"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

La Cina annuncia di volersi associare alla campagna militare della Russia in Siria contro l’ISIS

La Cina ha avvisato che intende unirsi alla campagna militare russa in Siria contro i gruppi terroristi tramite l’invio dei suoi aerei cacciabombardieri mod. Shenyang J-15 che si presume saranno imbarcati sulla portaerei Liaoning che avrebbe già attraccato in un porto siriano.
Il ministro degli esteri cinese Wang Yi, nel corso del suo intervento alle Nazioni Unite, al Consiglio di Sicurezza di cui la Cina è un membro permanente,  ha dichiarato che :
“l mondo non può tenersi al margine di questa crisi rimanendo con le braccia incrociate”.

Si tratterà quindi di un evento storico: la prima volta che la Cina procede  a partecipare ad una operazione militare in Medio Oriente con sue unità aereonavali.
Nello stesso tempo sono filtrate informazioni secondo le quali l’Iraq avrebbe concesso alla Russia l’utilizzo di una base nel suo territorio, nella località di Al-Taqaddum, ad Habaniya, 74 km ad ovest  di Baghdad,  che consentirà alle forze aeree  russe di procedere a missioni di bombardamento anche sul territorio iracheno.

L’Iraq infatti ha costituito assieme alla Russia, all’Iran ed alla Siria un centro di coordinamento che è stato istituito a Baghdad e coordina tutte le attività militari dei 4 paesi.

L’annuncio della Cina significa che, graze all’iniziativa russa, si è formato un blocco poderoso in Medio Oriente che ha messo fuori gioco la supreamazia degli USA e dei loro  alleati regionali della zona, come Arabia Saudita e Turchia, che si trovano entrambi  in una situazione critica, ciscuno per motivi diversi.
Uno scenario inedito che è destinato a cambiare gli equilibri regionali ( non soltanto quelli ) che segna una dura sconfitta della politica svolta da Washington di sostegno occulto al rovesciamento dei governi tramite i gruppi terroristi e la gestione ambigua della lotta allo Stato Islamico, che ha determinato l’intervento russo.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. emilio 2 anni fa

    speriamo che questo sia il segno dell’inizio di una nuova era.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 2 anni fa

      Ciao Emilio,
      la Nuova Era inizierà solo quando gli uomini collettivamente e individualmente, prenderanno coscienza di sé per sé e gli altri. E non perché la Cina si allinea alla Russia contro un Occidente che ormai sappiamo in decadenza
      Ma penso sia un’utopia.
      Dio ci porrà la Sua mano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. andreaaa 2 anni fa

    Concordo, ma questa alleanza può fermare il genocidio USANATO e iniziare una nuova era con l’implosione del capitalismo Oligarchico di pochi. Va rovesciata la piramide o non c’e’ futuro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Luciano 2 anni fa

    Quello che più sconcerta è’ che l’Europa accetta di essere destabilizzata dall’America attraverso il terrorismo in sud Africa . È’ ancora più sconcertante che gli Stati europei pensino più ad abbattere il premier siriano che vincere l’isis . Per fortuna che si aperto un fronte antiterrorismo capeggiato da Putin .

    Rispondi Mi piace Non mi piace