"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il volto del Sionismo é fotografato nella chiesa (dei Pani e dei Pesci) bruciata al lago di Tiberiade

di Maurizio Blondet

Il Vero Volto del Sionismo (e dei suoi sostenitori)? Oltre ai genocidi di Gaza, alle persecuzioni dei palestinesi (in casa propria), al sostegno al terrorismo internazionale (di ISIS & al-Nusra armati nel Golan siriano occupato e curati in ospedali israeliani), anche la persecuzione dei cristiani in Terra Santa.

L’attacco alle chiese cristiane di Palestina é solo la punta dell’iceberg, l’apice delle corna del golem sionista.

La “Chiesa dei Pani e dei Pesci” di Tabga (sul lago di Tiberiade, o di Galilea, data alle fiamme all’alba del 18/6/2015) é un chiaro attacco a un importante simbolo della cristianità nella Palestina Occupata. L’autoritá israeliana arresta 16 coloni ebrei, ma subito li scarcera. Secondo l’organizzazione dei “Rabbini per i Diritti Umani”, dal 2009 sono stati ben 43 gli attacchi contro chiese, monasteri e moschee nella Palestina Occupata.

La chiesetta, che é uno dei luoghi sacri di Terra Santa visitato ogni anno da migliaia di pellegrini, é stata ricostruita in pietra calcarea nel 1980, sulle rovine della basilica bizantina del V secolo che sorgeva nel punto in cui secondo la tradizione cristiana N.S. Gesù Cristo sfamò oltre 5000 persone moltiplicando pochi pani e pesci. Attualmente la struttura é gestita dall’ordine dei frati benedettini tedeschi.

Un scritta, fatta con una bomboletta di vernice su un muro all’interno della chiesa situata sulla riva del lago di Tiberiade, chiede l’eliminazione da Israele degli adoratori degli ‘dèi pagani’. Il brano trascritto è tratto da una preghiera ebraica che viene pronunciata tre volte al giorno da ogni ebreo praticante.

«Morte agli arabi, ai cristiani e tutti quelli che odiano Israele». Questa è la scritta, sormontata dalla stella di Davide, che é stata invece lasciata su un ufficio dell’assemblea episcopale di “Nostra Signora di Gerusalemme”. La reazione dei vescovi cattolici locali: “Nostra Signora di Gerusalemme è una proprietà della Santa Sede e questa provocazione arriva a due settimane della visita di papa Francesco”, é riportato in un documento diffuso dal Patriarcato latino (cattolico).

“I vescovi – prosegue il documento – sono molto preoccupati per la mancanza di sicurezza e per l’assenza di reazione sulla scena politica e temono una escalation di violenza”. Di fronte all’assenza di azioni significative da parte delle autorità israeliane “i vandali sono arrivati a fare minacce personali”, denuncia la Chiesa cattolica, riferendosi alle recenti minacce di morte indirizzate, da un rabbino israeliano, al vescovo di Nazareth.

La polizia israeliana ha fermato, ma liberato poche ore dopo, 16 giovani coloni ebrei sospettati per l’incendio doloso nella chiesa di Tabgha. I giovani, erano stati trovati sulla spiaggia del mar di Galilea, poco distante dal luogo in cui sorge la chiesa, e sono tutti originari di colonie ebraiche, erette su terre palestinesi, che sorgono in aree adiacenti. Dieci di loro sono di Yitzhar, covo di estremisti ultraortodossi ed i cui abitanti si sono resi colpevoli di attacchi simili negli anni passati.

I delinquenti coloni ebraici hanno dato fuoco alla porta di legno del luogo monastico alle 4 del mattino. L’incendio si é presto propagato nel resto dell’edificio. Non risultano esserci vittime, ma alcune persone, monaci e personale addetto alla struttura, sono rimaste intossicate dai fumi tossici.

