"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il leader dell’opposizione in Austria: con le sanzioni alla Russia la UE trascina la nostra agricoltura nell’abisso

Christian Strache

Il leader del principale partito di opposizione in Austria, Hinz-Christian Strache, richiede alla UE di cancellare immediatamente le sanzioni contro la Russia

“Soltanto due giorni dopo che si sono adottate le sanzioni (contro la Russia) la nostra agricoltura già si è visto come sia stata ,gravemente danneggiata”, ha assicurato Hienz-Christian Strache, il leader del Partito della Libertà in Austria. “Adesso la UE si sta rompendo la testa nel cercare di inventarsi un modo di mitigare le conseguenze. Invece di invitare la Russia al dialogo si trascina la nostra agricoltura nell’abisso”, ha evidenziato l’esponente politico nelle sue dichiarazioni presso l’agenzia di notizie Austria Presse Agentur (APA).
E’ necesario annullare le sanzioni e ritornare alla diplomazia per evitare l’escalation del conflitto con la Russia, sostiene Strache. “I metodi della guerra fredda sono inaccettabili nel secolo XXI”, ha insistito.

Strache ha criticato inoltre i leaders dell’Ucraina avvertendo che le loro “minacce di sospendere le forniture del gas alla Russia ed all’Europa sono un affronto ai loro stessi alleati ed una burla all’Unione Europea.

Il deputato austriaco ha richiesto alla Commissione Europea ed al Governo Austriaco una “risposta chiara e precisa” per la situazione, secondo quanto riferito dalla APA.

Le polemiche contro le sanzioni adottate unilateralmente dalla UE, adottate soltanto   per accodarsi servilmente alle direttive di Washington ,hanno investito altri paesi come la Finlandia che risulterebbe  uno dei paesi più danneggiati ed anche la Grecia, la cui economia si trova già in stato comatoso grazie alle politiche di austerità imposte dalla Troika europea ed adesso, con le sanzioni verso la Russia, riceverebbe un danno irreparabile per la sua agricoltura fortemente esposta verso l’export con la Russia.

Reazioni importanti provengono però anche dalla Germania dove, Handelsblatt, uno dei più importanti quotidiani tedeschi di economia e finanza, per mezzo di Gabor  Steingart, caporedattore del quotidiano, ha fortemente criticato la posizione tedesca di allineamento alla UE nelle sanzioni verso la Russia ed ha sostenuto (anche lui come Strache)  che tale politica verso la Russia è del tutto sbagliata, rilevando che una posizione ostile della Germania verso la Russia rischi di ripetere gli errori storici già commessi dalla Germania nel corso dello scorso secolo.

Questo avviene quindi in alcuni paesi mentre in Italia i problemi di queste sanzioni verso la Russia, che pure colpiscono in maniera pesante  l’agricoltura italiana, già gravemente danneggiata dalle politiche imposte dalla UE, sembrano del tutto assenti dal dibattito politico concentrato su questioni di riforme e di assetti istituzionali e dei partiti, a discapito delle gravi questioni internazionali che, come sempre avviene, si ripercuoteranno pesantemente sulla situazione italiana nella totale irresponsabilità della classe politica al governo e dei media  compiacenti.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione e commento di Luciano Lago

*

code

  1. Ares 2 anni fa

    Fosse solo l’agricoltura…ne riparliamo con il freddo

    Rispondi Mi piace Non mi piace