"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia aumenta drammaticamente le sue operazioni anti ISIS in Siria

Avevano predetto soltanto da un paio di settimane, che la Russia avrebbe incrementato considerevolmente il ritmo della sua campagna nelle operazioni anti Daesh. Questo è avvenuto. In primo luogo, la Russia ha utilizzato tutti i suoi più poderosi bombardieri di lungo raggio (Te-22M3, TU-95MC e incluso il TU-160) bombardando gli obiettivi dello Stato Islamico con missili di crociera e bombe di gravità. In questo video si vedono gli effetti:  Vedi: You Tube.com/Watch

In secondo luogo, la Russia ha annunciato di  aver  distaccato altri 25 bombardieri nella loro totalità assegnati alla campagna anti ISIS.  In terzo luogo, l’esercito russo ha annunciato che altri 37 aerei saranno inviati per rinforzare il contingente russo in Siria (includendo i più avanzati aerei dell’inventario russo, il SU-34).

La combinazione di questi bombardamenti di lungo raggio e di altri 37 aerei della Siria, hanno portato al più del doppio il numero delle missioni degli aerei russi contro lo Stato Islamico. Pertanto questo segna una grande espansione delle operazioni in Russia contro il Daesh (Stato Islamico).
Alla fine, Putin ha dichiarato di avere ordinato al gruppo della forza navale russa di coperare con quello francese, costituito dalla portaerei Charles de Gaulle e navi appoggio.

Quale migliore forma di assicurarsi che il presidente francese non faccia colpire dalle sue navi “per caso” obiettivi “non conformi “ma che entrambe le forze si dedichino a cooperare pienamente fra di loro per annientare i gruppi terroristi.
Nel frattempo questo Venerdì è partito anche un nuovo impressionante attacco missilistico dalle navi russe stazionate nel mar Caspio che hanno lanciato decine di missili da crociera contro gli obiettivi dell’ISIS e di Al Nusra nel nord della Siria.

L’attacco è stato diretto contro gli obietivi situati ad Al-Raqqa, Aleppo (nordest) e Idlib (nordovest)”, come ha informato oggi il ministro della Difesa russo, Serguei Shoigu.
Il ministro ha informato che i missili sono stati lanciati da una distanza di 1500 Km. dalle navi nel Mar Caspio e che stanno operando 10 unità navali in appoggio all’operazione in Siria di cui 6 di queste stazionano nel Mediterraneo.

Il Presidente Vladimir Putin ha dichiarato questa sera che, nonostante l’alto livello ragiunto dalle operazioni, questo non è ritenuto ancora sufficiente per liberare totalmente il paese dai gruppi terroristi. Il compito delle forze militari russe è quello di ripulire il paese da questi terroristi armati e sovvenzionati dall’estero e portare sicurezza sia nel paese arabo che per gli stessi confini della Russia.

Nelle prossime settimane, ha detto Putin ci saranno altri sviluppi nelle operazioni delle nostre forze militari. I risultati comunque sono stati molto migliori di quelli della coalizione occidentale che, in olte un anno di operatività, non ha prodotto alcun risultato concreto e che piuttosto aveva provocato molte vittime civili.

Fonti: Information Clearing House

Hispan Tv

Traduzione: Luciano Lago

*

code

  1. Idea3online 1 anno fa

    La Russia usa le armi e l’apparato militare, la Cina usa i dollari, acquisterà sempre più beni e materie prime dalle industrie dello stato russo, se non altro per finanziare lo sforzo bellico dell’URSS, più aumenterà lo sforzo più la Cina finanzierà con acquisti di beni, è un circolo vizioso di sinergia perfetta da fare tremare le potenze occidentali, lo stesso schema viene seguito con l’Iran, l’Egitto, ed altri paesi….Si aiutano a vicenda, la Russia cura la strategia militare ed tutti gli altri partecipano finanziandola senza concedere prestiti, insieme sono forti, da soli non potrebbero mai resistere agli USA. Al contrario gli USA da soli possono tutto, perchè si autofinanziano, in quanto posseggono l’apparato militare e la prima valuta di riserva internazionale, richiesta ed amata in tutti gli angoli del mondo. Nessuno può negare che gli USA sono la “Signora del Mondo”, ma tutti gli imperi del passato son dovuti passare attraverso la Profezia, Babilonia per esempio incontrò Ciro, la Media Persia incontrò Alessandro, l’Impero greco fu smembrato per colpa di una zanzara…veramente agli occhi di Dio siamo formichette amanti della guerra, ma la Storia è di Dio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. newducki 1 anno fa

    domenica 22 novembre 2015
    Vai, vai, Vladimir Putin, la storia è con te……….

    Rispondi Mi piace Non mi piace