"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

IL LENINISTA ALLA CASA BIANCA

Obama con elicoptero

di Paul Craig Roberts

Secondo Lenin, il governo sovietico si basava “direttamente sulla forza, non limitata da nulla, non ristretta da alcuna legge né regola assoluta.” (Lenin, “Un contributo alla storia della questione dittatura”, 1920, dalla “Raccolta di Lavori”, 4a edizione russa, pag. 326).

Nel 21° secolo il governo USA riecheggia Lenin. Nessuna legge, interna o internazionale, impedisce agli USA di torturare, né di attaccare paesi sovrani o condurre operazioni militari all’interno di questi. Le garanzie costituzionali e il debito processo non impediscono agli USA di detenere i cittadini indefinitamente, o di assassinarli solo in base a sospetti o accuse.

L’ultima manifestazione del leninismo di Washington è il suo annuncio che il governo USA non ha alcun piano per coordinare gli attacchi contro l’ISIS, in territorio siriano, con il governo siriano. Washington non riconosce limiti al suo uso della forza, e la sovranità dei paesi non la inibisce affatto. A Washington, la coercizione ha soppiantato lo stato di diritto.

La Siria ha tutto il diritto di essere preoccupata. Il motivo per cui ISIS sta operando in territorio siriano è che Washington l’ha armato e inviato in Siria. Gli attacchi aerei statunitensi sull’ISIS potrebbero benissimo essere la copertura per attacchi sulle forze armate siriane.

E qui vediamo il totale fallimento del regime di Obama. Come in Libia, il regime di Obama ha sguinzagliato gli jihadisti in Siria, facendo finta che combattessero per la democrazia contro un dittatore. Ma Washington ha perso il controllo del suo mostro, che ha inghiottito vaste porzioni di Siria e Iraq e le sta forgiando in un nuovo paese, ostile sia all’Occidente che ai suoi vassalli mussulmani.

Nel frattempo, gli USA stanno minacciando la Russia con la guerra. E ovunque sta crescendo l’ostilità verso Washington. Senza diplomazia, Washington dispone solo della coercizione. Ne ha abbastanza per sottomettere il mondo intero?

Anche l’alleato del governo statunitense, Israele, ha promosso il leninismo e sta usando lo stesso principio di coercizione illimitata contro i palestinesi.

Fra tutti i governi del mondo, solo Washington e l’Israele sionista si sono dichiarati non responsabili e al di sopra della legge. Non sono modelli di democrazia, ma di tirannide.

Fonte: Paul Craig Roberts

Traduzione: Anacronista

*

code

  1. Luca Finizio 1 anno fa

    Il post più brutto che abbiate mai pubblicato! Paragonare l’ imperialismo al comunismo! Cose completamente diverse… siete stati davvero superficiali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luciano Lago 1 anno fa

      In effetti questo paragone, fatto dal Paul Craig Roberts, autore dell’articolo, è una forzatura molto discutibile se non altro perchè Vladimir Lenin è stato un personaggio di quelli che (nel bene o nel male) hanno forgiato la Storia e lasciato una impronta. La stessa cosa non si può dire di un Barack Obama il quale, se dovrà trovare un posto, quello sarà al massimo nella “spazzatura della Storia”.
      D’altra parte il veccchi Paul C. Roberts, pur essendo un bravo analista politico, è uno statunitense e, come molti dei suoi conterranei, possiede una visione superficiale della Storia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace