"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La via gollista per la costruzione dell’Europa

Contra la UE

di Marco Terranova Tenorio

Charles De Gaulle ebbe ragione ad affermare che la costruzione Europea deve basarsi sulle Nazioni e sugli Stati (“l’Europa delle Patrie”) e non sulla eliminazione di questi per favorire “un mercato” (le elites economiche).
Lord Acton diceva che la pluralità dell’Europa avrebbe permesso una costruzione di questa in forma democratica, repubblicana e di una natura rispettosa con le minoranze, già che senza il rispetto delle minoranze e senza blindare le possibilità di attacco contro queste, come un attacco alla sicurezza nazionale dell’Europa, questa si vedrebbe debilitata.
Quando l’Europa lasciò bombardare la Serbia, permise di demonizzare la Serbia, questa costruzione dell’Europa lasciò vedere a chi fosse utile e precisamente che questa non serve ai popoli europei.


Un braccio fermo d’acciaio avrebbe dovuto impedire che la Germania e altri paesi portassero alla disgregazione della Yugoslavia. Tuttavia era chiaro che interessava maggiormente il progetto neocoloniale ed al servizio delle grandi banche piuttosto che al servizio dei popoli.
Oggi torna a accadere lo stesso copione. L’Europa si piega agli ordini degli Stati Uniti che appoggiano una giunta golpista e terrorista che sta cercando nel suo programma di distruggere e di portare alla guerra civile gli ucraini.
Il Presidente della Commissione Europea e gli altri mandatari, dovrebbero essere giudicati come criminali per aver appoggiato una giunta golpista che cerca di portare gli ucraini alla guerra civile.
Oggi la Russia difende la legalità internazionale, sta trattando di evitare lo scoppio di una guerra civile e questo dimostra che oggi la Russia è l’unica riserva culturale europea di fronte alle democrazie liberali tarlate dal la brama di denaro e di potere.

Se la UE fosse un progetto davvero Europeo, avrebbe già da tempo costituito parallelamente un Esercito Europeo, una sicurezza europea, mentre invece quello che abbiamo oggi sono paesi governati per mezzo di ex agenti della CIA (Merkel, Sarkozì) o agenti al servizio dello Stato di Israele e delle petromonarchie (Hollande) o delle entità finanziarie (Monti, Papademos).
Questa è l’attuale costruzione europea che rappresenta un nemico dei popoli d’Europa.
L’Europa, assieme alla Bielorussia, devono aprire il percorso per una costruzione salda e gollista della futura Europa, la Russia fa parte dell’Europa, fa parte del cuore di questa, deve lottare e lavorare affinchè assieme si possa costruire questo grande sogno che può evitare la guerra fra i popoli fratelli.
La UE è una anomalia ed oggi non rappresenta alcuna forza né poteri per evitare una guerra nel continente.
La UE ed il progetto atlantista e neo liberista sono una distorsione che dovrebbe sparire dalla carta geografica.
Dobbiamo progredire verso una Europa unita, continentale, solida e affratellata, che difenda tutte le minoranze ed un progetto aperto popoli, religioni e razze e culture che formano questo affascinante puzzle chiamato Europa.
La Russia dovrebbe attuare con fermezza e nel rispetto della minoranza in modo che non si riproduca un nuovo episodio come avvenuto in Jugoslavia.
Sullo stesso esercito ucraino, se dovesse oltrepassare una linea rossa agli ordini della giunta golpista, la Russia in questo caso dovrebbe attuare con fermezza e schiacciare questi nemici del popolo dell’Ucraina, che servono gli interessi delle elites occidentali e possono portare ad una guerra civile tra ucraini e tragicamente alla divisione del paese .
Ucraina, la Russia e la Bielorussia possono ed hanno l’opportunità di essere la punta di lancia della futura grande Europa. Integrandosi poi con le altre nazioni.

Le democrazie neo liberali americanizzate sono un modello estraneo alla cultura tradizionale europea e sono una anomalia da correggere visto che l’identità della Nazione, la famiglia, le religioni, devono essere parte del futuro e non del passato.
Il progetto neo liberista cerca di distruggere l’individuo, privarlo delle sue forze naturali, ridurlo ad una elemento isolato, senza identità, senza appartenenza ad una comunità, una cultura ed una famiglia.
Questa non è l’Europa che cerchiamo, da questo dobbiamo avere una reazione forte contro le elites che trattano i popoli europei come fossero topi da laboratorio.
Le grandi famiglie ed i grandi banchieri dovrebbero essere processati come criminali e genocidi per il tentativo di assoggettare i popoli e gli stati ai propri interessi materiali.

L’Europa si ma non questa Europa. E’ arrivato il momento di lasciare da parte l’infantilismo e avanzare con fermezza verso la costruzione di questo grande processo che porterà i nostri popoli ed il mondo a vivere in pace.
Maidan non è l’Europa, Maidan, insieme ai suoi difensori come Henry Levy o la vecchia cariatide di Mc Cain con il suo appoggio ai gruppi neonazisti e revanscisti ucraini, dimostra che l’Europa non sarà mai neoliberista, filo sionista o al servizio delle petromonarchie.
Questa Europa passerà e torneranno i grandi uomini di Stato a governare i nostri paesi con fermezza e con forza, con un progetto di verità, basato nei valori e non nella ricchezza, nel potere ed al servizio delle elites corrotte e stupide.

Fonte: DiarioUnidad

Traduzione di Luciano Lago

*

code

  1. Piero61 3 anni fa

    salve
    l’Europa deve essere SOLO delle Patrie. Ognuna con le proprie usanze di qualsiasi tipo: alimentare, religioso, sociale, politico, agricolo, industriale, eccetera; siamo TUTTI diversi e questa è la nostra forza.
    saluti
    Piero e famiglia
    ________________________________________________
    con la Russia e con Putin

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Werner 3 anni fa

    Condivido sia l’articolo che il commento del sig. Piero che mi precede.

    Il mio auspicio é che l’Europa si stacchi da USA e Israele, che sono la sua rovina, si aboliscano l’UE, la BCE, la Commissione europea e l’inutile Europarlamento, e si proceda verso la costituzione di una Comunità degli Stati d’Europa che comprenda tutti le nazioni europee Russia compresa, ovvero una comunità di stati indipendenti europei basata sulla cooperazione politica ed economica, nonché la pace e la fratellanza tra i popoli europei in nome delle comuni radici cristiane.

    Questa UE annienta le nazioni, i popoli e le identità nazionali in favore di un grande contenitore multietnico privo di senso come gli USA per mezzo delle immigrazioni afro-islamiche; distrugge le economie nazionali a causa dell’eccessiva liberalizzazione dei commerci rispetto a paesi come Cina e India dove si produce a basso costo e con sfruttamento di manodopera; opera solo ed esclusivamente a favore dei grandi gruppi finanziari come Goldman Sachs, JP Morgan, Rotschild, ecc., e delle multinazionali; mette più di 700 milioni di individui in condizione di totale vassallaggio politico e militare rispetto agli Stati Uniti e Israele, con tutto quello che può conseguirne.

    Italia libera, Europa libera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto 3 anni fa

      Concordo anche io pienamente sia con Piero che con il Sig. Werner; in particolare con la seconda parte del suo commento (annientamento delle identità nazionali a favore di un contenitore multietnico=forza lavoro a costo 0) proprio il compimento finale del progetto risalente agli anni 20 ideato da quel mostro demoniaco che risponde al nome di Richard Nicolas von Coudenhove KALERGI.

      Rispondi Mi piace Non mi piace