"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’anno d’oro del “criminale di guerra” Tony Blair

Tony Blair

Ha messo in banca 13 milioni di saterline
di Asa Bennet

Tony Blair ha incassato più di £ 13 milioni, il suo maggior successo economico da quando ha dato le dimissioni da Primo Ministro.

La ricchezza di Blair, che comprende una casa a Londra, una tenuta di campagna e numerose altre proprietà, è stimata in 70 milioni di sterline. L’ex PM ha costruito la sua fortuna negli anni come consulente ufficiale per la banca d’investimenti JP Morgan e per il colosso assicurativo globale con sede in Svizzera Zurich International.
Blair è consulente anche di alcuni governi, come ad esempio il regime del Kazakistan e richiede £ 250.000 a volta per conferenze e partecipazioni private.


I sorprendenti risultati finanziari dell’anno scorso, che è terminato ad Aprile 2013, sono stati rilevati dai conti di due imprese di Blair, la Windrush Ventures e la Firerush Venturesscorsa, depositati la settimana scorsa presso la Companies House.
La Windrush Ventures, con 35 dipendenti, ha registrato un fatturato £ 14,9 milioni ed un utile, al netto delle imposte, di circa 2 milioni di sterline, segnando un aumento di £ 650.000 rispetto all’anno precedente. Ha pagato imposte sui profitti delle società per £ 653.000 come attestano i conti.
Windrush ha pagato anche £ 12.100.000 di spese per affitti di uffici, viaggi e alberghi per Blair e per il suo entourage.
Sembra che lo staff di Blair guadagni una media di £ 86.000, mentre il direttore più pagato incassa dalla società £ 273.000.
Un funzionario della City ha detto al Sunday Telegraph : “Questi numeri mostrano un grande miglioramento rispetto all’anno precedente. L’anno commerciale di Blair è stato molto buono, un anno eccezionale – il suo anno migliore”.
Sul sito-web Tony Blair si legge: “I dati che si leggono dagli ultimi bilanci …mostrano solo lo stato finanziario delle due società, attraverso le quali vengono scaricati tutti icosti di funzionamento di tutte le attività globali del “Tony Blair Group” e non rappresentano gli utili, i guadagni o il profitto delle imprese. Questi dati non sono riconducibili al risultato finale delle imprese nel loro insieme.”
Fonte :Information Clearing House

Traduzione  a cura di Bosque.Primario
Nota:
Tony Blair, riconosciuto come  un “criminale di guerra” per la sua corresponsabilità nella guerra in Iraq, scatenata ( da lui e dal suo “compare “George Bush”)sulla base di falsi pretesti e che ha prodotto circa un milione di morti e distruzioni immani in quel paese, oltre  ad essere parte della elite finanziaria che soprassiede a tutte le  decisioni fondamentali sugli assetti economici e politici del mondo, si è trovato una attività redditizia e che procura molte soddisfazioni. Per questo personaggio, arricchitosi sul sangue versato da innocenti, non ci saranno processi di Norimberga e non ci saranno condanne postume come avvenuto per i criminali di guerra nazisti (vedi il caso Priebke). La comunità ebraica non pronucerà condanne nè richiederà processi, per loro va bene così.

*

code