"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il leader britannico N. Farage accusa il suo governo e la UE per la crisi in Ucraina

Nigel_Farage_of_UKIP

 

Il leader del Partito per l’Indipendenza del Regno Unito (UKIP), Nigel Farage, ha dichiarato oggi che “le azioni del governo britannico e dei paesi della UE sono quelle che hanno provocato la crisi politica in Ucraina e l’attuale situazione di guerra civile. L’Unione europea ha le mani insanguinate per la crisi in Ucraina» .

Parole molto pesanti quelle pronunciate da Nigel Farage, il leader del partito euroscettico britannico (Ukip), alla fine del dibattito tv che lo ha contrapposto al vicepremier libdem Nick Clegg. La sua dichiarazione ha scatenato forti reazioni nel mondo politico britannico.

“Di fatto, ha spiegato Farage, nel promettere all’Ucraina un posto nella Unione Europea, hanno provocato un crescente malcontento nella popolazione. Lo stesso è accaduto con la NATO”, ha commentato .

Inoltre ha dichiarato che “il principale responsabile del conflitto in Ucraina non è la Russia, ma piuttosto due esponenti politici britannici: il primo ministro Davide Cameron ed i ministro degli Esteri, William Hague, che avevano attribuito tutte le colpe a Mosca”.

“Se avevano deciso di irritare un orso, dovevano calcolarne le conseguenze”, ha sottolineato il politico britannico nell’esprimere la sua profonda costernazione per gli avvenimenti in Ucraina.

Le dichiarazioni di Farage hanno naturalmente scatenato un putiferio nel mondo politico britannico ed il vice premier Clegg ha accusato Farage di essersi schierato dalla parte di Putin.

Fonte: Zerohedge               Diariounidad

 

 

 

 

 

 

*

code

  1. Werner 3 anni fa

    Le affermazioni di Farage sono molto importanti e ha fatto benissimo a farle. Qui in Italia nessuno osa fare simili affermazioni, anzi, sono tutti d’accordo che ad aver provocato la crisi ucraina sia stata la Russia.

    Dai sondaggi sembrerebbe che anche l’UKIP di Farage sia in testa e che dovrebbe essere il partito più votato in Gran Bretagna, in cui confluiranno sia i voti dei Labour che dei Tory. Come abbiamo visto, in tutti i paesi europei (compresa la GB che non é nell’euro) ad alta immigrazione, movimenti politici euroscettici e anti-immigrazione come il FN francese, lo stesso UKIP britannico, il PVV olandese, il FPOE austriaco stanno guadagnando consensi enormi, mentre in paesi come Germania e Italia non riescono a decollare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pingback: Il leader britannico N. Farage accusa il suo governo e la UE per la crisi in Ucraina | Informare per Resistere