"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il vocabolario italiano di pulizia etnica legato a Soros

di Cristina Amoroso

Su input dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr), di cui era portavoce la presidente della Camera, Laura Boldrini, nasceva l’associazione Carta di Roma nel dicembre del 2011, per dare attuazione al protocollo deontologico per una informazione corretta sui temi dell’immigrazione, siglato dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti (Cnog) e dalla Federazione Nazionale della Stampa italiana.

La Carta di Roma inizia il suo iter, richiamata su Facebook dalla Presidente della Camera che ne sottolinea l’importanza, per l’opinione pubblica che “forma le proprie convinzioni attraverso i media… perché il livello di coesione di una società dipende anche dall’uso corretto e responsabile delle parole.

Laura Boldrini e l’associazione Carta di Roma continuano a difendere una corretta informazione sui temi dell’immigrazione, proponendo in un glossario termini corretti da utilizzare, come “richiedente asilo”, “rifugiato”, “avente diritto alla protezione internazionale” e “migrante irregolare”.

Non è tanto importante che i nuovi termini proposti facciano sorridere chi si esprime comunemente con termini come vucumprà, clandestini, extracomunitari, terroristi islamici, oppure abbiano causato prese di posizione come quella di Matteo Salvini che in un post su Fb del 21 febbraio parla di associazione buonista, di boldriniana “pulizia etnica lessicale”, con una calata di tono seguita da un’altrettanta calata di tono del presidente dell’associazione Carta di Roma che esordisce nell’editoriale della prima pagina dell’Unità: “Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, è uno stronzo. E anche se, per questa affermazione ingiuriosa, un giudice dovesse condannarmi, mi sentirei in obbligo di ripeterla”.

Acquista maggior peso la home page dell’associazione Carta di Roma.org, che in alto a sinistra riporta il logo dell’Agenzia dei rifugiati delle Nazioni Unite (Unhcr) e in alto a destra il logo della Open Society Foundation, il cui fondatore e filantropo è George Soros.

Acquistano maggior peso pagine web di giornalisti stranieri che parlano della Carta di Roma come di un’associazione fondata con i soldi di Soros. Così l’articolo di Thomas Williams, attivo a Roma dal 2014 come l’uomo di Breitbart, la testata di estrema destra diretta dal consigliere politico di Donald Trump, Steve Bannon, discusso sito web che sta per aprire i battenti anche in Germania e in Francia. Il giornalista parla dell’associazione Carta di Roma, “an italian lobby group”, finanziata da Soros che sollecita i giornalisti ad un vocabolario di pulizia etnica.

Poco prima della presentazione del Quarto Rapporto della Carta di Roma alla Camera dei Deputati il 19 dicembre scorso, introdotta dal saluto di Laura Boldrini, Presidente della Camera dei deputati del Parlamento italiano, Putin ufficialmente dichiarava il miliardario George Soros uomo ricercato in Russia, citando lui e le sue organizzazioni come “una minaccia alla sicurezza nazionale, e l’Ungheria prevedeva di reprimere e spazzare via le organizzazioni non governative legate al miliardario Soros.

Dopo la Russia e l’Ungheria anche la Macedonia si appresta ora a vietare tutti gli Enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito è stata lanciata l’operazione Sos, Stop Operation Soros, con la motivazione che le organizzazioni finanziate da Soros hanno monopolizzato la società civile in Macedonia e sopprimono tutte le notizia che il magnate ungherese ritiene scomode. Una pesante accusa è fornita dal capo editore dell’agenzia statale di notizie, Mia news, secondo cui la fondazione Open Society di Soros danneggia l’indipendenza della Macedonia.

Sta di fatto che Soros da tempo cerca di destabilizzare governi democraticamente eletti, finanziando proteste che portano a guerre civili come in Ucraina. L’Italia farebbe bene a tutelarsi da interferenze nefaste di organizzazioni che non solo operano apertamente alla luce del sole ma sono anche all’interno delle istituzioni.

Fonte: Il Faro sul Mondo

*

code

  1. PieroValleregia 8 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 8 mesi fa

    “Il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, è uno stronzo. E anche se, per questa affermazione ingiuriosa, un giudice dovesse condannarmi, mi sentirei in obbligo di ripeterla”.
    Questo signore si permette di rilasciare una simile affermazione certo dell’impunità, in uno stato normale mai si sarebbe permesso una tale licenza: vergogna, vergogna. vergogna!

