"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia e la Cina bloccano la bozza di risoluzione all’ONU contro la Siria

Churkin rechaza proposicion ONU

New York, 22.05.2014

La Russia e la Cina hanno bloccato il progetto di risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU che prevedeva  il trasferimento del caso Siria di fronte alla Corte Penale Internazionale.

Questo Mercoledì l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Vitali Churkin, aveva confermato con le sue dichiarazioni ai giornalisti che Mosca si sarebbe opposta al testo proposto dalla Francia.
“Consideriamo che il fatto stesso che questa risoluzione sia sottoposta ad una votazione è di per se  un colpo pubblicitario” ,ha assicurato Churkin che ha avvisato che questo tentativo compromette gli sforzi comuni per cercare di risolvere il conflitto mediante  negoziati.

La Russia qualifica il progetto sottoposto a veto nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU come un tentativo di utilizzare la Corte Penale Internazionale per preparare un intervento militare in Siria. Così ha affermato Churkin dopo le votazioni al Consiglio di Sicurezza.


“Per noi il progetto di risoluzione respinto oggi è un tentativo di utilizzare la CPI per aumentare ancora di più le tensioni politiche ed alla fine arrivare al pretesto di un intervento militare. La scommessa dell’Occidente per il cambiamento di regime in Siria, con tutta evidenza è divenuta la causa principale della crisi e della sua recrudescenza, qualche cosa che ha fatto fallire le conversazioni di Ginevra”.

Anche in questa occasione all’ONU si è visto che Russia e Cina, stanno consolidando la loro alleanza e fanno fronte comune, utilizzando il loro diritto di veto, in contrapposizione al fronte degli USA e dei loro alleati che da molto tempo (circa 3 anni) sostengono ed armano le milizie degli integralisti islamici che combattono in Siria contro il regime di Assad.

Intanto l’incaricato della Siria all’ONU, Bashar al-Yafari, ha dichiarato in proposito che “questa risoluzione è un modo delle potenze occidentali di imporre la propria volontà e le proprie idee al popolo siriano ed ha denunciato  il doppio metro di valutazione del Consiglio di Sicurezza”, ha aggiunto.

“Speravamo che si sarebbe presentata una risoluzione per condannare il terrorismo che affligge oggi la nazione siriana”. Inoltre al Yafari ha denunciato che “esiste una congiura contro il proprio paese con protagoniste alcune potenze come gli USA, la Francia, l’Arabia Saudita, il Qatar e la Turchia, gli stati che sono i veri patrocinatori del terrorismo in Siria e che un giorno si spera che dovranno dare conto per il loro coinvolgimento nei crimini e le atrocità commesse in Siria dai terroristi stranieri appoggiati e sostenuti dalle potenze occidentali”.

Fonte: ActualidaRT                      HispanTV

Traduzione di Luciano Lago

*

code

  1. Pingback: La Russia e la Cina bloccano la bozza di risoluzione all’ONU contro la Siria | Informare per Resistere

  2. Piero61 3 anni fa

    salve
    qualcuno che usa testa e cuore esiste ancora…come diceva mia bisnonna: Iddio non paga il sabato…paga a suo tempo…
    saluti
    Piero e famiglia
    ____________________
    con la Russia e con Putin

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mogol_gr 2 anni fa

    La difficoltà di istituire perizie indipendenti (come nel recente caso dell’MH17) la dice tutta su cosa sia l’ONU (di cui il mondo ha una grande necessità ma anche un urgente bisogno di rinnovamento) e il CPI. Un colossale conflitto d’interessi (di berlusconiana memoria) e un’impossibile adeguamento della Corte che dall’ONU dipende costato direi milioni di morti di cui si attribuisce la responsabilità genericamente all’incapacità (vedi Obama) e per via mediatica a nascondere l’epocale (come ha detto Assad) nodo POLITICO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace