"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

I terroristi di tre località del Golan si arrendono all’Esercito siriano

I terroristi del Fronte la Nusra e di Ahrar al Sham, che si trovano in tre località situate nelle vicinanze delle Alture del Golan e del Guta Occidentale – quelle di Beit Saber, Bitima, e Kafr Haur – hanno deciso di arrendersi dopo di una serie di riunioni mantenute con ufficiali dell’Esercito siriano questa settimana.

Secondo una fonte militare di Damasco, l’Alto Comando dell’Esercito siriano ha firmato un accordo di riconciliazione con i miliziani che si trovano in queste tre località il Venerdì nel pomeriggio, mettendo fine a quasi quattro anni di scontri armati nella zona.


In virtù di tale accordo di resa, i miliziani dispongono di due opzioni: o consegnare le armi all’Esercito siriano e accogliere l’amnistia del governo o accettare il trasferimento immediato alla provincia di Idleb, che continua ad essere sotto il controllo dei miliziani, portandosi soltanto le loro armi leggere.

Truppe siriane sul Golan
Truppe siriane sul Golan

I terroristi di altra località, Beit Yinn, hanno rifiutato tuttavia un accordo di resa similare con il governo siriano.

I comandi militari siriani hanno richiesto ai miliziani di de Beit Yinn di riconsiderare il loro atteggiamento perchè, se rifiutano di nuovo di arrendersi, la zona sarà presa d’assalto dalle truppe siriane.
Si ritiene che la caduta di Aleppo abbia provocato una ondata di pessimismo e l’affossamento del morale dei terroristi in tutta la Siria, motivo per cui si spera che si producano nuove rese di massa di questi gruppi di miliziani, un fatto che contribuirà notevolmente al recupero delle zone che l’Esercito siriano deve ancora liberare.

Fonte: Al Manar

Traduzione: Luciano Lago

*

code