"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il gioco di Potere dietro i tentativi di cambiamento di regime in Russia

di Pepe Escobar

Con “amici” come il Presidente del Cosiglio Europeo, Donald Tusk, ed il massimo comandante della NATO il generale Philip Breedlove, la UE certamente non ha bisogno di nemici. Il Generale Breedlove ha fatto la sua migliore imitazione del dr. Stranamore avvisando che la malvagia Russia stava invadendo giorno dopo giorno l’Ucraina. La classe politica tedesca non si è dimostrata contenta.

Tusk, in una riunione con il presidente statunitense, Barack Obama, ha stabilito il Dividi e Impera al rovescio; ha insistito che, “avversari stranieri” stavano cercando di dividere gli sforzi congiunti degli USA e della UE – quando in realtà sono gli USA che stanno cercando di separare la UE dalla Russia. Giusto in questo momento, ha responsabilizzato la Russia-con il falso Califato dell’ISIS (Daesh).


La soluzione  per Tusk? La UE deve firmare la truffa progettata dalle corporations statunitensi conosciuta come TTIP, la NATO del commercio- Così l’Occidente governerà per sempre.

La NATO può di fatto incarnare l’ultima parodia geopolitica/esistenziale; una alleanza che esiste per maneggiare il caos che genera.
Ed ancora girando intorno alla NATO, ci sono molte più tattiche diversive di quelle che dimostra. Per esempio le ultime dichiarazioni del russofobo Dr. Zbigniew Brzezinski, l’autore de “La grande scacchiera”.
In una conferenza nel Centro per Gli studi Strategici e Internazionali, il dr. Zbig ha avvisato che gli USA e la Russia devono sapere che se l’Ucraina si trasforma in membro della UE, non si convertirà in un membro della NATO.
Bene, esimio dottore, abbiamo un problema. La UE ha uno zero interesse nell’incorporare uno stato fallito, mantenuto in vita vegetativa (immensamente costosa) per l’FMI e tecnicamente coinvolto in una guerra civile.

Dall’altra parte gli USA hanno un totale interesse in una Ucraina che divenga membro della NATO; questa la ragione della demonizzazione implacabile della Russia fatta dopo Maidan.
Chiamiamolo la manovra del dr. Zbig; la illusione neo con; per cui certe fazioni chiave dell’Impero del caos/Maestri dell’Universo morirebbero; o tutte quelle precedenti; l’obiettivo finale è il cambiamento di regime e/o  lo smembramento della Russia. La intelligence russa conosce già tutto circa questo progetto.

Per evitarlo, ci sarebbe solo una soluzione, che include; fine delle sanzioni alla Russia; fine della guerra sul prezzo del petrolio/rublo; le nazioni dell’est Europa fuori della NATO; la Crimea riconosciuta come parte della Russia; l’est dell’Ucraina totalmente autonomo ma rimanendo come parte dell’Ucraina.

Tutti sappiamo che questo non va ad accadere a breve termine-se sarà quello che avviene. In modo tale che è destinata a prevalere una sgradevole atmosfera da guerra fredda 2.000 – assieme con la demonizzazione implacabile raccogliendo i suoi benefici. Una nuova inchiesta della Gallup dimostra che la maggior parte degli statunitensi adesso vedono la Russia – davanti alla Corea del Nord, alla Cina ed all’Iran- come il nemico pubblico n.1 degli USA, la maggiore minaccia per l’Occidente.

Lascia che ti arrivi un missile da crociera

Il sogno dell’Impero del Caos del cambiamento di regime in Russia ha sempre girato intorno al fatto di controllare grandi estensioni di Eurasia. Una marionetta USA a Mosca- una copia del seguace ubriacone Yeltsin – libererebbe per l’Occidente le immense risorse naturali della Russia, con i seguaci dell’Asia Centrale come un bonus.

Se per il contrario la Russia mantiene la sua influenza, incluso indirettamente, in Ucraina e nella ricchezza del petrolio e del gas naturale dell’Asia Centrale, Mosca è capace di proiettarsi di nuovo come una superpotenza. Così che una volta di più, questa è una gran parte del dominio della Ductistan Eurasiatica; qualsiasi altra cosa significa una minaccia diretta per il mondo unipolare.

L’intelligence russa è molto cosciente della implacabile pressione degli USA orientata a rompere a pezzi la Russia, debilitandola fino a che la Russia si trasformi in una regione di caos non molto diversa all’Iraq o dallo Yemen-con le risorse naturali che predono il flusso liberamente verso l’Occidente.
Ed è per questo che la pressione è aumentata fino ad arrivare quasi alle proporzioni di una guerra nucleare. Alcuni adulti della UE tuttavia stanno iniziando ad avere una visione panoramica di questa situazione.

La UE semplicemente non dispone di fondi per investire realmente nei paesi dell’Asia Centrale o per iniettare migliaia di milioni di euro (svalutati) negli oleodotti attraverso l’Azerbaijan. La Libia, la Nigeria ed il Medio Oriente (dall’Iraq allo Yemen) che sono un disastro. La UE non ha la sicurezza energetica nel Medio Oriente nè in Africa del Nord, senza la Russia non avrà alcuna sicurezza energetica.
Questo insieme di circostanze rivela lo spettro della Guerra fredda 2.000 riscaldandola ad un punto ancora più sconcertante. Non è necessario aggiungere che, la Polonia, l’Ucraina ed altri sventurati europei dell’est, sarebbero semplici peoni se una guerra civile in tutta regola dovesse scoppiare in Ucraina-l’obiettivo esplicito di questa fantasia degli americani, il Kaganate dei Nulands e del Nulandistan.

In uno scenario- certamente terribile- di guerra, la Russia sigillerebbe lo spazio aereo dell’est dell’Ucraina contro il potere aereo statunitense utilizzando un arsenale sofisticato di missili della difesa. Si utilizzerebbero le armi nucleari tattiche per la prima volta. L’Europa sarebbe basicamente indifesa già che il dr. Stranamore della NATO sarebbe tentato di lanciare una guerra nucleare su grande scala. Anche se così, i missili balistici intercontinentali della NATO, i missili di crociera e gli aerei da combattimento non attraverserebbero i sistemi di missili di difesa russi S-400 e S-500.

Provocare l’orso russo è un compito da auto- sconfitta. L’abbandono della Russia dello storico trattato sulle Forze convenzionali in Europa è un fatto realmente serio; la NATO si trova più che allarmata. Senza menzionare l’annuncio di Mosca che ha il diritto di collocare- e incluso può aver già collocato- armi nucleari in Crimea. Mentre intanto i militari russi continuano provando le difese della NATO, facendo volare i suoi aerei all’interno del perimetro della difesa della NATO.
L’Eurasia si bilancia da un momento all’altro della riconciliazione alla provocazione. A chi giova? Mosca è un maestro nel mantenere Washington e la NATO sospese indovinando le sue mosse.

Guardino la donna cantare

Era stato Putin colui che per primo volle, da anni addietro, creare un vasto emporio commerciale da Lisbona a Vladivostok, includendo anche la Cina, usando il treno di alta velocità per evitare i mari controllati dagli stati Uniti. Questo era il piano originale pieno di commercio invece di una alleanza tra la Cina e la Russia contro la NATO.
Quello che l’impero del Caos ha ottenuto in Ucraina, almeno per ora, è stato dividere all’Eurasia in tre blocchi di competenza; Germania,-Francia si è alleato con gli USa (ma entrambi adesso hanno dubbi); la Russia e la Cina compensata dal Giappone. Una volta di più, è il divide e vincerai – con gli USA come potenza egemonica perpetua sempre capace di adattarsi ed aggiustare la sua proverbiale strategia di politica esterna di bombardamento e aggressione.

Tuttavia questo non finisce fino a che la donna grassa (geopoliticamente) canta. La associazione strategica tra la Russia e la Cina segue evolvendosi – buttino la vista ai prossimi vertici di questa estate in Russia e dei BRICS e la SCO. La ricchezza del petrolio e del gas naturale della Russia e dell’Asia Centrale continuerà a realizzare il suo cambio di direzione verso la Cina e l’Asia. In pochi anni il mantra degli “eccezionali che controllano le onde” perderà la sua influenza.
Cambio di regime? Che seguano sognando………

Fonte: El Espia Digital

Traduzione: Luciano Lago

*

code