    Consiglio la lettura di: http://sakeritalia.it/europa/francia/la-politica-internazionale-della-francia/

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 8 mesi fa

      E’ da un pezzo, quindi l’articolo che ci ospita è in ritardo, che vado ripetendo che Trump dovrebbe inviare Soros in Russia o nelle altre nazioni già indicate.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. THE ROMAN 8 mesi fa

        Caro Giorgio, cominci decisamente a piacermi !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Renè 8 mesi fa

    I compagni pensano che “1984” di Orwell non sia un romanzo di denuncia del comunismo, ma un manuale d’istruzioni, specialmente il capitolo sulla “Neolingua” . In quanto alla Carta di Roma è chiaramente un’associazione eversiva che mira a negare la libertà di parola.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 8 mesi fa

      Renè, io sono una compagna non del PD, che quello è il nuovo partito dei democristiani, cioè il tuo per la precisione, come compagna penso e affermo che un sistema comunista non potrebbe mai essere quello di cui parla Orwell, che è roba per questi che siamo ora, un regime che controlla la massa sterminata dei polli, roba tua, dei ricchi, dei potenti, si dichiarino pure di destra, di sinistra, di centro, di sopra, di sotto, sempre quelli sono, stai accecato forte se non li vedi solo perché si cambiano il vestito, svegliati ciccio bello!
      Il comunismo è per essere superiori, non quello che siamo ora, per quello che siamo ora questo che vedi è quello che sappiamo fare, autoeliminarci, altro che esseri superiori, siamo peggio delle bestie, che pure hanno più istinto di conservazione di noi, pensi di essere migliore perché hai la lavatrice, o l’auto? Ma se non sai nemmeno vivere! Non riconosci nemmeno le persone se solo cambiano vestito! Tu sei un essere superiore adatto al comunismo? No? E allora di che parli? Di quali “compagni” vai cianciando, dov’è questa “sinistra”? Adesso mi elenchi i valori dei “compagni”, vediamo cosa salta fuori, mettiamo nero su bianco.
      Sono millenni che comandano i ricchi, sempre e solo loro, e sono millenni che le cose belle le hanno fatte loro, le brutte i poveracci, che non riescono nemmeno ad arrivare a sera, ma andate a cagare!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 8 mesi fa

        Renè, tu e quelli come te mi ricordate mio nipote che a 3 anni prese la scopa e ruppe il vetro in alto della porta del bagno, davanti ai rimproveri disse “è stata lei” indicando la sorellina di 8 mesi sul seggiolone che si sgranocchiava un pezzo di pane.
        Un poco di dignità, prego.
        Se due potenti si contendono lo scettro imperiale usando il popolo come arma, non è che è il popolo avrà lo scettro, no?
        Quindi, chi sono le due fazioni in lotta, tutte due imperialiste, anche se una si è vestita dei colori dell’ arcobaleno?
        Guarda in alto…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 8 mesi fa

          Soros si è vestito con i colori dell’arcobaleno, buonanotte suonatori!
          Povero arcobaleno.
          Una volta c’erano le nuvole, oggi ci sono le chemical train, oggi è tutto OGM, oggi dobbiamo vedere che il mondo è stato modificato, ma dobbiamo avere il coraggio di guardare, di prendere coscienza di cosa ci stanno facendo! Meglio non capire, non sapere, vero?
          Mia mamma, contadina, donna praticissima, concreta, piedi ben piantati per terra, mi disse, alle 9, 20 di mattina nel mese di agosto il sole batteva sull’armadio in quel punto lì, lo so perché per anni ho dovuto socchiudere gli scuri per proteggerlo, adesso il sole in agosto batte in quel punto alle 10 passate, gli scuri li chiudo più tardi. Non uno sguardo perplesso, o curioso, solo CONSTATAZIONE BANALE DEI FATTI, io non ho pensato fosse scema, impazzita, ho pensato, lei è una attenta osservatrice, quindi, cosa sta succedendo?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. pepo 8 mesi fa

            anche a me sembrava l’estate scorsa che il sole spuntasse più vicino al nord del solito, in montagna, perché lo guardo da 35 anni. Poi mi son detto che non è possibile che si sia spostato l’asse terrestre senza alcuna conseguenza… almeno apparente… non ho detto niente a nessuno, per paura di essere preso per matto

            Mi piace Non mi piace
          2. Tania 8 mesi fa

            GLI ANZIANI INUIT SCRIVONO ALLA NASA: L’ASSE TERRESTRE SI E’ SPOSTATO!

            marzo 8, 2015 20:53 pm Pubblicato da Enzo Ragusa
            La tribù degli Inuit sono gli indigeni che vivono nell’Artico canadese, Groenlandia, Siberia e Alaska. I più anziani della tribù hanno scritto al National Space and Aeronautics Administration (NASA) per comunicare loro che l’asse terrestre si è spostato. Gli anziani non credono che le emissioni di carbonio provenienti dagli esseri umani stiano causando i cambiamenti climatici in corso.

            Il cielo è cambiato, rivendicano gli anziani Inuit.

            Gli anziani della tribù degli Inuit hanno notato cambiamenti climatici nello scioglimento dei ghiacciai, nel deterioramento della pelle di foca, e la lenta scomparsa del ghiaccio marino. Attribuiscono questi cambiamenti climatici a cambiamenti avvenuti nel cielo. Gli anziani della tribù sostengono che il sole non sorge più dove erano abituati a vederlo sorgere. I giorni si riscaldano più velocemente e durano più a lungo. Anche le stelle e la luna sono in punti diversi nel cielo e questo influenza le temperature. Si tratta di una popolazione che si basa sul collocamento della luna e delle stelle per la loro sopravvivenza in quanto vivono nel buio totale durante un lungo periodo dell’anno.

