"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

LA RUSSIA POTREBBE INVIARE TRUPPE IN UCRAINA DOPO CHE IL CONGRESSO U.S.A. APPROVA AIUTI LETALI

US Tanks Abrahms

Di Tyler Durden

Nel silenzio dei media, Camera e Senato statunitensi hanno approvato all’unanimità l’Atto per il Supporto alla Libertà dell’Ucraina 2014″, che autorizza “la fornitura di aiuti letali all’esercito ucraino” e vaste sanzioni al settore energetico russo. La misura prevede sanzioni contro Rosoboronexport, l’agenzia statale che promuove le esportazioni russe nel settore della difesa e degli armamenti. Essa richiede anche sanzioni a Gazprom, maggiore estrattore mondiale di gas naturale, se la compagnia statale negherà le forniture ad altri paesi europei (proprio così: gli USA si occupano ormai di punizioni preventive e impongono sanzioni “nel caso che”).

Mentre l’impatto di ulteriori sanzioni su di un’economia russa già danneggiata dal calo del rublo è discutibile, la chiara escalation sta nel fatto che gli USA non si limitano più ad aiuti non letali all’Ucraina, ma si stanno preparando ad inviare armi e, potenzialmente, “consiglieri militari”. […] Come è successo durante tutta la seconda guerra fredda, ogni azione degli USA trova una reazione russa altrettanto provocatoria.

In questo caso, un membro della Duma ha affermato che la decisione del Senato americano di armare il regime di Kiev dovrebbe sollecitare “misure adeguate” da parte russa, come il dispiegamento di forze militari in territorio ucraino prima che la minaccia diventi troppo pericolosa. In altre parole, oltre al collasso energetico globale che sta per mandare in stato di shock i paesi esportatori di petrolio insieme ai detentori statunitensi di titoli energetici, il conflitto ucraino sta per intensificarsi nuovamente, con la Russia ora pronta a ricreare lo scenario dell’annessione della Crimea.

Riporta RT:
“-E’ del tutto possibile che potremmo tornare sulla decisione presa dalla nostra Camera Alta e dare al presidente russo l’opportunità di usare preventivamente la forza militare in territorio ucraino. Non dovremmo aspettare che l’Ucraina venga armata e diventi davvero pericolosa.- ha affermato venerdì il parlamentare russo Mikhail Yemelyanov. Egli ha anche espresso l’opinione che la decisione del Senato statunitense di armare l’Ucraina rivela che Washington non è interessata alla pacificazione del conflitto, e che gli USA sembrano voler trasformare l’Ucraina in una specie di militante internazionale contro la Federazione Russa. Yemelyanov ha affermato: -In pochi anni l’Ucraina sarà diventata un paese povero e affamato con un governo anti-russo che insegnerà alla popolazione ad odiare la Russia. Saranno armati fino ai denti e la riluttanza ucraina e statunitense a riconoscere i confini attuali della Federazione Russa provocherà conflitti continui.-”

Questo forse significa che ciò che era una guerra civile per procura in Ucraina orientale tra truppe ucraine armate dalla NATO e separatisti armati dalla Russia sta per intensificarsi e diventare qualcosa di più vasto? C’è ancora speranza che un’escalation in grande stile si possa evitare. Riporta Bloomberg:
“Il responsabile dei rapporti con la stampa della Casa Bianca, Josh Earnest, ha oggi affermato che l’amministrazione non ha terminato la revisione del linguaggio e non è pronta a prendere posizione sulla legislazione. Ha dichiarato che l’amministrazione intende assicurarsi che gli USA e i loro alleati europei lavorino insieme, che ogni sanzione sia efficace e che sia minimo il danno alle ditte statunitensi ed europee. -E’ un lavoro delicato- ha affermato Earnest.”

Avevamo detto “c’è speranza”? Non fateci caso.
La buona notizia è che sono in corso i preparativi per un’ennesima guerra mondiale, e gli USA “dimostreranno” di avere la superiorità morale sulla Russia bilanciando la propaganda russa con… la loro stessa propaganda! L’ultima riga dell’Atto per il Supporto alla Libertà dell’Ucraina recita:
“Ordina al presidente del comitato dei governatori televisivi di sottoporre al Congresso un piano per aumentare la quantità di trasmissioni in lingua russa nei paesi dell’ex Unione Sovietica, al fine di contrastare la propaganda della Federazione Russa. Richiede che tale piano dia priorità alle trasmissioni in Ucraina, Georgia e Moldavia da parte di Voice of America e Radio Europa Libera/Radio Libertà.”

Il che può solo significare una cosa: che gli USA stanno per inondare l’etere ad est del Dnieper con le repliche di “Rocky 4”.

Fonte:   Zero Hedge

Traduzione: Anacronista

*

code