"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La commissione europea respinge la petizione dei cittadini di raccogliere le firme contro il trattato commerciale UE-Stati Uniti (TTIP)

Stop TTIP Berlin

La campagna di gruppi di cittadini sollevata contro il “Trattato Transatlantico del Commercio e degli investimenti” accusa l’Unione Europea di voler silenziare le voci che si oppongono a questo accordo segreto.
La Commissione Europea ha rifiutato oggi la proposta per realizzare una iniziativa europea dei cittadini contro gli accordi commerciali tra UE-Stati Uniti e UE-Canada (conosciuto come TTIP e CETA, con la sua sigla in inglese). Questa decisione impedisce alla cittadinanza di raccogliere un milione di firme per obbligare la Commissione Europea a rivedere la sua politica commerciale ed a permettere che si realizzi  una sessione pubblica nel Parlamento Europeo circa tale materia.


I negoziati da parte dell’Unione Europea dei due pericolosi trattati con gli USA ed il Canadà, alle spalle della popolazione, hanno già provocato un forte movimento di opposizione in Europa, negli USA ed in Canada. Questo perchè tali trattati assicurano un potere senza precedenti alle imprese multinazionali ed al grande capitale finanziario sovranazionale.

I rischi sarebbero: la perdita diretta di oltre un milione di posti di lavoro, maggiori tagli salariali, una ondata di privatizzazioni dei servizi pubblici e la eliminazione delle norme di protezione ambientale così come un attacco ai diritti della maggior parte dei lavoratori europei.

Vedi: Cos’è il TTIP e perchè è pericoloso

Per esprimere questa opposizione al trattato, si è costituita la Lega dell’Iniziativa Cittadina Europea, una alleanza di più di 230 movimenti sociali, sindacali e di organizzazioni cittadine che lottano per la giustizia sociale ed ambientale, di 20 paesi europei. L’obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo di un dibattito pubblico e democratico sui negoziati e sulle loro conseguenze.

Si vuole anche ottenere la sospensione dei negoziati sui trattati UE- Stati Uniti e UE-Canada.
L’Iniziativa della Lega Cittadina Europea è una delle poche possibilità che rimangono affinchè i cittadini dei paesi europei possano avere il diritto formale di presentare petizioni circa il processo decisionale in corso da parte della UE che risulta sempre più realizzato in forma antidemocratica. L’iniziativa della Lega Cittadina Europea dovrebbe raccogliere almeno un milione di firme fra 7 o più Stati della UE per obbligare la Commissione a rispondere formalmente alla richiesta di realizzare una sessione pubblica nel Parlamento Europeo.

Stoppen TTIP

“La decisione della Commissione Europea è scandalosa. Questi trattati commerciali già si confrontano con una opposizione senza precedenti per il suo segretismo e per la sua opacità, tuttavia adesso si nega anche ai cittadini il diritto di presentare una petizione. Questo dimostra il carattere antidemocratico delle istituzioni della UE che rappresentano soltanto il potere economico e quello finanziario, non i popoli dell’Europa”, questa la denuncia degli autori della  campagna del “No al Trattato Transatlantico del Commercio e degli Investimenti”.

Tuttavia si avverte: “Niente potrebbe dimostrare meglio di questo rifiuto il fatto che questi negoziati commerciali produrranno un disastro per la democrazia e per la popolazione. L’opposizione ed il potere popolare non temono il potere delle corporazioni nè si faranno intimidire  dai burocrati delle  istituzioni della UE- (al servizio di interessi esterni) ci ostiniamo  a lottare contro questa decisione ed andremo a sconfiggere questi accordi commerciali”.

Tratto da Rebelion

Tradotto da Luciano Lago

Vedi anche: TTIP Il nuovo accordo USA -UE

*

code

  1. Werner 2 anni fa

    Non poteva accdere diversamente, e così facendo l’Unione Europea ha gettato la maschera, mostrandosi per quello che é, ossia una tirannide sovrannazionale dipendente dagli USA, che mira alla distruzione delle singole nazioni europee che ne fanno parte, sotto tutti i profili, a cominciare da quelli politico ed economico.

    Spero che i cittadini lo abbiano finalmente compreso, perché solo così può avvenire una svolta

    Rispondi Mi piace Non mi piace