"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Israele vede come una “minaccia” la presenza militare russa in Siria

Mosca programma di rimanere per un lungo tempo nelle vicinanze di Israele, afferma il capo di Stato maggiore della marina el regime di Tel Aviv, Dror Friedman.
“Quando vedi le loro attività sul terreno, vedi che stanno gettando le radici, e quando vedi le loro attività nel porto di Tartous (ovest della Siria), ti rendi conto che non sono quelle di chi ha in mente di fare le valige e andarsene domani mattina”, ha detto Friedman oggi, mercoledì in una intervista con Army Radio.

I russi, ha aggiunto il responsabile israeliano, hanno schierato una grande quantità di equipaggiamento militare ed hanno costruito varie basi militari nel paese arabo, attività che a suo giudizio dimostrano che i russi pensano di mantenere la loro presenzaper lungo tempo.

Il funzionario israeliano ha sottolineato che la presenza della Russia ha cambiato il modo in cui le forze navali di Israele operano nella zona.
Di seguito, Friedman ha avvisato che lo spiegamento nelle vicinanze della costa siriana della Almirante Kuznetsov, una portaerei con un poderoso arsenale di missili, già ha mostrato che il regime di Tel Aviv dovrebbe tenere in conto la presenza della nave.

“Quando c’è  una tale forza qui presente, la nostra condotta cambia”, ha segnalato il capo di stato maggiore della marina israeliana.
Mosca ha sottolineato in ripetute occasioni che la sua accumulazone di mezzi militari nel territoro siriano ha per obiettivo la lotta contro i terroristi e gli estremisti appoggiati dall’esterno della Siria.

Dall’apparizione del terrorismo nel paese arabo, il regime di Tel Aviv, denunciato dalla Siria come uno dei patrocinatori di questo flagello in Medio Oriente, non ha risparmiato sforzi per spianare la strada per il  rovesciamento del presidente Bashar al-Assad.

Per ottenere tale obiettivo, Israele ha adottato un gran numero di strategie, senza avere dubbi nell’armare i terroristi, assisterli nei loro ospedali i combattenti dei vari gruppi ed attaccare le posizioni delle Forze Armate.

Secondo vari analisti iraeliani, la Russia ed Israele si stanno incamminando verso una guerra. Questo è dovuto alla presenza consolidata di una grande armata russa in Siria che impedisce ad Israele di avere le mani libere per gli interventi della sua aviazione in Siria, che avvenivano con molta frequenza.
Questa presenza russa preoccupa le autorità militari israeliane in quanto, oltre alle forze militari, la Russia ha schierato la sua intelligence e un sistema missilistico possente, con gli SS-300 e SS-400 che possono colpire qualsiasi aereo che violi il cielo del paese arabo.

L’equilibrio delle forze è cambiato nella regione ed Israele non dispone più della supremazia militare nella regione a cui era abituata. Questo spiega le “preoccupazioni” del regime di Tel Aviv.

Fonte: Hispan Tv

Traduzioe e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Tania 7 mesi fa

    Israele è una minaccia per il mondo, questo è il fatto vero!
    Il vero titolo da scrivere tranquillamente perché è la verità :

    Il pianeta vede come una “minaccia” la presenza di Israele in Medio Oriente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Christian 7 mesi fa

      Mi permetto di correggere le tue già corrette affermazioni; il mondo vede come una minaccia la presenza del regime sionista sulla terra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tania 7 mesi fa

    “Mosca programma di rimanere per un lungo tempo nelle vicinanze di Israele, afferma il capo di Stato maggiore della marina el regime di Tel Aviv, Dror Friedman.
    “Quando vedi le loro attività sul terreno, vedi che stanno gettando le radici, e quando vedi le loro attività nel porto di Tartous (ovest della Siria), ti rendi conto che non sono quelle di chi ha in mente di fare le valige e andarsene domani mattina”, ha detto Friedman oggi, mercoledì in una intervista con Army Radio.”

    OOPS, sta a vedere che i russi hanno imparato dagli americani, che rimangono i grandi maestri di chi non toglierà mai più le tende se riescono ad entrarti in casa.
    Gli americani e israeliani come si permettono di impedire agli altri di fare ciò che loro fanno di ABITUDINE? Ma si contengano, dignità, prego!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 7 mesi fa

    E’ logico che Israele strilli, è arrivato qualcuno grande e grosso che è andato a pescare nel suo allevamento di pesci e cosa può fare contro un simile concorrente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 7 mesi fa

      Eh già.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tania 7 mesi fa

    Gli USA e Israele la smettano di mettere il mondo sempre sull’orlo della 3° guerra mondiale, imparino la strada della diplomazia, che solo Hitler e i grandi imperi hanno usato i loro sistemi.
    Feccia nera.
    Non è un caso che il 90% degli ebrei vota la destra…
    E non è un MIRACOLO che i capitalisti, i padroni, i megaricchi, siano oggi tutti comunisti? Eh eh eh eh

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 7 mesi fa

      Come al solito Tania non ha capito nulla di come va il mondo e crede che gli ebrei votino a destra !!Da ridere…
      Aggiumgiamo che il mondo ,purtroppo, non vede affatto il regime sionista come una minaccia, ma crede che tutti gli altri paesi,liberi dalla presenza intossicante, siano una minaccia per Israele !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 7 mesi fa

        …già gli ebrei francesi, secondo la Tania-pugaciova- votano la Le Pen ! Uah,ah,ah ! scusa ma mi scappa da ridere…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 7 mesi fa

          Gli ebrei non votano la Le Pen perché ora tutti gli ebrei votano il partito unico del pensiero unico il cui capo era Obama, poi lo sarebbe diventata la Clinton, e quindi votano i partiti annessi al partito di Obama, la Le Pen è un altra cosa dal “pensiero unico”, meno male!
          I repubblicani americani non si sono ancora ripresi dallo shock Trump, ma lo metteranno in riga, almeno credo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Tania 7 mesi fa

        Il 99% degli ebrei italiani votavano la DC e la DESTRA, poi hanno votato in massa Berlusconi, ed ora votano PD, che appunto è la nuova DC di destra.
        Così è più chiaro?
        Gli ebrei in generale non sono mai stati dalla parte dei lavoratori e dei partiti dei lavoratori. Non so il perché, è un fatto e basta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 7 mesi fa

          “..Gli ebrei in generale non sono mai stati dalla parte dei lavoratori e dei partiti dei lavoratori. Non so il perché, è un fatto e basta.”
          Anzitutto Marx da buon ebreo si inventò proprio “il partito dei lavoratori” e si inventò pure il paradiso dei lavoratori(infatti ne mandò in Paradiso a milioni prima del tempo giusto, essendo l’ispiratore [satanico]!
          )L’ebreo Freud si inventò le dinamiche sessuali che sole spingono l’uomo ad ogni azione.
          L’ebreo Einstein lavorò alacremente alla creazione della bomba insieme con Oppenheimer ed altri, salvo poi tirar fuori le lacrimucce perchè i cattivi avevano usato male (la bomba!)…
          Da quel che risulta nei fatti , gli ebrei si dedicano con più gioia alle elucubrazioni finanziarie ed all’economia dei soldi piuttosto che ai lavori manuali, che lasciano fare ai servitori vari. Però, in Israele sono bravissimi nell’eseguire uccisioni di ogni genere, ma contro i goyim! Il Mossad è espertissimo di omicidi/suicidi, avvelenamenti ecc.ecc.
          Del resto c’è una esperienza secolare dietro….Hanno insegnato anche alla massoneria come agire!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Tania 7 mesi fa

            Non capisco questa finta diatriba tra noi dato che in fondo diciamo le stesse cose, di riffa e di raffa gli ebrei sono comunque un brutto affare per il mondo, una tegola infinita! Ma non perché il mondo non li vuole, no, sono proprio loro che non vogliono saperne di mescolarsi con noi, ma andassero affanculo sti scemi, ma chi li vuole. Mai visto gente più antisociale degli ebrei e degli americani, i primi si sentono talmente un “caso a parte” che si definiscono “altro” dagli umani terrestri… e gli americani sono quella razza OGM che, pure loro, si sentono un “caso a parte” dal resto del mondo, CHE TEGOLE!
            Due cancri micidiali, stiamo attenti… Meglio prevenire che curare…

            Mi piace Non mi piace
          2. Giorgio 7 mesi fa

            Tania non le avevo già detto che gli ebrei sono un’altra cosa rispetto alle altre nazioni!?
            E gli sionisti e gli yankee sono le loro braccia?

            Mi piace Non mi piace
  5. Giorgio 7 mesi fa

    So di essere fuori tema ma a proposito di fake-news e proposta di legge Gambaro, scorrendo le notizie streaming a proposito delle votazioni in Olanda si sostiene che Mark Rutte ha vinto, perdendo il 25% dei seggi, e che Geert Wilders ha perso conquistando un più 33% di seggi.
    Non basta, sostanzialmente l’elettorato olandese si è spostato alle estremità con prevalenza della destra. Come lo leggerà questo fatto la presidente Boldrini? Dobbiamo attendere la sua opinione ed uniformarci, diversamente potremmo essere accusati di pubblicare notizie false.
    Quando si dice la post verità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Tania 7 mesi fa

    Ida Magli dice cose importanti, una tra le tante, dice che l’UCCISIONE è il problema fondamentale dell’uomo. Dover uccidere per poter vivere dato che questo è il meccanismo che regge la Natura; e al tempo stesso impedirsi di uccidere per poter vivere in gruppo. Il Potere nasce da lì : qualcuno ha assunto su di sè il diritto di uccidere e di far uccidere, e lo ha messo al sicuro facendolo dipendere dalla Divinità. Il Sacro e il Potere perciò sono inscindibili; o meglio Sacro e Potere sono una cosa sola, nascosta sotto due termini che in apparenza rinviano l’uno all’altro in un sistema circolare infinito privo di responsabilità.
    Questo è Israele. Questi sono gli USA. Che non si capisce dove comincia l’uno e dove finisce l’altro…
    Ho preferito riportare le parole della Magli piuttosto che dire le cose a modo mio, molto terra a terra.
    A leggere bene si può affermare che gli USA vedono la Russia come una minaccia…
    E infatti lo è, e meno male che lo è vista l’aggressività degli USA verso l’intera umanità!
    Al di là dell'”uccisione”, principio del “sacrificio”, offrire la morte al creatore della morte, la sacralità della guerra è appunto un sacrificio tra uomini, c’è la BELLEZZA, e non il (sacro) “sacrificio”, l’uccisione di una vittima, il dono della morte! BELLEZZA : questa parola è sconosciuta agli USA e ad Israele…
    Ida Magli dice che il cristianesimo invece questa parola l’ha assorbita, la rappresenta. Certo da atea ho sempre detto che sono fortunata a vivere in un paese dove c’è la religione cattolico-cristiana, e senza leggere la Magli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Paolo 7 mesi fa

    A netagnau altro che crisi isteriche, ci vuole il ricovero coatto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 7 mesi fa

      Ci vuole la camicia di forza a vita!

      Rispondi Mi piace Non mi piace