"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’Arabia Saudita utilizza armi chimiche nel suo attacco allo Yemen

Misteriosa intossicazione tra civili yemeniti sopravvissuti ai bombardamenti di Riyadh: i Sauditi usano armi chimiche?

di Suleiman Kahani

Numerosi outlet informativi arabi e internazionali stanno riportando con sempre maggiore frequenza l’incidenza di ipossia, nausea, diarrea e altri sintomi di grave intossicazione tra i civili yemeniti rimasti esposti alle vampe e alle nuvole di polvere sollevate dai bombardamenti di jet sauditi e degli UAE contro le strutture economiche, sanitarie e stradali del paese.

In particolare civili affetti da questi sintomi sono stati nelle ultime ore quelli vicini alla località bombardata di Fag Attan, area collinare vicino a Sanaa.

Siccome é noto che gli ipocriti media occidentali gridano contro l’arsenale chimico dei paesi indipendenti e sovrani (Siria) e addirittura contro la “possibilità” che paesi autonomi e liberi (Iran) decidano di dotarsi di armi atomiche, ma poi fanno spallucce di fronte agli stessi arsenali atomici (regime ebraico) o chimici (regime wahabita) dei paesi a loro allineati , bisogna seriamente chiedersi se, per contrastare l’incapacità dei propri piloti di centrare il lato largo di un fienile, il regime di Riyadh non stia usando contro la popolazione dello Yemen anche armi chimiche.

Saddam Hussein, servo degli Usa, v.enne lasciato liberissimo di infierire con armi chimiche contro l’Iran e contro i suoi avversari interni senza che nessuna azione venisse intrapresa non dico per fermarlo, ma anche solo per denunciarlo (l’accusa delle ‘armi chimiche’ venne tenuta in serbo per il giorno in cui lui ebbe esaurito la propria utilità), quindi ovviamente l’Arabia Wahabita potrebbe benissimo godere della stessa impunità.

Le vittime dell’aggressione saudita allo Yemen ascendono già a 2.640 persone, in buona parte donne e bambini, secondo  le informazioni dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite, oltre a migliaia di profughi costretti ad abbandonare le loro case.

Nel frattempo il leader del movimento Anzarullah , Abdul Malik Al Houthi,  che ha preso il potere nello Yemen, ha dichiarato, in un discorso televisivo, che “il popolo yemenita non si arrenderà e proseguirà la lotta contro gli aggressori riservandosi il diritto di rispondere all’aggressione nel modo che consideri conveniente”.

Fonti: Palestina Felix    Hispan Tv

 

 

 

*

code