"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Russia attua il Piano “Settembre di Guerra” mentre 90.000 truppe ucraine preparano l’invasione

By: Sorcha Faal (what does it mean)

Un rapporto veramente apocalittico del Ministero della Difesa (MoD) che circola al Cremlino, afferma che i piani di battaglia strategici vengono attuati da tutte le forze armate e dai comandi speciali in risposta alla prevista invasione delle truppe ucraine guidate dagli USA della regione separatista della Repubblica popolare di Donetsk (RPD) e della Repubblica autonoma di Crimea, in vista di ciò che sarebbe il “colpo tipo Armageddon” per le capitali finanziarie occidentali, il 23 settembre.

Soprannominata “guerra di settembre” dai pianificatori della Difesa della Federazione, la relazione rileva che il 23 settembre l’Ucraina dovrà pagare 500 milioni di dollari in buoni del Tesoro, cosa che non è in grado di fare… causando il default anche sui 3 miliardi di buoni del Tesoro della Russia che dovrebbe pagare subito. Piuttosto che far crollare l’economia ucraina, già a pezzi, rischiando il default dell’Ucraina, il rapporto spiega che le capitali occidentali, guidati dal regime di Obama, “architettano” in questa situazione già pericolosa, una guerra contro la Russia per distogliere l’attenzione della popolazione dalla devastazione delle proprie economie.

Nikolaj Patrushev, Segretario del Sicurezza Consiglio ha avvertito l’occidente contro la guerra affermando “l’Ucraina e le forze che attualmente guidano il Paese dall’estero devono rendersi conto che la ripresa delle ostilità causerà ulteriore declino dell’economia ucraina, maggiore ostilità, distruzione delle infrastrutture e inciderà negativamente sulla situazione regionale ed internazionale“, e inoltre ha rilevato che le unità di Kiev in Ucraina orientale ammontano oggi a 90000 uomini e ufficiali, 450 carri armati, 203 lanciarazzi e 5 complessi missilistici Tochka-U.

Eduard Basurin del Ministero della Difesa della Repubblica Popolare di Donetsk ha cupamente preso atto del “piano” che l’Ucraina userà per lanciare la “guerra di settembre”, affermando: “Abbiamo notizie su piani futuri dell’esercito ucraino da una fonte dello Stato Maggiore Generale ucraino e, per quanto strano possa sembrare, vi sono ancora veri agenti che non vogliono combattere contro il proprio popolo. Kiev prevede di sferrare due colpi convergenti in direzione del villaggio di Uspenka per sconfiggere la RPD e avanzare sul confine con la Russia e successivamente impedire ai civili di raggiungere il territorio russo. Inoltre due gruppi (delle forze di Kiev) devono lanciare un’offensiva in direzione di Donetsk, a nord e a sud, verso Ilovajsk, accerchiando la capitale della repubblica e circondare la città. Inoltre, operazioni offensive saranno lanciate in direzione di Lugansk, con l’obiettivo di avanzare sul confine della Russia“.

us-troops with ukrainen forces

Poiché 90000 ucraini guidati dagli USA si preparano ad avviare la terza guerra mondiale per proteggere i “bankster” occidentali contro 40000 combattenti separatisti, continua la relazione del MoD, la NATO ha “comicamente” avvertito la RPD dal conquistare altro terreno, mentre allo stesso tempo, in modo “altrettanto comico”, il segretario della Difesa Ash Carter avvertiva il Pentagono che la Russia è ormai una “minaccia esistenziale” per gli USA. Come la Russia sia una “minaccia esistenziale” per gli Stati Uniti, questa relazione osserva, non viene mai spiegato dal regime di Obama, la cui spesa militare è di quasi 600 miliardi di dollari all’anno (rispetto alle Russia che spende 70-80 miliardi)… e il Presidente Putin avvertiva a giugno: “Pubblicate una mappa e segnatevi tutte le basi statunitensi. Vedrete la differenza tra Stati Uniti e Russia“. Anche il rispettato CounterPunch ha notato la pura follia della guerra che il regime di Obama vuole contro la Russia, nota questo rapporto, con l’articolo intitolato “La stampa occidentale istiga mortalmente la guerra in Ucraina” affermando: “La redazione del (Washington) Post se ne esce con uno stratagemma. Kiev non ha rispettato una singola clausola di Minsk-2 e i sostenitori stranieri del regime, anche nelle redazioni della quasi totalità dei media occidentali, mantengono una cappa di silenzio sull’argomento. Quindi fermiamoci un attimo a riflettere.

Il Washington Post (e altri media mainstream) pubblica articoli e racconti fotografici di giornalisti nell’Ucraina orientale controllata da Kiev. Ma i giornalisti del Post non riescono a indicare come “le forze russe continuano a bombardare le posizioni ucraine ogni giorno”. Sicuramente, se la situazione è grave, mancherebbero esempi da illustrare ai lettori? E sicuramente il governo degli Stati Uniti fornirebbe immagini satellitari ai media mainstream dei “9000 soldati russi” in Ucraina orientale, così come altri esempi dell’intervento russo? A meno che… tutto, o quasi, serva a far credere. Nell’Ucraina orientale dei ribelli non mancano esempi dei truci bombardamenti delle forze armate ucraine, appoggiate dalla NATO. Ahimè, e non a caso, tali relazioni mai, mai appaiono sui media occidentali“. E mentre il “truce bombardamento quotidiano” di civili da parte delle forze ucraine a guida USA prosegue, nei media occidentali regna il silenzio; anzi la relazione nota l’ironia del falco di destra statunitense Henry Kissinger e del capo laburista socialista Jeremy Corbyn, unirsi nell’avvertire l’occidente sulla follia nel lanciare la “guerra di settembre”… e Kissinger ha effettivamente dichiarato di cosa si tratta veramente, “Spezzare la Russia è l’obiettivo degli Stati Uniti” .

Poroshenko con Obama

Anche se non previsto nel presente rapporto del MoD, va notato che anche il sito politico di sinistra statunitense Vox Media avverte su questa “guerra di settembre”, con l’agghiacciante affermazione nell’articolo intitolato “Come la terza guerra mondiale è diventata possibile”: “L’Europa di oggi è inquietantemente simile all’Europa di 100 anni fa, alla vigilia della prima guerra mondiale, con un groviglio di alleanze militari e promesse di difesa, alcune poco chiare e quindi più facili da attivare. I suoi capi danno segnali vaghi su ciò che porterebbe o meno alla guerra. Le tensioni politiche sono diventate escalation militari. Le nazioni sono sull’orlo della destabilizzazione del potere, a stento tenute insieme da un’alleanza della Guerra fredda che non durerà per molto“. Che i popoli statunitense ed europeo si sveglieranno prima che la guerra inizia non c’è traccia alcuna; la stragrande maggioranza di essi è ancora addormentata della propaganda piena di volgari notizie sulle celebrità… ma presto lo farà, senza dubbio, scossa dal rumore davanti casa.

Fonte: What does itmean.com

Traduzione: Alessandro Lattanzio per sito Aurora

Nella foto in alto: truppe ucraine

Nella foto al centro: istruttori USA addestrano truppe ucraine

Nella foto sotto: il pres. ucraino Poroshenko con Obama

*

code

  1. Alessandro 1 anno fa

    Leggete le profezie di Elena Aiello, di Fatima e di Anguera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 1 anno fa

      Dio ci sta avvertendo, nessuno sarà scusabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Anacronista 1 anno fa

        Ti riferisci a quelle profezie dove si parla di pericolo che viene dall’orso russo e dal drago cinese? Di sofferenza di Israele? Che parlano della Russia come fosse ancora comunista? Forse ricordo male, o forse sono davvero la voce di qualcuno tuttaltro che sovrannaturale…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alessandro 1 anno fa

          Ciao Anacronista, ti assicuro che si realizzeranno tutte. Troppe coincidenze, in tempi diversi.
          Elena Aiello, Fatima, Anguera (la più vistosa) dicono la stessa cosa.
          Anche nel campo profano, veggenti, diciamo così, esogeni al misticismo cristiano, come Alois Irlmaier, concordano con i veggenti e mistici con doti sovrannaturali profetiche.
          Escludendo Fatima ed Elena Aiello, ove la Russia ha precisi connotati negativi, la Madonna ad Anguera dice semplicemente che la Russia attaccherà e distruggerà.
          Esattamente, l’orso feroce (Russia) e il dragone cinese (Cina).
          La Madonna soprassiede alle ideologie o alle geopolitiche, si basa su un dato oggettivo: sarà la Russia ad attaccare, anche se a ragione a causa dell’espansionismo oltremodo grave della NATO ad Est e quello che vogliamo noi, ma sarà la Russia ad attaccare preventivamente, anche se a ragione, non gli USA o la NATO.
          Vediamo in questi anni che se ne formano i presupposti. Accelerati poi dalla crisi ucraina.
          Tra un paio di anni ne riparleremo, queste profezie sono cristiane e mariane, non andranno a vuoto, ne sono certo. Purtroppo ne riparleremo con un cumulo di macerie radioattive, Roma distrutta e l’Europa martoriata. Le vedremo coi nostri occhi, mai beffeggiarsi di queste cose come fa purtroppo la maggiornaza al 93%.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Alessandro 1 anno fa

          Anche perché, Anacronista, in molti degli articoli che riportate l’ipotesi di una guerra regionale in Europa o addirittura mondiale è presa seriamente in considerazione. Persino lo stesso Luciano Lago nei suoi sempre lungimiranti e completi articoli ne paventa la minaccia.
          Come vedete, senza saperlo, credete anche voi a queste profezie

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Liaeo 1 anno fa

    Ma come! Il nobel per la pace che tanto ha fatto per la democrazia in medio oriente ed in nordafrica! Certo, se si considera che Nobel ha inventato la dinamite …. si potrebbe proporre agli svedesi di dare il prossimo al capo dell’IS.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Piero61 1 anno fa

      …o alla massoneria in toto…
      Forza Russia
      saluti
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace