"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Inchiesta sulle ONG, procuratore Catania: “Volontà di destabilizzare l’economia italiana”

“Volontà di destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi”

A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga”. Così Carmelo Zuccaro, procuratore di Catania, ai microfoni di Agorà su RaiTre.
“Forse la cosa potrebbe essere ancora più inquietante – ha aggiunto Zuccaro – si perseguono da parte di alcune Ong finalità diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi”.
Alla domanda sui possibili allarmismi, Zuccaro ha risposto: “Se l’informazione è corretta questo corto circuito non si può creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione”. askanews

Procuratore di Catania: “Abbiamo prove dei contatti tra scafisti e alcune Ong”

Qui questa enorme massa di persone «sta creando problemi di ordine pubblico e crisi di carattere criminale – spiega Zuccaro – che potrebbero influire sul tessuto sociale delle popolazioni. Catania a proposito dei reati di tratta, e di tratta minorile in particolare, ha più procedimenti di Roma, anzi ha il dato più alto in Italia; e poi ci sono i problemi del caporalato, quelli della gestione del denaro per l’accoglienza e l’ospitalità, che lasciano intravvedere fatti gravi».

E dunque, siccome l’anno scorso di migranti ne sono arrivati 181 mila, e quest’anno si prevede che saranno almeno 250 mila, il fenomeno va osservato sotto tutti i punti di vista e quello giudiziario ha un peso enorme. Come un peso enorme, da poco più di un anno, hanno le Ong – le organizzazioni non governative – che stanno con le loro navi, qualcuna anche con droni e aerei, a pattugliare il tratto di Mediterraneo davanti alla Libia. Perché sono lì, come si finanziano, hanno contatti diretti con i trafficanti?

Sbarco migranti a Catania da nave ONG

«Su Ong come Medici senza frontiere e Save the Children davvero c’è poco da dire – dice Zuccaro – discorso diverso per altre, come la maltese Moas o come le tedesche, che sono la maggior parte» (cinque delle nove Ong schierate in mare, c’è poi la spagnola Proactiva Open Arms). Le buone e le cattive, dunque: «Abbiamo evidenze che tra alcune Ong e i trafficanti di uomini che stanno in Libia ci sono contatti diretti – dice Zuccaro – non sappiamo ancora se e come utilizzare processualmente queste informazioni ma siamo abbastanza certi di ciò che diciamo; telefonate che partono dalla Libia verso alcune Ong, fari che illuminano la rotta verso le navi di queste organizzazioni, navi che all’improvviso staccano i trasponder sono fatti accertati».

Come abbia queste informazioni, il procuratore non lo dice; ma che l’agenzia dell’Ue Frontex nel suo rapporto «Risk analysis 2017» abbia definito «taxi» alcune Ong e che i servizi segreti italiani in Libia abbiano notizie dettagliate e di prima mano non è un mistero. Ed è probabilmente per questo che Zuccaro parla di prove che non è possibile utilizzare in un processo.

Fonte: Imola Oggi

Vedi anche: Trafficanti Affari e politica:” Tutta la verità sulle ONG”

Nota: Con molto ritardo vengono fuori le  verità inconfessabili sul traffico di clandestini, sul favoreggiamento delle organizzazioni mafiose, sul piano di invasione della penisola. Meglio tardi che mai…….

*

code

  1. dolphin 8 mesi fa

    Tutto questo con l’appoggio incondizionato del governo, se non é questo alto tradimento, cosa lo é !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. dolphin 8 mesi fa

    Voglio sapere: quando ci saremo resi conto della gigantesca inculatura che ci stanno rifilando, come faremo a rimandare indietro questa gente, considerando che tra loro ci possono essere propabili terroristi in grado di mettere a ferro e fuoco una nazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 8 mesi fa

    A mio modesto avviso un magistrato non dovrebbe mai parlare ma agire, quindi considero le esternazioni del procuratore di Catania una fuga di notizie. Chi ha orecchie per intendere…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alessandro 8 mesi fa

      Esatto….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Michele 8 mesi fa

      A me pare la scoperta dell’acqua calda …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alessandro 8 mesi fa

        È un avviso ai naviganti che l’Italia ha già dato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Michele 8 mesi fa

          Ma allora i nostri governanti sono solo fantocci messi lì per autodistruggere la nazione che dovrebbero governare? Se 2+2 fa 4 …

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Citodacal 8 mesi fa

            L’attuale classe dirigente non ha calato i calzoni: in ossequio al libero mercato ha scelto di guadagnare uno stipendio con un altro datore di lavoro (anche se direttamente glielo paghiamo noialtri), operando per la logica della globalizzazione secondo la quale a dover calare i calzoni saranno poi gli italiani. Benché moralmente debbano essere ritenuti traditori, formalmente potrebbero non esserlo nemmeno, poiché nessuno ha mai eletto gli ultimi Presidenti del Consiglio (un ostacolo è la Costituzione e infatti hanno cercato di cambiarla). Allo stato attuale l’Italia non possiede un governo degno di questo nome, quanto una banda di cani da gregge che seguono, coerentemente, gli ordini del pastore.