            Gli anziani dicono che non sono più in grado più prevedere il tempo, come lo hanno fatto in passato. Osservano che i venti caldi stanno cambiando le zone innevate, rendendo la loro capacità di navigazione e via terra più difficile. Inoltre le popolazioni di orsi polari sono in aumento, il che fa sì che gli orsi vagano spesso nei quartieri degli Inuit.

            Ciò che gli scienziati riferiscono.

            Il 20 aprile 2011, la CNN News riferisce che un fortissimo terremoto ha spostato l’isola principale del Giappone di 8 piedi (2,4 metri), spostando la Terra sul suo asse. Hanno citato Kenneth Hudnut, geofisico della US Geological Survey, come dire, “A questo punto, sappiamo che una stazione GPS si è spostata (8 piedi), e abbiamo visto una mappa del GSI (Geospatial Information Authority) in Giappone, che mostra il modello di spostamento su una vasta area che è coerente con lo spostamento della massa della terra”.

            Hanno citato l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia in Italia, che ha stimato che “il terremoto di magnitudo 8,9 ha spostato il pianeta sul suo asse da quasi 4 pollici (10 centimetri).” Gli astronomi concordano sul fatto che non vi è stato uno spostamento dell’asse di rotazione terrestre, ma che ci sono stati cambiamenti polari sottili negli ultimi dieci anni. Questo è un cambiamento in quello che viene chiamato asse di figura.

            Questi cambiamenti sono causati dalla deriva dei continenti, che stanno spostando la posizione del Polo Nord verso sud di circa 10 cm l’anno negli ultimi 100 anni. Squadre presso l’Università del Texas con GRACE, satellite della NASA, hanno scoperto che la normale deriva del Polo Nord verso quello Sud è cambiato nel 2005 e da allora, la deriva si dirige verso est. Hanno rilevato un cambiamento di 1,2 metri dal 2005 al 2013. Essi concludono che lo spostamento è causato dai cambiamenti climatici causati dal riscaldamento globale.

            Le immagini rilasciate dalla NASA che mostrano la costa nord-orientale del Giappone prima, a sinistra, e dopo l’allagamento dello tsunami indotto dal fortissimo terremoto.

            Circa il popolo Inuit o Eschimo

            Il popolo Inuit vive nel lembo settentrionale dell’Artico canadese e lo fanno da molti secoli. La zona in cui abitano è quasi sempre congelata sotto uno strato spesso di permafrost. Per mesi consecutivi, le loro giornate iniziano e finiscono nelle tenebre. Popolo nomade, costruiscono tende o tepee di pelle di caribù nei mesi più caldi, e vivono in igloo in inverno. In precedenza, erano conosciuti come Eschimesi. La parola Eschimo deriva da una parola che nella loro lingua significa “mangiatore di carne cruda.” Questo gruppo di abitanti dell’Artico è stato ribattezzato Inuit, una parola che significa “il popolo.” Inuk è la parola per descrivere un membro della tribù, o “una persona.” Gli Inuit parlano molti dialetti diversi che provengono dalla lingua Eschimaleut o Inuit-Aleut. Sono principalmente cacciatori, e si basano sulla fauna selvatica dell’Artico per la loro sopravvivenza. Cacciano pesci e mammiferi marini, come foche trichechi, e mammiferi terrestri, come lepri artiche e caribù e usano la pelle di foca e il loro grasso per farne abbigliamento, tende, e ricavarci carburante. La maggior parte della loro dieta è costituita da carne cruda in quanto vi sono pochissime piante nel loro ambiente.

            Fonte: http://www.naturalnews.com/048906_Inuit_Elders_NASA_earth_axis.html

            Enzo
            Attività Solare

            Print PDF

            Mi piace Non mi piace
          3. Giorgio 8 mesi fa

            Tania, anche se Piero Angela in TV non lo ha mai dichiarato, l’asse della Terra si sposta fino ad invertire i poli, cioè ruota di 180°, quindi sua madre non soffre di traveggole ma ha osservato bene.
            Questa asserzione non è mia ma la può trovare in molti libri di scienza che normalmente non indico, perché quando ognuno è pronto il proprio spirito guida glielo fa incontrare.

            Mi piace Non mi piace
          4. Tania 8 mesi fa

            Senza un “aiutino umano” non avremmo percezione della rotazione NATURALE dell’asse terrestre, questo fa la differenza, 100 anni di rotazione naturale non si percepiscono, non è mica la fine del mondo, dico solo che questo pianeta che di noi se ne strafotte totalmente noi lo stiamo modificando a tutto spiano, peccato che invece noi di questo pianeta abbiamo bisogno, e come è sempre stato era l’ideale…
            La NASA ci rincuora, questo lo stiamo rendendo invivibile, siamo molto furbi, ma ce ne sono altri… a qualche anno luce da qui…
            Grazie! Grazie di cuore per l’informazione, tutti sui barconi verso nuovi pianeti da distruggere.
            Io adoro distruggere casa mia, davvero!

            Mi piace Non mi piace
          5. Giorgio 8 mesi fa

            Tania, la NASA è l’ispiratrice della galassia che verte sulla fantasia, lasci perdere.
            Complimenti per l’ironia!

            Mi piace Non mi piace