Testimoni del luogo hanno riferito che durante la notte i cartelli stradali, che indicavano le direzioni di accesso alla localitá di pellegrinaggio cristiano, erano state coperte e occultate in vario modo, per limitare ulteriormente l’afflusso eventuale di pellegrini anche durante la notte e le prime luci dell’alba, lasciando cosí intendere che si sia trattato di un piano ben organizzato e programmato, con la partecipazione attiova di più persone.

Un progetto criminale sostenuto da nutriti gruppi di persone, le quali sono consapevoli della propria immunitá e di essere sotto copertura politico-militare, perché sanno di poter godere di protezione ai piú elevati livelli istituzionali delle sfere di comando politico, militare e religioso israeliano.

Si tratta dell’integralismo suprematista e razzista sionista ebraico israeliano, che si manifesta nel genocidio perpetrato nei confronti della popolazione di Gaza, nelle persecuzioni, violenze ed espropri ai danni della popolazione palestinese del cosí detto ‘West Bank’, ossia della Palestina storica occupata, ma portato avanti anche a colpi di assalti a chiese e moschee, in episodi di vera e propria caccia all’arabo, da parte dei fanatici sostenitori di quell’Eretz Israel, l’inesistente (se non che nelle menti malate dei sionisti) Sacra Terra d’Israele.

Quell’Eretz Israel tanto caro e perseguito da Tel Aviv, che mentre perseguita e massacra il popolo autoctono palestinese in casa propria, contemporaneamente offre cure e rifugio negli ospedali israeliani ai terroristi mercenari jihadisti di ISIS e al-Nusra (Daesh e al-Qaeda), che bombarda lo Yemen e offre supporto ai bevitori di urina di cammello wahhabiti-sauditi, che tenendo al guinzaglio i piú feroci cani pazzi di Washington, minaccia la pace e la stabilitá del medioriente, promettendo guerre dolore e morte ai popoli del mondo intero.

Ma ogni causa produce un effetto, ed i folli che occupano militarmente le terre di Palestina, e minacciano quelle confinanti, subiranno uno tzunami di proporzioni tali che di tale entitá malefica la memoria verrá cancellata persino dai libri della storia futura. Non praevalebunt.

(SyrianFreePress.net)

Tratto da: Blondet & Friends

*

code

  1. giannetto 2 anni fa

    Stimatissimo Blondet, i semi fecondi del fanatismo ereditato da TUTTE le religioni di origine semitica stanno nei PRIMI “libri sacri” della PRIMA di loro. Ne sa abbastanza anche il Cristianesimo, e già basterebbe , per cominciare, la sua vergognosa intolleranza teologica da Costantino (o prima) a Giustiniano (e dopo)… Ma per fortuna umanitaria il barbaro semitismo del cristianesimo nascente (sarebbe più corretto dire: del “paolinismo”, col quale Il Cristo evangelico ha ben poco a che vedere ) fu a prezzo di durissime lotte svigorito, nei secoli, dalla civiltà classico-pagana, permanente àncora di salvezza dell’Europa contro il dilagare della violenza superstiziosa. Eppure non ci siamo ancor liberati da certe chicche di pensiero autenticate dagli ultimi papi, che già ci sovrastano veli e prostrazione islamiche, e last but not least sporadici (per ora) saggi di delinquenza religiosa ebraica, come se già non ci bastassero le estrinsecazioni sioniste!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Piero61 2 anni fa

    salve
    alla fine raccoglieranno quello che “seminano” da millenni: il loro odio cieco li annienterà…
    preghiamo perchè si possano salvare convertendosi al Cristo
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giannetto 2 anni fa

      Ma sì!! … preghiamo perché si possano “salvare”! Dove? in Paradiso? – Intanto però il loro odio cieco li annienterà (presumo in questo mondo)! – Complimenti! Abbiamo avuto fac-simile di sti lumi già durante l’Inquisizione. … che l’eretico si penta, onde possa salvarsi l'”anima”… intanto però gli bruciamo il … “corpo”… ma non glielo bruciamo noi, per carità!, ma il “braccio secolare”! Ma andate a farvi friggere con tutta la lagna delle vostre bagattelle!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Piero61 2 anni fa

        salve
        le ricordo che i roghi delle presunte streghe, li facevano i prostestanti…
        saluti e buona notte
        Piero e famiglia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. giannetto 2 anni fa

