"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Iniziata la grande offensiva siriana su Aleppo. Terroristi fuggono travestiti da donna

Come preannunciato, è iniziata oggi la grande offensiva dell’ Esercito Siriano sulla zona di  Aleppo. Terroristi takfiri  fuggono travestiti da donne per sottrarsi alla resa dei conti.

Questa mattina, sulle alture di Azzan,nella zona sud di Aleppo, si è sviluppata la grande offensiva dell’Esercito siriano con l’appoggio dei combattenti Hezbollah, dei reparti iraniani delle Guardie della Rivoluzione e di volontari delle milizie sciite irachene.

Secondo le fonti militari, le forze siriane/iraniane hanno preso il controllo delle zone di Ebtin, Hadadin al-Garbiyeh, di al-Kassarat e al- Madajen, dopo aver inflitto dure perdite ai gruppi terroristi takfiri che occupavano la zona.
L’aviazione russa e siriana ha completato il lavoro bombardando le colonne in fuga dei terroristi e mitragliandole con elicotteri Mi-24.

Contemporaneamente un’altra brigata dell’esercito siriano è’ avanzata verso Daraa (sud est del paese), prendendo il controllo di buona parte della zona e sbaragliando il gruppo terrorista di Al-Nusra, un gruppo armato e protetto da americani, israeliani e sauditi, che ha lasciato un grosso numero di miliziani uccisi sul terreno che non hanno fatto in tempo a fuggire.

Carro armato siriano

Il comando siriano ha comunicato che sono stati uccisi anche alcuni ufficiali sauditi e 3 elementi turchi, appartenenti ai servizi segreti di Ankara, che erano infiltrati tra i terroristi. Fra questi l’ufficiale saudita Saijr al-Salmi, il cui decesso è’ stato confermato anche dalle autorità’ saudite che hanno ammesso per la prima volta la presenza di militari sauditi fra i gruppi terroristi. In passato Rijad negava la presenza di propri ufficiali nei gruppi terroristi.

Una discreto numero di terroristi, alcune migliaia,  risulta che, presi dal panico,  hanno  disertato, abbandonato le armi ed hanno tentato la fuga verso il confine con la Turchia prima che questo venga chiuso per l’avanzata delle forze siriane.  Si sa che questi terroristi cercheranno di infiltrarsi fra le migliaia di profughi in fuga verso l’Europa.  Alcuni dei terroristi, di nazionalità’ saudita, turca, libica ed egiziana sono stati catturati mentre si erano travestiti  da donna , dopo aver raso la barba, nascondendosi sotto lunghe vesti femminili. Catturati e fotografati dall’Esercito siriano.

I terroristi takfiri che operano in Siria sono in grande maggioranza arrivati nel paese attraverso la Turchia, con la complicità dei servizi di intelligence di Ankara e dell’Esercito turco, finanziati dall’Arabia Saudita (e dal Qatar)  che provvede a pagare anche i salari mensili, armati ed addestrati in buona parte dagli USA e dalla CIA (come ammesso dalle stesse autorità USA) costituiscono una armata mercenaria che contra circa 85 nazionalità di provenienza, fra queste moltissimi sauditi, libici, egiziani, tunisini ed anche alcune centinaia di europei.
Inoltre è stata segnalata anche la presenza di circa 2000/2500 ceceni di lingua russa, che sono obiettivo privilegiato delle forze russe che hanno l’ordine di catturarli vivi o morti. I gruppi principali sono quelli di al-Nusra (collegato ad Al Qaeda), appoggiato anche dai paesi occidentali e da Israele, l’ISIS (Stato Islamico o Daesh) ed altri gruppi minori come Ahrar Sham, FSA e Fronte del Levante che si stanno sciogliendo come neve al sole di fronte l’offensiva congiunta siriana,iraniana, Hebollah e russa.

Il comando delle forze aeree russe ha intanto annunciato che le operazioni aeree si sono intensificate in tutto il paese è l’aviazione russa e siriana hanno condotto fino a 100 attacchi su vari obiettivi prendendo di mira le posizioni di tutti i gruppi terroristi, i depositi di armi ed esplosivi, i campi di addestramento e gli automezzi utilizzati dai terroristi, fra questi anche i fuori strada della Toyota , armati con mitragliera e cannoncini, che erano stati acquistati nuovissimi, in alcune centinaia di unità, da funzionari americani e sauditi presso la casa giapponese e dati in dotazione ai terroristi, come risultato dalle testimonianze degli stessi funzionari della Toyota.

Il Ministero della Difesa russo ha comunicato che nei prossimi giorni che l’armata russa potrà’ utilizzate le navi nel Mediterraneo per lanciare attacchi missilistici contro le posizioni dei terroristi, come già’ avvenuto dal Mar Caspio.

Il conflitto in Siria ha prodotto fino ad oggi oltre 250.000 vittime, secondo i calcoli dell’ONU, immani distruzioni ed oltre 7/8 milioni di profughi.

Fonti:     Hispan Tv       Al Manar

Traduzione e sintesi:  Luciano Lago

Nella foto in alto: un terrorista takfiro travestito da donna

Nella foto al centro: un carro armato dell’Esercito siriano

*

code

  1. nessuno 1 anno fa

    Bene, bene……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo Bordogna 1 anno fa

    Eccoli qua gli eroici uomini del califfatto,eroici nell’uccidere donne e bambini e per uccidere solo per il piacere di farlo;sono arrivati gli Uomini veri quelli che vi faranno fuori uno ad uno,scappate vigliacchi,tanto anche se le truppe siriane non arrivassero in tempo a bloccarvi il passaggio in turchia,voi credete davvero che Erdogan vi farà passare?Quello è un vigliacco come voi e non avrà il coraggio di farvi passare,anzi,magari vi spara pure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. emilio borelli 1 anno fa

    Come al solito Luciano la Storia – poca memoria e ignoranza della medesima – si ripete… erano più o meno i tempi di Carlo V, il quadrante geografico la Reggenza di Algeri, il travestimento è sempre stato lo strumento dei pusillanimi, e come ci siamo abituati a tanti “travestimenti”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace