"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Intervista di Ouday Ramadan alla TV siriana

Tratto dall’intervista rilasciata da Ouday Ramadan*, italosiriano, alla TV Siriana:

….Sbaglia chiunque pensi che gli Stati Uniti ed i loro valvassori europei stiano combattendo il terrorismo.
La stessa Clinton si vanta di avere creato e appoggiato i terroristi di Alqaeda insieme ai talebani.
Come fanno a combattere il terrorismo, se lasciano prosperare a casa loro migliaia di centri di aggregamento, per wahabiti e salafiti senza alcun controllo?

Come fa l’Italia a combattere il terrorismo, dal momento in cui, i finanziatori del terrorismo sono diventati padroni della stragrande maggioranza delle aziende italiane.
Se non sbaglio persino molte delle squadre calcistiche italiane sono di proprietà del Qatar, sponsor ufficiale dei wahabiti e salafiti.

I popoli europei sono impegnati alla ricerca del lavoro scomparso.
Molte delle famiglie europee non riescono a sbarcare il lunario.
L’Europa è occupata militarmente dagli USA da oltre settant’anni, e non solo militarmente, anche culturalmente.
Lo sai che la TV italiana è stata obbligata a trasmettere da settant’anni , i film ed i programmi di vera spazzatura americana, oscurando capolavori cinematografici italiani.

L’Europa è una colonia americana, e chi non possiede la propria sovranità, non potrà mai aiutarti a conservare la tua.
Perciò, non dobbiamo sperare nel loro aiuto.
Per liberarci da questo mostro wahabita dobbiamo contare soltanto sul fucile dei nostri soldati e l’aiuto dei nostri alleati…..”

Tratto dalla mia intervista rilasciata a Damasco alla TV siriana.

Non è un addio ma un arrivederci a presto Damasco.

* Siriano, figlio di un importante intellettuale alawita (Hassan Ali Ramadan, nda), Ouday Ramadan vive da anni in Italia dove è stato per due mandati consigliere comunale di Cascina . Il dr. Ouday è intervenuto a diversi convegni sulla Siria ed ha partecipato a manifestazioni in appoggio del Governo di Bashar al-Assad ed è stato spesso interpellato come opinionista in merito alla guerra civile che da cinque anni infiamma la Siria.
In altre precedenti dichiarazioni Ouday ha sempre specificato : “Non sono membro del governo, né ho contatti con Assad”, per sottolineare la sua posizione di cittadino siriano indipendente ed appassionato alle vicende del suo paese.

*

code