          Le ricordo Giordano Bruno, e che Giovanna d’Arco ancor grida vendetta dalle sue ceneri. Trova che la sua santificazione postuma è un ridicolo risarcimento, magari anche un po’ osceno (santificata, DOPO, dalla stessa istituzione che l’ha bruciata, PRIMA). – La bagattella che giustificava il suo massacro si chiamava “stregoneria”, e al suo tempo i protestanti non esistevano ancora. Saluti e buon giorno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Piero61 2 anni fa

            Giordano Bruno era un delinquente e assassino di cattolici in Inghilterra; Giovanna d’Arco l’hanno bruciata gli inglesi (nel caso se lo fosse dimenticato)…
            saluti
            Piero e famiglia

            Mi piace Non mi piace
        2. giannetto 2 anni fa

          I Suoi studi storici devono essere molto particolari. Gli inglesi che bruciarono Giovanna D’arco agirono da “braccio secolare” (le suona questo nome?) dell’Inquisizione. Certo fu una bella joint venture tra trono e altare. Però gli inglesi mica potevano bruciarla solo perché eran stati suonati dalla Pulzella sui campi di battaglia. Dunque misero in campo come false flag le bagattelle religiose, che però per i preti eran roba serissima, con l’Inquisizione del vescovo di Beauvais. Erano bagattelle buone per poterla arrostire. E fu sentenziata di stregoneria. Da chi? Dagli inglesi? Ma va là… còntala giusta! Potrei poi citarLe alla spicciolata altre bagattelle tipo il massacro dei Catari, gli auto da fé in Spagna.. l’ultimo giustiziato per eresia si ebbe in vita di Voltaire! Tutte bagattelle. Giordano Bruno sterminatore di cattolici? Ma quando? Si suppone, ma va provato, che ci fosse il suo zampino nella denuncia del complotto che portò al patibolo la Stuarda. Oltre ai cattolici, il Bruno, che ragionava con i lumi dell’intelletto, odiava pure i protestanti. — Quando leggo qua e là certe cose trovo che in fondo Odifreddi è in genere troppo bistrattato dall'”informazione alternativa”…. progressista, sì, ma succube assai spesso di strani ritorni “spiritualistici” (chiamiamoli così).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Piero61 2 anni fa

            salve
            continui pure a “studiare” su repubblica o la7…le auguro una buona domenica…
            saluti
            PIero e famiglia

            Mi piace Non mi piace
      2. Jack 2 anni fa
        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Idea3online 2 anni fa

    Il mondo ha subito una marcata divisione religiosa, dopo il diluvio, un gruppo seguaci di Nimrod uomini contro Dio, uomini senza fede, i più aggressivi del pianeta. In seguito la promessa di una cellula in armonia con Dio trasmessa da Abramo in Isacco. Però Ismaele altro figlio di Abramo fu il primo degli Arabi. Dio dopo il diluvio ha mantenuto il controllo su degli uomini, non che gli stessi erano privilegiati, ma decisero di amare il loro Creatore, ma mantenuti privilegiati sino al Messia ed un piccolo gruppo di Ebrei lo è sempre e sempre lo sarà, ed ecco che Paolo divide ulteriormente la struttura iniziata con Abramo. Paolo o chi per lui, Paolo o altro evangelizzatore, anche se non dovesse chiamarsi Paolo. Sicuramente la venuta del Messia ha scisso l’ovile in due gruppi, gli ebrei naturali ed i pagani, o i circoncisi e gli incirconcisi. Anche se a dire il vero prima del Messia gli ebrei erano divisi in dure gruppi, tra samaritani e giudei, 10 tribù seguirono Geroboamo. In poche parole la Giudea fu la tribù del Messia.
    Ma il Potere è Potere, lo era prima e lo è adesso. L’Epidermide del Potere è la religione, ma se per un attimo stacchi la pelle di rivestimento ci rendiamo conto che oltre la corteccia i vasi conduttori si alimentano in terreni e ambienti che poco hanno a che fare con la legge di Dio.
    Paolo o chi per lui, cercava di convincere che la struttura o albero della salvezza, era radicato in Abramo sulla Legge, ma che un nuovo albero, era stato piantato ed era radicato sulla Fede. La Legge degli Ebrei era sino a Gesù Cristo, la Fede era di tutti anche dei Pagani.
    Ed ecco la divisione, che mandò su tutte le furie il Potere, prima Gesù, e dopo Paolo continuò a mettere la spada per scindere il piccolo gregge dal grande. Ma il Potere non amava le persone ma amava possedere gli uomini.
    Da Paolo derivano tutte le religioni che radicano il loro insegnamento in Gesù, incominciando dalle Chiese rito cattolico e ortodosso, a seguire dai protestanti made Germania prima e USA dopo.
    Oggi dopo il diluvio, ci sono gli Ebrei in Mosè, gli Arabi, gli Ebrei in Cristo, ed i pagani in Cristo.
    Tante religioni, ma quelle che oggi contano sono:
    Ebrei in Mosè
    Arabi
    Ebrei in Cristo
    Pagani in Cristo(Chiesa Cattolica e Ortodossa).

    Tra questi i più potenti quelli che hanno formato una super struttura sono Ebrei in Mosè(alleati al potere di Cesare) che amano il potere finanziario, il loro controllo è finanziario. L’altro gruppo sono la Chiesa Cattolica e Ortodossa Pagani in Cristo(alleati al potere di Cesare) che amano il potere religioso e finanziario ma meno potenti, il loro controllo è religioso.

    Di solito chi ha il potere finanziario a quote di minoranza o maggioranza in tante altre religioni sia protestanti che non, per non permettere mai che la verità esca dal tappo. E’ tutto sotto controllo.

    Questi due poteri il primo derivato da Mosè(la Legge), ed il secondo da Paolo(la Fede) a volte si alleano, quasi sempre escludendo le Crociate ed altri episodi. Il Potere si alimenta cibandosi dell’ignoranza delle masse. Ma a volte sono in guerra come in quest’ultimo decennio. La divisione tra questi due gruppi si farà sempre più marcata perchè adesso al centro hanno inserito l’ISIS, che pilotata dal potere finanziario deve attaccare il potere del Vaticano, forse tutti questi arabi in Italia hanno lo scopo di alimentare un processo di arabizzazione dell’Italia, ma non è un caso, in Italia risiede il Vaticano.

    Il Vaticano non è la Libia, non è Gheddafi, il Vaticano è una super struttura religiosa, che insieme al potere finanziario sono dentro e determinano la geopolitica del Pianeta insieme a Cesare o Nimrod.

    Il Potere Finanziario con le sue religioni made in Usa è alleato del Cesare Occidentale, il Potere Religioso nelle mani del Vaticano probabilmente si alleerà al Cesare Orientale.

    Tutto questo è Potere, Abramo e Mosè non hanno niente a che fare con il potere finanziario, altrettanto Gesù e Paolo non hanno niente a che fare con il potere religioso.

    Ma dentro al Potere ci sono uomini di buona volontà.

    Per adesso rimettiamo l’epidermide al suo posto, cerchiamo di non capire, forse è meglio. Adesso che è tutto in ordine ricordiamoci che alla fine capiremo chi sono i veri ed i falsi, infatti Gesù disse in:

    Matteo 24:26-28

    Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete. Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.

    oppure in Luca 17:34-37

    Vi dico: in quella notte due si troveranno in un letto: l’uno verrà preso e l’altro lasciato; due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l’una verrà presa e l’altra lasciata». Allora i discepoli gli chiesero: «Dove, Signore?». Ed egli disse loro: «Dove sarà il cadavere, là si raduneranno anche gli avvoltoi».

    C.E.I./Gerusalemme

    Rispondi Mi piace Non mi piace