"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Cina rifiuta le sanzioni contro le sue imprese che lavorano con l’Iran

iran_china_US

La Cina ha mostrato il suo rifiuto alle nuove sanzioni unilaterali imposte dagli USA contro le imprese cinesi che svolgono transazioni finanziarie con l’Iran.
“La Cina si oppone con fermezza a che gli Stati Uniti utilizzino la loro legge interna per imporre sanzioni unilaterali contro imprese o cittadini cinesi. Riteniamo che quello che gli USA fanno non aiuterà a risolvere la questione (il nucleare dell’Iran) e danneggerà la cooperazione bilaterale contro la proliferazione nucleare., ha detto il Mercoledì il portavoce del Ministero degli Esteri”, Qin Gang.
Il martedì, Washington ha imposto sanzioni contro otto imprese cinesi, una impresa di Dubai e due dirigenti radicati a Dubai, per i loro rapporti con Teheran.
I dipartimenti del Tesoro, dello stato e della Giustizia hanno fatto questo movimento coordinato in risposta al disprezzo di queste imprese e di questi uomini d’affari verso le restrizioni unilaterali nordamericane imposte alle transazioni di tipo petrolifero, bancario e di armamenti con l’Iran.

“La Cina chiede agli stati Uniti che fermi queste azioni errate, smetta di sanzionare alle imprese e cittadini cinesi e ritorni verso il giusto percorso della cooperazione anti proliferazione”, ha detto Qin.
Le nuove sanzioni sono state approvate in un momento in cui gli USA ed altri paesi del Consiglio di Sicurezza più Germania stanno celebrando negoziati conl’Iran circa il suo programma di energia nucleare.

Fonte: Al Manar