"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

L’ambasciatore russo all’ONU si scaglia contro il rappresentante britannico per gli insulti ricevuti contro la Russia

L’Ambasciatore russo aggiunto presso l’ONU, Vladímir Safrónkov, si è visto costretto a rispondere duramente alle accuse ed ai pesanti apprezzamenti fatti dal rappresentante britannico Matthew Rycroft.
“Signor Rycroft, oggi Lei ha passato il segno ed ha insultato la Siria, l’Iran, la Turchia ed altri stati……Chiedo al sig. Presidente di controllare l’andamento di questa sessione dove alcuni membri mostrano un atteggiamanto irresponsabile ed insultante. Non si provi ancora ad insultare la Russia!” Ha detto Safronkov.

Secondo l’opinione del rappresentante russo, Rycroft prospetta esigenze “insultanti” per i garanti del processo di riconciliazione in Siria (Iran, Turchia e Russia).
Safrankov ha affermato che ” Londra serve gli interessi dei gruppi armati terroristi che stanno sterminando i cristiani ed altre minoranze in Medio Oriente”.
“Per il Regno Unito il cambio di regime in Siria è più importante che non l’atteggiamento della maggioranza dei mambri dell’ONU”, ha indicato il diplomatico russo.

Secondo quanto segnalato, Rycroft pensa soltanto a “come creare difficoltà agli sforzi dell’inviato speciale dell’ONU per la Siria, Staffan de Mistura, ostacolare il processo politico nel paese arabo e seminare il seme del confronto nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU”.

Inoltre Safronkov ha affermato che Londra teme che Mosca vada a cooperare con Washington.
“Londra sta facendo il possibile per frustrare questa cooperazione ….Tuttavia guardami negli occhi, non distogliere lo sguardo”, ha detto il rappresentante russo rivolgendosi al collega britannico.

Rycroft aveva affermato nel suo intervento che la Russia “abusa del suo diritto di veto nel CSU dell’ONU ed dappoggia il regime di Damasco e l’utilizzo delle armi chimiche”.
A giudizio dell’ambasciatore britannico, la Russia danneggia la sua stessa reputazione nel mondo “appoggiando in modo sfacciato il regime di Bashar al-Assad”.

“La Russia ha scelto un percorso erroneo e danneggia la sua stessa reputazione e fiducia”, ha dichiarato il britannico.
Da parte sua la Russia ha respinto decisamente tutte le accuse ed ha esortato il CSU a fare una indagine seria ed imparziale sull’utilizzo delle armi chimiche invece di affidarsi a fonti non attendibili.

In sede di CSU si era svolto il dibattito su un progetto di risoluzione presentato da Francia, Regno Unito, e Stati Uniti sulla Siria a cui è stato opposto il veto da parte russa, questo ha scatenato le ire del rappresentante britannico.

Fonte: Sputnik Mundo

Traduzione: J. Manuel de Silva

*

code

  1. Manente 3 mesi fa

    L’ottimo ambasciatore russo Vladímir Safrónkov ha fatto benissimo a sbattere in faccia all’ambasciatore britannico la verità dei fatti, mostrando al mondo a quale livello di abominio e di spudorate menzogne sono costretti a ricorrere i rappresentanti di sua maestà britannica per tentare di coprire la condotta criminale di un governo che è palesemente in balia della lobby sionista e dei dei neo-con. Alla faccia di valori come onore, libertà, giustizia e civiltà di cui si riempiono la bocca questi miserabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Anna 3 mesi fa

      D’accordissimo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. the Roman 3 mesi fa

    E’ veramente ammirevole questa classe dirigente russa. Nonostante le tremende pressioni, le strane morti, i conclamati omicidi, le sanzioni, le espulsioni e chissa’ cosa altro, esprime uomini di valore che non deflettono . ” Guardami negli occhi”…, quando mai noi giudaizzati occidentali abbiamo visto uno dei nostri rappresentanti assumere un atteggiamento cosi’ virile ? Gli italiani poi, dal dopoguerra hanno abdicato ad ogni ruolo alfa, totalmente emasculati da un castrante antifascismo. Che vita e’ se vivi nel servilismo e nella paura. Cento uomini come Safronkov, al posto di questi corrotti e drogati servi degli usurai, e l’ Italia rialza la testa, se non altro per guardare negli occhi chi ci sta uccidendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 2 mesi fa

    L’IRAN è da molto che sostiene che l’america sia il grande Satana ed io aggiungo anche Lucifero ed Arimane.
    Infatti solo i servi di queste figure ricorrono all’invettiva ed all’antinomia e Trump le ha usate entrambi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Walter 2 mesi fa

    Quando Russia e USA troveranno un accordo (prima o poi) sulla questione medio-orientale, questi anglo-barbari senza palle resteranno col cerino in mano. Possono solo imprecare e insultare mentre stanno cadendo nell’irrilevanza geo-politica e nell’ignavia geo-strategica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Nicola 2 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola 2 mesi fa

      Esercito siriano denuncia centinaia di intossicati dopo raid coalizione USA!!!
      A seguito di un raid della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti contro un centro di comando e un deposito di armi dell’ISIS nella provincia siriana di Deir ez-Zor sono rimaste intossicate centinaia di persone, segnala l’agenzia siriana Sana riferendosi ad un comunicato delle forze governative.
      Le conseguenze del raid della coalizione occidentale a Deir ez-Zor dimostrano il possesso di armi chimiche da parte dei terroristi, ha aggiunto il comando dell’esercito siriano.

      Rispondi Mi piace Non mi piace