            Mi piace Non mi piace
          2. Giorgio 8 mesi fa

            Invece di trattare argomenti remoti e lontani da noi si dovrebbe studiare a fondo l’ordinamento delle istituzioni del nostro paese invece di propalare assurdità.
            IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO è nominato da quello della repubblica e NON viene eletto.

            Mi piace Non mi piace
          3. Michele 8 mesi fa

            Argomenti remoti e lontani da noi??? !!! Se vive su Marte buon per lei ma qui, in Italia nel particolare, non si può fare a meno di notare che giorno dopo giorno la situazione nelle città, così come nelle zone rurali, è completamente fuori controllo. Siamo inoltre tutti d’accordo che è il presidente della repubblica che nomina il presidente del consiglio, qui nessuno lo sta negando, ma non notare le pressanti ingerenze bancarie nella nomina degli ultimi 4 governi mi fa capire che lei o uno stupido o un piddino (e quindi) in malafede. Cordiali saluti

            Mi piace Non mi piace
          4. Citodacal 8 mesi fa

            Benché le mie conoscenze in ambito giuridico siano piuttosto limitate, ovviamente non ignoro il ribadito in merito alla nomina (termine più consono di elezione) del Presidente del Consiglio; e tuttavia le cose, come è stato fin troppo evidente e come suggerisce lei Michele, non sono così lineari e scontate e il seguente articolo riporta qualcosa al merito: http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/12/15/governo-non-eletto-dal-popolo-dirlo-nella-terza-repubblica-non-e-cosi-sbagliato/3261687/, soprattutto in questo passaggio: “Si è fatta strada, per molte ragioni e con l’avallo di larghissima parte delle forze politiche, una gestione emergenziale ed eccezionalistica della crisi di governo (le spinte europee, la dittatura dello spread, il rating) in cui il Presidente della Repubblica ha assunto un ruolo non più ‘notarile’ o ‘arbitrale’, ma attivo, talmente attivo da presiedere alla formazione dei governi e dettarne l’agenda. Qualcuno parlerebbe di un ‘motore di riserva’ che ha dato origine a una sorta di ‘monarchia repubblicana’, tanto che lo stesso Napolitano, protagonista di una “accresciuta innegabile influenza presidenziale” (sono parole del renziano Francesco Clementi) ha poi parlato di “tornare alla normalità costituzionale” dopo la fase emergenziale del governo Monti. Ritorno che però a oggi non mi pare avvenuto. Certo c’erano stati altri ‘governi del Presidente’, ma spesso vissuti dall’opinione pubblica e da una parte della classe politica come tradimenti del mandato popolare. I continui strappi hanno trovato una normalizzazione, hanno sfondato ogni resistenza e aperto alla Terza Repubblica, prima con Monti, e definitivamente con la rielezione di Napolitano avvenuta coram populo”.

            Mi piace Non mi piace
    3. @Giorgio
      commento sublime

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Manente 8 mesi fa

    Finalmente c’è un “Giudice a Catania” ! Un uomo dello Stato che dice a chiare lettere quello che tutti sanno ma che nessuno osa dire, la oscena realtà di un traffico di clandestini organizzato e finanziato dal criminale internazionale Soros al fine di destabilizzare socialmente, economicamente e politicamente la “fortezza Europa” a vantaggio della dittatura globale delle lobby della finanza apolide eufemisticamente definita “nuovo ordine mondiale”. Un progetto perverso di cui la “immigrazione clandestina” è un passaggio importante al punto da essere messo nero su bianco in una “Direttiva Onu” che parla testualmente di “Immigrazione sostitutiva dei popoli europei”, necessaria per disgregare definitivamente le democrazie europee che questi mascalzoni considerano troppo “garantista”. In una simile realtà i deliri pseudo-buonisti della Boldrina, la finta accoglienza dei sicari della sinistra massonico-mondialista nostrana come Napolitano ed i suoi turpi sodali e la finta misericordia dell’anti-papa Bergoglio appaiono in tutta la loro valenza criminale e dimostrano che i più pericolosi nemici dell’Italia sono i farabutti che usano il potere che hanno usurpato per distruggere il Paese fin dalle fondamenta. Che Dio li maledica e che dia agli italiani la lucidità e la forza di liberarsi una volta per tutte dei loro aguzzini.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele Simonazzi 8 mesi fa

    Vi stanno soppiantando,I borghesi e I signori coi soldi non capiscono che LA delinquenza colpira’ tutti anche loro,e’ talmente tanta LA voglia di tradire il popolo che non se ne rendono conto,tra un po’ sara ‘ troppo tardi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 8 mesi fa

      E’ singolare la scomparsa di Boko Haram in Nigeria e la contemporanea presenza in Italia di centinaia di migliaia di nigeriani “profughi”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giorgio 8 mesi fa

    Alla distinta Redazione:
    chiedo formalmente la cassazione dell’ultimo commento a firma Michele a me rivolto, perché oltre che squalificare chi lo ha scritto squalifica anche chi lo ospita.
    Tanto vi dovevo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Michele 8 mesi fa

      Ma va là … la prenda con filosofia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace