"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Iraq: aviazione Usa bombarda una scuola a Mosul

Aerei USA su Iraq

Un aereo dell’aviazione militare degli Stati Uniti il 21 ottobre ha colpito una scuola per ragazze a Al-Hajj Yunus, nella parte sud della città irachena di Mosul.
Lo ha riferito il Capo della gestione operativa dello Stato Maggiore, il Generale Rudskoy che ha parlato anche di massicci attacchi aerei, il 22 ottobre, a cui sono stati sottoposti i quartieri residenziali negli insediamenti di Karakosh a 20 chilometri a est di Mosul e Khaznah, a 15 chilometri a est. L’air force degli Stati Uniti il 23 ottobre ha lanciato bombe sugli insediamenti di Karakcharab, che si trova a 17 chilometri a nord di Mosul, e Ash-Shura a 34 chilometri a sud.

È stato distrutto un gran numero di edifici, ha aggiunto Rudskoy. Secondo il Generale, le vittime delle azioni della coalizione guidata dagli USA negli ultimi tre giorni sono state più di 60 civili, tra i quali ci sono i bambini, più di 200 persone sono state colpite. I militanti dell’IS continuano a spostarsi dall’Iraq alla Siria. Così, in Siria a Day-ez-Zor 300 estremisti sono morti, ha detto Rudskoy.

Egli ha sottolineato che la Russia sta monitorando attentamente la situazione nella zona siro-irachena del confine con droni e altri strumenti di intelligence, ci sarà fino a quando non noterà il successo di intenti della coalizione per la liberazione di Mosul.

L’operazione per la liberazione di Mosul, nel nord dell’Iraq dall’IS, che ha conquistato la città nel 2014, è in corso dal 17 ottobre. In essa sono coinvolti militari iracheni, una milizia locale, curdi peshmerga, e anche l’aviazione USA della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti.

Fonte: Pars Today

Aleppo: Lavrov, inaccettabile blocco forniture umanitarie

MOSCA – Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha detto al suo omologo tedesco Frank-Walter Steinmeier che le azioni del Fronte Nusra e dei gruppi che hanno aderito al blocco delle forniture umanitarie per Aleppo orientale sono inammissibili.

Ministro russo Lavrov con collega tedesco
Ministro russo Lavrov con collega tedesco

Lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo. I ministri hanno discusso della situazione siriana durante una conversazione telefonica. Lavrov e Steinmeier hanno concordato di mantenere un dialogo regolare tra ministeri degli Esteri russo e tedesco su tutti gli aspetti della questione.

Nota: I difensori dei “diritti umani” che accusano gli altri di “crimini di guerra” commettono massacri di civili in tutti i posti del Medio Oriente dove intervengono, dall’Iraq alla Siria allo Yemen.

Oggi è toccato ad una scuola a Mosul, qualche giorno prima  su Kirkuk con il massacro dei partecipanti ad un corteo funebre, il giorno precedente  ad Hassadjek, in Siria e nelle tante altre incursioni fatte dalla coalizione guidata dagli USA intervenuta nel paese arabo (senza alcun mandato ONU). Si tratta di quella stessa coalizione che ha prodotto centinaia di vittime civili ed ha volutamente distrutto le infrastrutture del paese arabo (centrali idroelettriche e ponti sull’Eufrate), senza alcuna giustificazione che non quella di punire il popolo siriano per non essersi piegato alla volontà dei dominatori USA. Un monito per altri che vogliano seguirne l’esempio.

“Vi faremo tornare all’età del bronzo”, avevano avvisato i capi del Pentagono. Stanno mettendo in pratica la loro “promessa”.

L.Lago

 

 

 

 

*

code