"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La truffa mediatica degli “osservatori OCSE” in Ucraina

Osservatori OCSE

Le continue menzogne della propaganda atlantista occidentale.

False Flag : agenti dei servizi intelligence  della NATO spacciati dalle TV e media  occidentali come “osservatori OCSE”, catturati dagli indipendentisti  prorussi in Ucraina.

Webster G.Tarpley

-PressTV:  Gli avvenimenti in corso con gli osservatori OSCE mostrano il livello di sfiducia della popolazione in Ucraina orientale e meridionale per qualsiasi cosa connessa all’Europa. Come interpreta il ruolo che stanno giocando?

Tarpley: Prima di tutto dovrei dire che dobbiamo smetterla di chiamarli osservatori OSCE, perché ci sono tutte le indicazioni che non lo siano.  Questo è ciò che l’OSCE ha ripetuto continuamente fin dall’inizio, come si può leggere nel loro sito. Ci sono essenzialmente due versioni. I media occidentali parlano di osservatori OSCE, ma il sindaco Ponomaryov, sindaco filorusso di Slavyansk, li riconosce come spie.

Temo che la realtà stia confermando la versione di Ponomareyov. Questi sono ufficiali militari NATO in servizio attivo. Ce ne sono 4 dalla Germania e uno da Svezia, Repubblica Ceca, Danimarca e Polonia. Tutti NATO o Unione Europea. Gli ufficiali tedeschi vengono da un posto chiamato Geilenkirchen, che è una base NATO molto importante, da dove partono gli aerei AWACS.  E’ uno dei grandi centri di ricognizione della NATO, e loro appartengono in particolare a un’unità dell’esercito tedesco, la Bundeswehr, che viene chiamata il centro per i compiti di esecuzione o verifica. In altre parole, è intelligence militare. Sembra anche che fossero accompagnati da 5 ufficiali ucraini in servizio attivo nelle forze pro-Kiev, quelle che sono controllate dal regime.  Vedi video sotto:

http://www.youtube.com/
Il fattore che complica le cose è che stavano guidando veicoli OSCE. Erano a bordo di un autobus che pare fosse marcato OSCE. Ebbene, quando sono stati catturati c’è stata ovviamente una fortissima pressione da parte del ministero della difesa tedesco e dell’intero apparato NATO, affinché l’OSCE si prestasse a questo gioco, fingesse che gli uomini erano stati mandati dall’OSCE, ma non ha funzionato.
Venerdì sera, a Vienna, sul primo canale della televisione austriaca, Claus Neukirck, un ufficiale OSCE di alto livello, ha dichiarato che quello non era il loro gruppo, non era la loro visita, e non erano loro ad aver commesso il fatto. Ciò è stato ammesso anche da Deutsche Welle, che è la tv e radio internazionale del ministero della difesa tedesco.
Queste informazioni ci sono solo in tedesco, perciò oggi il ministro degli esteri ucraino, cercando di tenere in piedi il trucco, ha affermato: “oh, il segretario generale dell’OSCE verrà qui per cominciare le trattative per portarli via.” Molto saggiamente, il segretario generale dell’OSCE, un diplomatico italiano di nome Lamberto Zannier, ha dichiarato: “No, non ci vado.”

Ha fatto molto bene a non andare. Chi sa cosa gli sarebbe successo se fosse andato?
Il fatto è che, per i primi due giorni, le trattative sono state condotte esclusivamente dal ministero della difesa tedesco, dalle stesse persone che avevano concordato con Kiev l’invio di questi uomini. E’ stato imbarazzante che il ministero della difesa contasse sul fatto che l’OSCE dicesse “perchè non andate a trattare”, cosa che l’OSCE, penso poco saggiamente, ha fatto.
Direi al signor Zannier, non vada in Ucraina, piuttosto denunci l’abuso e l’anormalità di un veicolo OSCE usato a nome dell’OSCE da quella che in realtà è intelligence militare della NATO, e se uno viene colto in operazioni militari senza uniforme, ciò si chiama spionaggio; se questa sia la situazione attuale non è chiaro, ma solleciterei tutti a smettere di descriverli come osservatori OSCE: sono ufficiali militari NATO.

Fonte: Tarpley.net

Traduzione: Anacronista