"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia indica Obama come autore di una pianificazione di guerre e di assassini militari ed economici

Esiste un riconoscimento crescente in certi circoli decisivi del mondo, di una questione strategica che il noto studioso ed analista Lyndon LaRouche ha messo in evidenza già da tempo: che le crisi economiche sono il motore che muove le guerre, come è il caso della evidente disgregazione finanziaria transatlantica attuale e il pericolo che si avvicina di un possibile conflitto termonucleare; al suo contrario, accade che il vero sviluppo economico globale spinto dalla scienza è una stecca conficcata nel cuore dell’impero anglo USA.

L’ex comandante della Defense Intelligence Agency (DIA), generale Michael Flynn, ad esempio, nella sua uiltima intervista rilasciata il 4 di Agosto alla rete televisiva Al Jazeera, ha sottolineato che lo sviluppo economico circa l’energia nucleare che avviene in zone strategiche come il Medio Oriente è la chiave per fermare la guerra. Le tattiche non servono per nulla.

Questo martedì 11, il presidente della Duna russa (Camera bassa del Parlamento), Sergey Naryshkin, che si sa essere molto vicino al Presidente Vladimir Putin, ha pubblicato un articolo sulla Rossiiskaya Gazeta intitolato “Provocazioni di Agosto”, dove avverte della probabilità che gli Stati Uniti sotto la presidenza di Obama possano scatenare delle provocazioni mortali contro la Russia nelle prossime settimane e mette in rilievo che dietro questo impulso di guerra si trova il saccheggio delle nazioni per sostenere una gigantesca bolla di debiti. Naryshkin segnalava che ” Agosto è appena iniziato e ma i suoi primi avvenimenti in forma molto eloquente danno una sensazione di un profondo autunno politico. A giudicare da tutto questo, si sta preparando qualche azione di aggravamento….Confido che non ci andiamo ad arrendere di fronte a queste provocazioni”.

Lyndon LaRouche ha segnalato ieri che la guerra economica e militare che porta a compimento il Presidente Obama a nome dell’impero britannico, sono una e la stessa cosa. “Obama ci sta portando alla guerra. Lo fa su ordine dell’impero angloUSA”. La famiglia reale britannica ha allineato anche il Papa dietro della loro politica di spoliazione “verde”.
La Rouche ha segnalato che la denominata crisi dell’acqua in California costituisce parte della stessa politica intenzionale: privare la maggiorparte del pianeta della tecnologia e delle risorse necessarie per sopravvivere. Adesso vedremo come si va a diffondere questo per tutto il Centro America ed anche i Caraibi. “Il genocidio sta colpendo in Sud America, ha dichiarato La Rouche, con l’intenzione di ridurre la popolazione. “Questo è un crimine sanguinoso, questo è un fatto sudicio”.

Tornando alla Russia, LaRouche ha messo in rilievo che il motivo per cui questo paese ha dei problemi con la sua economia civile, non obbedisce alle sanzioni di Obama, ma a chi è stato obbligato a intraprendere un enorme aumento delle spese militari. Per il governo russo, “niente va a invalidare l’urgenza di una guerra”, ha detto La Rouche e per questo stanno sopportando una tremenda pressione sulla loro economia civile.

“Noi stiamo affrontando un nemico impegnato nel genocidio su larga scala, un nemico la cui intenzione è quella della riduzione selvaggia della popolazione umana”, ha concluso LaRouche. La nostra campagna per fermare questo nemico, includendo il pezzo che si trova attualmente nella Casa Bianca, esige lo stabilimento di una nuova forma di governo negli Stati Uniti, non tanto un candidato personale o un Presidente, ma piuttosto che l’Istituzione della Presidenza ritorni al suo proposito costituzionale originale di sviluppo economico.
E questo fa del “cambio di lenzuola” nella Casa Bianca il primo punto all’ordine del giorno.

Fonte: La Rouche Pac

Traduzione: Luciano Lago