"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Francia si approfitta delle crisi nel Medio Oriente per vendere i suoi armamenti

Le autorità francesi, approfittando delle situazioni di crisi e di conflitti scatenati in Medio Oriente (dalla Siria all’Iraq, allo Yemen), di cui il governo francese è stato corresponsabile assieme alle altre potenze occidentali, stanno cercando attualmente di incrementare il loro commercio di armamenti di fabbricazione francese nei vari paesi della regione.
“La Francia ultimamente ha cercato di avvicinasi sempre di più ai paesi del Golfo Persico, alle monarchie del Golfo, come il Qatar, gli Emirati Arabi Uniti (EAU). ed anche all’Egitto per convincere i governi di questi paesi ad acquistare decine di caccia bombardieri, elicotteri ed altri armamenti francesi”, lo afferma il portale di informazioni Emirates247.
Secondo questa fonte, la Francia, nel mezzo delle critiche situazioni di paesi come la Siria e l’Iraq, sconvolti dai conflitti e dal terrorismo, cerca di fregiarsi del titolo di principale esportatore europeo di armi nel Medio Oriente.

La Francia aspira a raggiungere gli USA per il livello del business della vendita delle armi. L’Eliseo vuole approfittare anche di alcune discrepanze sorte di recente tra Washington e paesi come l’Arabia Saudita e gli EAU per alcuni fattori politici e sostituirsi a Washington e guadagnare l’assoluta fiducia dei suoi alleati arabi.

Caccia Rafael
Questo spiega l’appoggio incondizionato e le forniture di armi che il governo Hollande offre alle milizie terroriste che combattono in Siria per rovesciare il governo di Bashar al-Assad, milizie sponsorizzate e finanziate dai sauditi e dal Qatar, nonostante che questi gruppi stiano commettendo massacri e crimini di guerra fin dall’inizio della crisi siriana.

Inoltre il governo di Parigi è uno dei principali alleati del Qatar con cui realizza ogni anni manovre militari.

Più di recente la Francia, nonostante le forti critiche sorte da parte dei gruppi a difesa dei diritti umani, ha firmato in Febbraio con l’Egitto in contratto per la vendita di equipaggiamenti bellici per un importo di 5,9 milioni di dollari.Il pacchetto venduto dalla Francia include 24 aerei da combattimento tipo Rafale ed una nave del tipo fregata lanciamissili.

Fonte: Periodismo Alternativo

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Nella foto in alto: il presidente Hollande ricevuto con tutti gli onori nel Qatar

Nella foto al centro: il caccia francese multiruolo “Rafale”, prodotto dalla “Dassault Aviation”

*

code