"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La NATO a supporto dei gruppi terroristi in Siria

di Luciano Lago

Il 5 di Dicembre i terroristi trincerati nei quartieri dell’est di Aleppo hanno bombardato con le loro artiglierie un ospedale di campagna che la Russia aveva appena finito di installare nell’ovest di questa città della Siria per dare assistenza medica ai bambini delle famiglie che fuggono dalla dittatura di Al Qaeda.

Dato il fatto che l’attacco ha avuto luogo lo stesso giorno dell’installazione della struttura medica russa, le autorità della Federazione Russa hanno accusato gli Stati Uniti, la Francia ed il Regno Unito di aver fornito ai terroristi le coordinate dell’ospedale.
Vari paesi membri della NATO hanno risposto accusando la Russia di “bloccare il Consiglio di Sicurezza dell’ONU”.


Sono gli stessi governi che hanno imbastito una campagna propagandistica per accusare le forze aeree russe e siriane di aver bombardato circa 36 fra ospedali e cliniche in Aleppo Est ( un record di strutture ospedaliere secondo i media occidentali di cui gli abitanti di Aleppo ignoravano l’esistenza ).

Le verifiche realizzate sul campo hanno dimostrato che l’artiglieria dei terroristi ha avuto un impatto diretto nell’ospedale da campo senza aver fatto alcun tiro di aggiustamento previo; questo dimostra che i terroristi avevano ricevuto le coordinate precise dell’ospedale russo sotto forma di immagini satellitari; e risulta inoltre che queste immagini satellitari erano state inviate attraverso il “Land Com”- il Centro di Comando delle Forze Terrstri della NATO – che si trova nella città turca di Izmir (Smirne).

Già in precedenza il comando russo, avendo intercettato le comunicazioni, aveva avvertito le forze siriane che i gruppi terroristi in Siria ricevevano sistematicamente le informazioni di intelligence, ed in particolare le coordinate circa le posizioni delle artiglierie e delle concentrazioni di forze siriane, direttamente dai centri di coordinamento NATO, gli unici in grado di trasmettere informazioni satellitari ai terroristi. Fra questi, era risaputo che vi erano alcuni ufficiali di collegamento, alcuni statunitensi e britannici, altri francesi sauditi ed israeliani.

Da ricordare che, in Settembre, in rappresaglia ad un bombardamento della coalizione USA su Deir el Zor che aveva ucciso circa 70 soldati siriani, i russi avevano individuato un centro di coordinamento con ufficiali della NATO vicino Aleppo e lo avevano annientato con un preciso attacco missilistico.

Come aveva dichiarato un comunicato dell’agenzia Sputnik, citando fonti militari di Aleppo:
“Le navi da guerra russe hanno sparato 3 missili Kalibr sul centro di coordinamento operativo degli ufficiali stranieri nella regione di Dar al-Iza, ad ovest di Aleppo presso il jabal Saman, eliminando 30 ufficiali israeliani e occidentali“, Il centro operativo era situato nell’ovest della provincia di Aleppo, sul monte Saman, in vecchie cave. La regione si trova su una catena montuosa.
Diversi ufficiali di Stati Uniti, Turchia, Arabia Saudita, Qatar e Regno Unito erano stati eliminati assieme ad ufficiali israeliani.

Tali ufficiali, eliminati nel centro operativo di Aleppo, dirigevano gli attacchi dei terroristi su Aleppo e Idlib. La notizia era stata confermata anche dall’agenzia iranian Fars News ma del tutto ignorata dai media occidentali.

Come accaduto in Libia, dove vari membri della NATO avevano utilizzato i mezzi dell’alleanza miltare, senza alcuna autorizzazione del Consiglio Atlantico – ovvero. in violazione dello statuto del Patto Atlantico- , questa è un’altra prova del fatto che la guerra contro la Siria si è sviluppata, dal primo momento, sotto il coordinamento della NATO.

Questi ed altri episodi dimostrano il coinvolgimento diretto delle strutture della NATO nell’appoggio ai gruppi terroristi in Siria, considerati “ribelli” dai governi degli USA e della UE. Senza contare la fornitura massiccia ai terroristi di armi, munizionamento NATO ed equipaggiamenti vari, fra cui radio ricetrasmittenti e supporti elettronici sintonizzati sulle frequenze dell’Alleanza. Molto di questo materiale è stato poi ritrovato nei covi dei terroristi catturati dalle truppe dell’Esercito siriano ed attentamente esaminati dagli esperti russi.

Dalla Turcha (paese membro della NATO) e dalle basi militari turche della NATO i terroristi hanno ricevuto nel corso di questi anni supporto logistico e di intelligence, con stanziamenti di denaro fatti dai bilanci militari dell’alleanza, senza che questo venisse approvato preventivamente dal Consiglio Atlantico.

La NATO, ben lungi da essere una alleanza difensiva, come ipocritamente dichiarato di recente dalla ministra italiana della Difesa Pinotti, risulta un organismo che funge da “braccio militare” della politica di aggressione per fini egemonici attuata dagl USA e dalla Gran Bretagna, come dimostrato dalle operazioni fatte in Libia nel 2011 ed in Siria negli anni successivi fino ad oggi.

