"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il terrorismo, nemico comune di Iraq e Siria

terrorismo iraq

Il primo ministro siriano, Wael al-Halqi,  ha accusato esplicitamente l’Arabia Saudita, gli Stati Uniti ed il regime di Israele di essere fra i principali patrocinatori del terrorismo in Iraq ed in Siria, visto che questi stati  finanziano e forniscono armi ai terroristi che operano in entrambi i paesi.
Il premier siriano, nel corso di una riunione con una delegazione del collegio degli avvocati dell’Iraq, ha affermato che la Siria e l’Iraq devono unirsi nella lotta al terrorismo visto che il medesimo terrorismo colpisce l’Iraq e ed opera nei territori della Siria.

Per questo, ha sottolineato la necessità di riunire gli sforzi delle nazioni arabe per regolare i conti con ogni individuo o paese che ha appoggiato e finanziato il terrorismo ed i terroristi o li ha inviati per distruggere la Siria, l’Iraq e seminare morte nella regione commettendo stragi di civili.

Halqi ha indicato come responsabili di questo fenomeno l’Arabia Saudita, gli Stati Uniti ed il regime israeliano.
Allo stesso modo ha messo in evidenza il ruolo fondamentale degli intellettuali arabi nella fortificazione della società araba contro l’ideologia criminale wahabita, appoggiata dai sopradetti  paesi.

Dall’altra parte Al-Alqi  ha ha pronunciato  un forte proclama per la difesa della nazione araba, della sua storia e della sua civiltà di fronte alla minaccia che presuppone questo tipo di ideologia.

terrorismo enemigo comun
I membri della delgazione irachena hanno dichiarato che l’Iraq e la Siria marciano sullo stesso fronte, cioè a dire contro una ideologia oscurantista che pretende di indebolire l’asse anti sionista.
Dal Marzo del 2011, la Siria è scenario di azioni di violenza e di attacchi predisposti da gruppi armati integralisti  e terroristi appoggiati dall’estero,  il cui obiettivo è quello di rovesciare il governo di Al-Assad.

Traduzione di Luciano Lago

Fonte: Hispantv

*

code