"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

IL GOVERNO NEONAZISTA AMERICANO A KIEV: VERSO L’ESCALATION MILITARE?

America.' neonazi government

Del prof. Michel Chossudovsky
Il governo di coalizione di Kiev, sponsorizzato da USA e NATO, è responsabile per le uccisioni perpetrate a Odessa dalle squadre e dalle forze di sicurezza del neonazista Settore Destro, in cui hanno perso la vita almeno 43 persone. A Odessa, i criminali di Settore Destro hanno dato fuoco alla sede dei sindacati, provocando la morte di innumerevoli civili innocenti, bruciati vivi all’interno dell’edificio in fiamme.
“Azioni del genere ricordano i crimini dei nazisti” ha dichiarato l’ambasciatore russo all’ONU Vitaly Churkin.
La “comunità internazionale” si è girata dall’altra parte, i media occidentali hanno definito le camicie brune neonaziste “combattenti per la libertà”. Nelle parole di Eric Sommers:
“Il 2 maggio 2014, la data in cui le forze fasciste supportate dal governo USA hanno attaccato e assassinato civili indifesi in Ucraina, è un giorno che passerà alla storia nell’infamia.”


Negli sviluppi recenti, Obama ha garantito pieno supporto alla repressione dei cosiddetti attivisti “filorussi”. Ma questo movimento contro il regime fascista americano a Kiev è diffuso, non è limitato ai “russi etnici” come suggerito dai media. I capi di questo movimento sono ucraini.
Le squadre neonaziste portano il marchio del terrorismo sponsorizzato dagli USA (come in Siria), sono addestrate per commettere atrocità contro i civili. Il governo neonazista dell’America a Kiev è una realtà, come confermato dal tedesco Bild:
“Dozzine di specialisti della CIA e dell’FBI statunitensi stanno consigliando il governo ucraino.”
Citando fonti anonime delle forze di sicurezza tedesche, Bild am Sonntag ha dichiarato che agenti CIA ed FBI stavano aiutando Kiev nel porre fine alla ribellione in Ucraina orientale e nell’organizzare una struttura di sicurezza funzionante.
Escalation
L’uccisione di civili nell’est e sud-est dell’Ucraina, da parte delle orde neonaziste e della milizia civile, apre la possibilità di un conflitto più vasto all’interno dell’Ucraina, che potrebbe potenzialmente portare a un’escalation. Inoltre, le divisioni prevalenti tra le forze armate ucraine potrebbero condurre ad un’azione militare diretta a cacciare il regime neonazista di Kiev.
“L’operazione antiterrorismo”
Le uccisioni fanno parte della cosiddetta “operazione antiterrorismo”, iniziata dal governo di Kiev con il supporto del Pentagono. Tale operazione è coordinata dalla Sicurezza Nazionale e dal Comitato di Difesa Nazionale (RNBOU), che è controllato da Svoboda e da Settore Destro. Dmytro Yarosh, leader neonazista della delegazione di Settore Destro in parlamento, sovrintende alla Guarda Nazionale, una leale milizia civile creata a marzo con il supporto dei consiglieri militari occidentali. L’addestramento paramilitare della Guardia Nazionale è cominciato a metà marzo, a nord di Kiev. Mentre i media hanno presentato la crisi come un confronto tra “filorussi” e “nazionalisti ucraini”, il movimento spontaneo in Ucraina orientale gode di supporto diffuso.
La Guardia Nazionale
Dopo il colpo di stato sono emerse divisioni all’interno delle forze militari regolari e della polizia ucraine, di cui “non ci si può fidare” per compiere “operazioni antiterrorismo” per conto del regime di Kiev contro i civili:
“La preoccupazione circa la lealtà dell’esercito ucraino e delle agenzie di sicurezza ha spinto Kiev ad avviare la formazione di un distaccamento armato aggiuntivo, che controllerà appieno.
La Guardia Nazionale consisterà di 60.000 uomini e sarà completamente indipendente dall’esercito e dalla polizia del paese.
Il reclutamento in tutta l’Ucraina comincerà il 13 marzo, con 20.000 persone che aderiranno al nuovo servizio in uniforme.” RT
In Ucraina orientale, alla Guardia Nazionale è stato assegnato il mandato di “rinforzare le unità militari regolari, prestando difesa da una temuta invasione russa… è pensata come forza antisommossa.”
Membri di questa milizia civile, che opera a fianco delle squadre neonaziste, sono stati sguinzagliati in Ucraina orientale e a Odessa:
“I membri di Settore Destro si possono identificare dalle insegne naziste che indossano apertamente, e anche perché portano striscioni rossi e neri. Negli scontri recenti sono presenti anche le orde che supportano il partito Svoboda, che indossano sulle braccia fasce gialle con il simbolo nazista del dente di lupo: Odessa massacre pushes Ukraine to the edge. Towards a large distructive conflict?

  reaction-ukraine-odessa.si

 

Le azioni della Guardia Nazionale sono coordinate dal RNBOU, che controlla anche la polizia antisommossa e unità delle forze armate. L’RBOU a sua volta è controllato dai due partiti neonazisti.

Queste uccisioni di civili fanno parte di un piano militare preparato accuratamente, che coinvolge sia la Guardia Nazionale che le squadre armate neonaziste, descritte genericamente dai media come “attivisti filo-ucraini”. Sono questi i soldati di fanteria dell’alleanza militare occidentale. Gli assassinii di Odessa hanno le impronte di un’operazione di intelligence guidata da USA e NATO, mentre i militanti sia della Guardia Nazionale che di Settore Destro vengono addestrati al combattimento paramilitare.
Ironicamente i media israeliani, che appoggiano in gran parte il regime di Kiev, hanno tacitamente ammesso che la minaccia di guerra civile proviene dagli elementi neonazisti all’interno del governo: “Il capo della milizia neonazista minaccia la guerra civile”, secondo Israel National News.
Nel frattempo, la NATO ha in programma esercitazioni militari in Polonia “come parte delle misure di garanzia NATO in risposta alla crisi ucraina”.
Il ministro della difesa russo Sergey Shoigu ha fatto notare il vasto e inedito rafforzamento delle forze NATO in prossimità dei confini russi.

Fonte: Global Resaearch

Traduzione: Anacronista

*

code

  1. Pingback: Dr. Rashmi Patel

  2. Pingback: Art Falcone

  3. Pingback: Belinda Broido