"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Iran, Larijani: Siria e’ sotto tiro perche’ resiste a Israele

Teheran – La Siria è stata presa di mira a causa della sua resistenza alle politiche di aggressione israeliane, l’ha detto il presidente del parlamento iraniano (Majlis).
La Siria e’ in prima linea del fronte anti sionista nella regione, e cio’ ha fatto si’ che questo paese viene trascinato in un feroce e sanguinoso conflitto, lanciato dai sostenitori regionali e extra regionali del regime d’occupazione israeliano e “, ha detto Ali Larijani in un incontro con il ministro della Difesa siriano Fahd Jassem al-Freij, prima di lasciare Tehran al termine di una visita ufficiale di due giorni.

Citato dall’IRIB, Larijani  ha elogiato il popolo siriano, il governo e le forze armate di questo paese per aver mostrato una lodevole e storica resistenza durante gli ultimi quattro anni contro i gruppi terroristi armati fino ai denti. Inoltre ha invitato i paesi del Medio Oriente a contribuire a contenere le attivita’ estremiste, dicendo che se i paesi della regione continuano a mantenere un ruolo passivo di fronte al terrorismo, la stabilità e la tranquillità di tutta la regione sarà messa in serio pericolo. Larijani in fine ha definito costruttivi e amichevoli i rapporti tra Tehran e Damasco.

Siria chiede aiuto all’Iran nella guerra al terrorismo

Teheran – La Siria chiede il sostegno della Repubblica islamica nella sua guerra contro gruppi terroristi che seminano morti e distruzioni nel paese mediorientale auspicando un ulteriore rafforzamento delle collaborazioni con l’Iran la sopratutto nel campo di difesa e sicurezza.
“Noi ci siamo messi d’accordo sulle prossime misure da prendere insieme per far fronte al terrorismo”, ha dichiarato il ministro della Difesa, il generale Fahd al Freij, citato dall’agenzia di stampa ufficiale Sana dopo una visita di due giorni in Iran. “E’ importante intensificare gli sforzi per affrontare il terrorismo, in particolare dopo l’escalation di questi ultimi mesi”, ha aggiunto. Questo mentre l’esercito di Damasco e’ nella guerra contro gruppi armati estremisti che vengono sostenuti da paesi stranieri, in primis gli Usa e loro alleati regionali e non.

Fonte: Italian Irib

*

code