Ancora più grave il fatto che la NATO ha svolto il suo ruolo complice dei gruppi terroristi jihadisti in Medio Oriente ed in Nord Africa ed ha contribuito a causare la destabilizzazione di quei paesi e la conseguiente ondata di profughi che si è abbattuta sull’Europa.

L’opinione pubblica in Europa dovrebbe iniziare a chiedere conto ai propri governanti del ruolo svolto da questa organizzazione e delle sue reali funzioni. In alcuni paesi vi sono formazioni politiche hanno già iniziato a farlo, vedi il Front National della Marine Le Pen in Francia ed anche in Germania con la AfD si è iniziato a porre la questione.
In Italia…….?

Fonti: Al Manar

Fars News

 

*

code

  1. Anonimo 7 mesi fa

    In Italia dopo Renzi c’e’ Padoan Gentiloni o Franceschini .Ogni altro commento e’superfluo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenio Orso 7 mesi fa

    Pensiamo la fatto che presidente del consiglio, in Italia, potrà diventare il ministro degli esteri Gentiloni, piddino completamente sdraiato sulla linea Usatlantista …
    Continueranno così, incaponendosi sugli obbiettivi criminali elitisti, appogginado una Nato che provoca, sostiene bande criminali e cerca la guerra … a meno che Trump non imprima una vera svolta alla politica estera USA.

    Cari saluti

    Eugenio Orso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nessuno 7 mesi fa

      Salve,
      se aspettiamo che un qualsiasi cambiamento incominci o venga
      solamente proposto dall’Italia stiamo freschi, da osservatore esterno
      deduco che il popolo Italiano ha bisogno e al limite sente il bisogno
      di avere un padrone, essendo l’individuo sprovvisto del senso di
      responsabilità, è una forma funzionale di alibi, di self-assoluzione.
      Cito un esempio tra molti: “c’è lo chiede l’€uropa”
      Buona serata,

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Umberto 7 mesi fa

      Eugenio, hai proprio ragione. E direi che sembri quasi un bene! Si stanno distruggendo da soli. Stanno facendo tutto da soli. Gentiloni? Ben venga! Dopo di lui la Mogherini e infine, vedrai, sarà un trans a Palazzo Chigi e una lesbica sul trono di Pietro. E a quel punto si fotteranno da soli e lo sdegno dell’ Universo gli vomiterà fuoco sulla testa. La stessa Natura, infatti, non riuscirebbe a digerire un boccone del genere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Umberto 7 mesi fa

    E’ inopugnabile, e non ho paura di sostenerlo perché la verità non teme il carcere o la morte, che i Governi e i parlamenti degli Stati aderenti e cooperanti, anche solo in via informativo – logistica, sono composti di criminali internazionali e terroristi contro l’ intera umanità. Non esiste e non esisterà Giustizia fino a quando tutti questi signori e signorotti che insanguinano il mondo, vengano arrestati, processati sommariamente – ché non serve dimpostrare granché – e giustiziati dal tribunale del popolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Umberto 7 mesi fa

      inoppugnabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Idea3online 7 mesi fa

    Ormai l’Occidente è sotto scacco, se si muove l’Ucraina, la Grecia seguirà direttive russe, con accordi di buon vicinato con la Turchia, ed Creta e Cipro insieme alla flotta russa. Se si muovono in Siria, la Russia entrerà in Libia. E l’Italia……se la la Grecia, e se la Libia verranno attratte dalla Russia, anche l’Italia subirà attrazione tale da non poter attivare gli inibitori, perchè la Russia sta esercitando una pressione tale dal Mediterraneo che sconvolgerà la politica estera della Grecia, dell’Italia e della Spagna. Ma alla Russia interessa la Grecia, ed un accordo Russia-Turchia-Grecia, voluto dalla Cina e dall’Iran. Un accordo Turchia-Grecia sotto l’ombrello militare della SCO vale mezzo pianeta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Giorgio 7 mesi fa

    Mi sembra impossibile che solamente Vladimiro non sappia che gl’italiani convinti che la NATO sia un’organizzazione di mutua difesa tra associati siano rimasti solo Renzi, Gentiloni e Pinotti, tutti gli altri conservano la convinzione che detta organizzazione sia un covo di criminali, ma non possono manifestare i propri convincimenti, pena una nuova tassa: “lo dice l’Europa”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Umberto 7 mesi fa

      Io sto togliendo il saluto a chi, comunque raramente, mi sostiene ancora tesi sulla governabilità o sul buon operato “necessario” degli ultimi governi. Solo chi non vuole vedere può non vedere. O, casomai, chi è complice. E siccome ho sempre avuto la puzza sotto al naso per i radical chic catto comunisti falsi rivoluzionari (e loro credono di averla per me: antipatia reciproca di chi sa che l’ altro sa), non mi dipsiace affatto, anzi, mi vergognerei di me stesso a voler far finta di ascoltare le immondezze che vomitano dalle loro fogne.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 7 mesi fa

        Le resta ancora qualcuno da salutare, escluso il sottoscritto?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Silvia 7 mesi fa

      Purtroppo ho paura che, causa lavaggio del cervello, non tutti se ne siano accorti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 7 mesi fa

        Non condivido la sua conclusione, sono certo che ne posseggono assoluta certezza ma sono figli del Maligno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace