"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Il Comandante delle G.R. iraniane: La dinastia dei Saud finirà per essere cancellata

Il comandante delle Guardie della Rivoluzione iraniana (Pasdaran), il generale Mohammad Ali Yaafari, ha criticato con fermezza l’offensiva saudita contro lo Yemen ed ha qualificato l’Arabia Saudita come “paese traditore” ed ha avvisato che la dinastia dei Saud potrebbe sparire.

“Oggi l’Arabia Saudita sta bombardando e massacrando in forma odiosa e sfacciata una nazione che cerca di liberarsi del sistema egemonico”, ha detto Yaafari.

“L’Arabia Saudita ha violato con insolenza tutti i principi islamici nell’atttaccare un paese mussulmano che aspira alla sua indipendenza ed a sbarazzarsi di ogni forma di egemonia straniera”, ha segnalato il comandante delle guardie rivoluzionarie dell’Iran, nel corso di un suo intervento pronunciato durante una cerimonia scientifica celebrata nell’Università Baker al Ulum, trasmessa dal  canale iraniano in lingua araba Al Alam.

“Si, il regime dei Saud  rischia di cadere  e di sparire dal momento in cui  ha iniziato la sua offensiva contro lo Yemen perchè il fatto che il popolo yemenita cerchi di prendere il suo destino nelle proprie mani è un fatto importante”, ha aggiunto prima di concludere: “La prossima  ondata di questi avvenimenti porterà alla caduta dei Saud”.

Guardie della rivoluzione iraniane

Sempre secondo Yaafari, il regime saudita “è un regime di traditori  che segue Israele passo a passo” ed ha assicurato che dall’offensiva contro lo Yemen, già non è permesso di evitare di parlare sull’Arabia, quali che siano le considerazioni”.
La scorsa Domenica, l’altro responsabile iraniano, il viceministro degli Esteri Hussein-Amir Abdollahian, ha fustigato anche lui il regime di Riad.

Il responsabile iraniano  ha avvisato che il blocco che l’Arabia Saudita ha imposto al popolo yemenita e che impedisce di inviare aiuti umanitari a questo paese, è un fatto grave che non rimarrà senza risposta. Da notare che le autorità saudite, nei giorni scorsi,  avevano respinto due navi iraniane che portavano aiuti umanitari alla popolazione yemenita ed hanno istituito un blocco navale verso i porti dello Yemen.

“L’Arabia Saudita non dispone del diritto di decidere circa la sorte di altri paesi della regione” ed ha aggiunto che l’offensiva saudita contro lo Yemen “non farà altro che seminare instabilità in Arabia, e nella nostra regione comune”.
“Era previsto che l’Arabia avrebbe preso misure per rinforzare la sicurezza nella regione, tuttavia si è trasformata essa stessa nella fonte di instabiltà. Noi opereremo per svolgere un ruolo costruttivo nella regione “, ha affermato.

Nota: I responsabili iraniani hanno voluto sottolineare il messaggio  per tutto  il mondo arabo su quale sia attualmente il vero ruolo svolto della dinastia dei Saud: una quinta colonna venduta agli interessi dei sionisti e dell’Imperialismo USA.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Luciano Lago

Nella foto sopra: il comandante iraniano Mohammad Ali Yaafari

Nella foto al centro: un reparto delle Guardie della Rivoluzione iraniane

*

code