalità geopolitiche di ottenere il cambio di regime a Damasco e smembrare la Siria su cui nutre ambizioni di espansione territoriale.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

*

code

  1. Ubaldo Croce 1 mese fa

    Credo che sia giunto il momento che reparti speciali siriani ( e anche russi) si infiltrano nel territorio israeliano e colpiscano tutte
    le basi militare israeliane.Non solo. Visto che i russi hanno missili antiaerei veramente capaci,li usano appena gli aerei
    di sionne volano i cieli siriani.
    Cosi ,dopo le sensibili perdite che patiranno gli passerà il vizietto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco 1 mese fa

    Per i Sirio-Russi-Iraniani: capiamo che state mostrando al mondo da che parte stanno gli Usa-Israeliano-Nato, si é capito. Questi non cessano. Discutibile o meno hanno il loro disegno. Ora, o gettate la spugna e vi ritirare oppure reagite e difendetevi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nicola 1 mese fa

    All’attenzione della Redazione: In giro per il web qualcuno ipotizza che la Cina abbia fatto un’accordo segreto con gli USA(proprio il giorno dell’att’acco alla Siria) per “risolvere” il discorso sulla Corea del Nord.
    Ebbene, a questo punto c’è il sospetto della farsa: la Cina e gli USA hanno fatto finta di essere in “tensione” per il discorso delle isole cinesi per poter schierare i missili al confine con la Russia: https://it.sputniknews.com/mondo/201701243974595-cina-missili-confine-russia/
    E con la scusa della Corea del Nord avvicinare la portaaerei USA nel mar del Giappone ovvero a risodosso della Russia il quale risulta essere il vero obiettivo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola 1 mese fa

      Dimenticavo il T.H.A.A.D schierato in Corea del Sud che completa il quadro: non credo che il THAAD serva per la Corea del Nord… o per la Cina!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 1 mese fa

        Tutto può succedere, Nicola, ed ogni ipotesi può diventare possibile in questi tempi strani,ma posso confermare che le basi missilistiche THAAD hanno fatto incavolare parecchio il governo cinese e il popolo ha iniziato un boicottaggio pesante dei prodotti dell’azienda coreana che ha permesso installazione.
        Punto secondo, la portaerei americana Uss Vinson non era nel mar del Giappone, ma è arrivata in Indonesia passando dall’Australia. Quindi rotta assolutamente estranea a quanto dichiarato dalle fonti americane. Infatti anche questo blog ha giustamente riportato la notizia incredibile della mancanza di comunicazione tra amministr. Usa e Pentagono !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvia 1 mese fa

      Indipendentemente da questo discorso, la Russia e’ SEMPRE il vero obiettivo degli USA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giorgio 1 mese fa

    Ma non si era scritto che chi avesse invaso il cielo siriano sarebbe stato abbattuto e che i piloti israeliani dopo l’ultima difesa attuata da Assad non volevano più scorrazzare in quei cieli?
    Ho già scritto che la difesa contraerea siriana organizzata dalla Russia deve essere strabica, oppure è tutto una farsa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolo 1 mese fa

      C’è qualcosa che non funziona. purtroppo (per noi) anche i russi, a riguardo di israele , non ce la raccontano giusta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mardunolbo 1 mese fa

      No! erano i piloti americojons che hanno scritto di aver timore. Memoria distorta, tanto per emettere il proprio ……..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 1 mese fa

        Cambia qualcosa?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Citodacal 1 mese fa

    Osservando su Google Earth si vede come il territorio di Quneitra sia appena qualche km a ridosso delle alture del Golan; l’ipotesi possibile, sebbene da verificare appieno, potrebbe essere quella per cui gli aerei israeliani lanciano restando nel proprio spazio aereo (piuttosto improbabile che impieghino le vecchie bombe a gravità, e i missili aria-terra hanno gittate di qualche decina di km): se così fosse, potrebbe essere il motivo per cui la contraerea russa e siriana non entrano in funzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 1 mese fa

      Non è ricevibile il suo commento che significa che non ho subito aggressioni perché mi hanno sparato dal loro territorio.
      Sono dell’avviso che anche avessero fatto fare il giro del mondo prima di farli cadere nel suolo siriano i missili e d i loro lanciatori dovrebbero essere stati distrutti senza se e senza ma.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 1 mese fa

        Dal momento che è così competente, si proponga allora come comandante della contraerea siriana.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Giorgio 1 mese fa

          Il servizio di leva l’ho compiuto a Sabaudia (LT) che è destinata all’artiglieria contraerea.
          Caserma dove venivano formati gli ufficiali e sottufficiali della specializzazione, le basta a soddisfare la sua ironia da strapazzo?
          Non è una mia invenzione, la filosofia popolare recita che: “La miglior difesa è l’attacco.” a giusta ragione, che senso ha che mi difenda quando sono colpito a morte?
          Qui ci sono solo scienziati specializzati a ballare sulla punta dei piedi sopra le cattedre.
          Per non dimenticare: i francesi sono sporchi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Citodacal 1 mese fa

            Anch’io ho fatto il servizio militare in contraerea: 5° Reggimento Missili, allora con sede a Rovigo. Però sul campo le cose sono un poco più complicate sia rispetto alla “filosofia popolare”, che alla strategia da Risiko dietro a un computer; lei conosce tutte le norme giuridiche e internazionali d’ingaggio, la situazione effettiva sul terreno, le caratteristiche d’impiego delle singole armi, le conseguenze politico-militari reali (per le quali una qualche diecina di alti ufficiali dello stato maggiore, altrettanti dell’intelligence e idem per i politici operativi si rompono la testa nel cercar di prendere la corretta decisione), nonché la strategia che Putin e Assad intendono perseguire, oppure sono costretti per ora a perseguire avendo buona parte dell’opinione mondiale sul collo? (insomma, non è come scendere in strada a regolare il conto con chi ti ha tirato un sasso nei vetri…).
            Se le risposte ai precedenti quesiti sono tutte affermative, e visto il modo con cui prende fuoco facilmente, rinnovo il mio precedente invito: si proponga.

            Mi piace Non mi piace
          2. Giorgio 1 mese fa

            Citodacal, anzichè affermative le risposte sono negative, come faccio ad avere elementi reali a disposizione per esprimere reali decisioni?
            Eon ne ho! Sono confortato esclusivamente dal dettato evangelico: “Dai frutti li giudicherete.”
            E’ possibile che con tutte le meraviglie con cui si definisce le potenzialità dell’armata rossa si sia ancora in guerra ormai da sette anni?
            Che senso ha accettare le accuse ed i danni se non si è responsabili?
            Qui mi fermo perché nel mio precedente commento c’erano altri temi che lei, non è la prima volta ma un’abitudine, ha glissato e come tutti gli altri estrapola solo ciò che le interessa, quanto al prendere subito fuoco è una contraddizione in termini perché sono un segno d’aria, ciò denota la sua totale aconoscenza dei temperamenti.

            Mi piace Non mi piace
  6. Silvia 1 mese fa

    Se e’ vero che gli israeliani colpiscono l’esercito regolare siriano, fanno una cosa proprio sbagliata, pero’ non e’ giusto scrivere “regime israeliano”. Il governo israeliano e’ regolarmente eletto, con un’opposizione eccetera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 1 mese fa

      Il governo israeliano è eletto come quello italiano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace