"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La popolazione di Aleppo scende in strada a festeggiare la liberazione della città dai terroristi appoggiati dall’Occidente

Le forze dell’Esercito siriano hanno recuperato sotto il proprio controllo la totalità della zona orientale della città di Aleppo, come confermano le fonti locali.
“Tutto l’Est di Aleppo si trova sotto il controllo delle forze siriane. L’Esercito siriano sta perseguendo gli ultimi terroristi nascosti dietro le loro ultime postazioni nei quartieri a sud”, hanno comunicato questo Lunedì i media siriani, citando le fonti militari.

Da parte sua il network in lingua araba Al-Alam ha informato che attualmente le truppe siriane e i miliziani jihadisti sono impegnati in feroci combattimenti negli ultimi tre quartieri dove sono trincerati i ribelli, che sono Al-Ansari, Zabadiye e Al-Mashad
Tutto l’est di Aleppo e l’intera città si trova ormai sotto il controllo delle forze siriane.

I terroristi appoggiati da USA e Arabia Saudita stanno capitolando e non riescono ad opporre resistenza agli attacchi dell’Esercito siriano. Si aspetta entro le prossime ore che venga dato il colpo finale agli ultimi gruppi armati asseragliati nei palazzi”, sono quelli che dal 2012 occupavano l’Est di Aleppo, ha affermato una fonte locale consultata dall’agenzia Al-Alam.

Secondo detta fonte, le forze siriane sono in procinto della  vittoria finale nell’est di Aleppo. Poche ore prima, l’Esercito aveva annunciato di  avere  sotto il proprio controllo il 98% della città dopo aver conquistato gli ultimi quartieri, incluso Al-Sheij Said (al sud).

Davanti a questa situazione, i residenti delle zone controllate dal Governo sono usciti sulle strade per cebrare la vittoria dell’Esercito siriano sui miliziani jihadisti, responsabili delle peggiori efferatezze e crimini contro la popolazione aleppina. La gente ed i militari hanno sparato in aria in segno di tripudio.

Ad Aleppo si festeggia
Ad Aleppo si festeggia

“Assistiamo ad uno affossamento totale dei ribelli (…) la battaglia per Aleppo tocca la sua fine”, lo ha detto anche Rami Abdel Rahman, il direttore dell’Osservatorio Siriano per i diritti Umani (dalla parte dei ribelli), con sede in Londra, nelle dichiarazioni alla AFP.

La scorsa settimana il presidente siriano Bashar al-Assad ha sottolineato che una vittoria dell’Esercito siriano ad Aleppo sarà un grande passo verso la fine della guerra nel paese arabo. “La decisione di recuperare tutta la Siria è stata presa ed Aleppo è parte di questa decisione”, ha dichiarato.

liberacion-de-aleppo-8Nel frattempo ad Aleppo  la gente scende in strada a festeggiare e nelle immagini che provengono dalla città liberata si sfatano tutte le bugie e le “fake news” che l’Occidente ha trasmesso per anni sulla situazione ad Aleppo e sulla Siria.

Festa per la liberazione di Aleppo
Festa per la liberazione di Aleppo

 

 

Tutta la costruzione di castelli di carta e di menzogne raccontati in questi anni sulla Siria vengono giù con queste immagini. Sarà difficile che la popolazione siriana possa dimenticare e perdonare i crimini commessi contro la Siria ed i propri figli da parte dell’Occidente ed i particolare dai personaggi come Hollande, Cameron, Obama, Gentiloni… la storia non li assolverà.

Vedi:  Youtube.com/watch

Fonti: HispanTv

Telesur (video)

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

 

*

code

  1. Giorgio 5 mesi fa

    L’articolo si chiude con: “Sarà difficile che la popolazione siriana possa dimenticare e perdonare i crimini commessi contro la Siria ed i propri figli da parte dell’Occidente ed i particolare dai personaggi come Hollande, Cameron, Obama, Gentiloni… la storia non li assolverà”.
    Gentiloni vuol dire Italia ed italiani, non c’è da star allegri, i siriani prima di esprimere le loro simpatie od antipatie non chiedono se si è pro o contro Gentiloni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Maria 5 mesi fa

    forse ..qualcuno avrà festeggiato e forse qualcuno sarà stato ucciso! La tua verità netta assoluta spaventa quasi quanto l’altra verità. Per fare controinformazione come affermi forse bisognerebbe non ignorare i video di donne e uomini che salutano, un ultimo saluto sapendo che probabilmente per loro non ci saranno diritti umani nel momento in cui verranno catturati da questo esercito (siriano del Presidente) così ligio invece nel riconoscerli. Come puoi affermare che TUTTA ALEPPO EST abbia esultato basandoti su due foto? dalle affermazioni dell ambasciatore russo all’ Onu? non sappiamo nemmeno se nell’esercito di Assad sia rimasto ancora un siriano visto che le milizie sono mercenarie …e ci sono Hezbollah e ci sono i russi e ci sono gli iraniani…tutti sempre ligi ai diritti umani! A proposito Aleppo distrutta (le macerie sono oggettive) sono stati i ribelli…senza aereni nè elicotteri …ma sono stati loro? Le bombe dal cielo chi le ha buttate?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 5 mesi fa

      Lei si vede, da quello che scrive, che riceve ed assimila tutta la propaganda di falsificazione che fanno i media occidentali sulla Siria. Si informi bene: i mercenari sono i terroristi arruolati ed inviati da Arabia Saudita e USA in Siria per rovesciare il governo siriano. Fra di loro si contano ben 80 nazionalità diverse: in prevalenza sauditi, libici, pakistani, tunisini e persino ceceni, Kossowari e bosniaci. L’Esercito siriano è composto da soldati di leva e sta combattendo contro sette potenze (dagli USA, GB, Francia, fino alla Arabia Saudita, Qatar e Turchia) che vogliono distruggere e smembrare la Siria. Si informi bene sulle imprese dei taglia gola sostenuti dall’occidente e vedrà che la situazione è opposta a quella che le fanno credere. Non ci sono solo foto ma anche filmati e video della popolazione di aleppo in festa, basta andare sulle tv russe, libanesi, iraniane, algerine, venezolane ed argentine. Evitare le fonti di propaganda occidentale che falsificano gli avvenimenti, come la RAI,Mediaset, la BBC, CNN. Reuters, Sky, ecc. se li conosci li eviti. Si disintossichi, le farà bene.
      L.Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Eugenio Orso 5 mesi fa

      I cosiddetti ribelli (ma solo dalla disgustosa propaganda occidentale) lanciavano sui quartieri liberi bombole di gas, usavano mortai artigianali, si facevano strada talora con autobombe, come l’isis. In alcuni filmati recenti, si nota che i cosiddetti ribelli, catturati dall’esercito siriano, sono in preda a sostanze stupefacenti, fornite dall’Asse del Male a giuda Usa e distribuite ai mercenari dagli infami principi sauditi. Del resto, questi campioni dei diritti umani, che tanto piacevano alla Clinton con il suo codazzo di cantanti drogate (Madonna, Lady Gaga, etc.), decapitavano bambini di dieci anni perché spie dei russi e stupravano bambine, mutilando vecchi e ragazzi. Tutti questi crimini sono passati in secondo piano, grazie a giornalisti miserabili e servi, che incensavano il criminale internazionale Obama e chiamavano questa feccia tagliagole drogata “attivisti”. Ma tu forse questo non lo sai, perché l'”informazione” serva, debosciata e sinistroide ha fatto il lavaggio del cervello alle masse.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giorgio 5 mesi fa

      Maria cosa non le è chiaro nel mio commento che la precede?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Eugenio Orso 5 mesi fa

    Questo articolo è stato ripreso da Sputnik in lingua italiana.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace