"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Hilary Clinton, la candidata della ” lobby sionista” per frenareTrump: “Permetterò che Israele uccida fino a 200.000 palestinesi abitanti di Gaza

Hilary Clinton, la candidata democratica alla presidenza degli USA ha inviato una lettera ad un importante società ebraica finanziatrice della sua campagna, impegnandosi ad offrire il suo appoggio incondizionato ad Israele per la sua prossima guerrra contro i palestinesi della Striscia di Gaza.
Con la lettera, rivelata, che era stata inviata la scorsa settimana al magnate imprenditore di nazionalità statunitense Haim Saban, la Clinton si impegna a che Israele possa tenere carta bianca in qualsiasi guerra futura contro Hamas, incluso fornirebbe luce verde presidenziale per uccidere quasi al 10% della popolazione dell’enclave palestinese.

“Francamente Israele non ha fornito ad Hamas una lezione sufficientemente dura, l’anno scorso. Come era da aspettarsi, Obama si era mostrato troppo duro con il nostro alleato democratico e troppo blando con il nostro nemico islamo fascista”, spiega nella lettera ottenuta dal The Guardian.
“Come Presidente, io un domani assicurerei allo stato sionista tutti gli appoggi militari, diplomatici, economici e morali necessari per vincere davvero Hamas – e se questo significa uccidere 200.000 abitanti di Gaza, che sia così“.

“Noi, che siamo democratici realisti, comprendiamo che i danni collaterali sono un subprodotto inevitabile della guerra contro il terrorismo”,scrive la Clinton, “io, anche se sono una madre, una nonna e instancabile nella difesa dei diritti umani dei bambini, non significa che andrei a retrocedere neanche di un police nel permettere ad Israele di bombardare le scuole della Striscia di Gaza da dove lanciano i razzi contro Israele. Quelli che permettono che i loro figli siano utilizzati come scudi umani per i terroristi meritano di vederli sepolti sotto una tonnellata di bombe“.

I rappresentanti dell’influente lobby sionista negli Stati Uniti hanno dato il loro appoggio alla candidata democratica per frenare l’acesa del favorito nella nomination repubblicana, Donald Trump, nel considerare che la sua imprevedibilità e la durezza del suo discorso, in particolare  nelle critiche ai mussulmani ed ai messicani, possono portare all’instabilità economica del paese.

Trump ha rifiutato le donazioni di importanti gruppi di pressione nordamericani diretti dai rappresentanti della comunità ebreaica.

Uno dei suoi membri più eminenti, il multimiliardario George Soros, si trova fra i più fermi sostenitori e finanziatori della candidata democratica. Di fatto, Soros, di 83 anni, ha promesso 250.000 dollari al comitato di azione política Ready for Hillary, il gruppo indipendente più grande e meglio finanziato che ha appoggiato la candidatura dell’ex segretaria di Stato USA.
“Il suo appoggio per “Ready for Hillary” è una estensione della sua antica fiducia nel potere delle organizzazioni di base”, ha detto il portavoce di Soros, Michael Vachon.
Soros è stato un grande finanziatore dei democratici nel corso della campagna elettorale del 2004, in cui ha donato una cifra vicina ai 27,5 milioni di dollari. Inoltre ha contribuito nella campagna elettorale che aveva portato Barack Obama alla presidenza nel 2008.

Fonte: Alerta Digital

Traduzione: Manuel De Silva

*

code

  1. giannetto 1 anno fa

    Possiamo solo sperare che la babbiona climaterica, dopo esser stata cornuta, sia anche mazziata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nessuno 1 anno fa

    si direbbe la foto di una pazza drogata fuori di testa, magari gli venisse
    un colpo, ma di quelli buoni!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Brasile domenico 1 anno fa

      I colpi li da suo marito, povera minuziosa esaurita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giovanni 41 1 anno fa

    Non so chi sia meglio tra la Clinton e Trump, certo che se sarà presidente lei, dopo queste dichiarazioni, si sarà meritata il Nobel per la pace a maggior ragione di Obama.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nessuno 1 anno fa

      sono dichiarazioni dalla disperazione di non farcela, lei pensava a una passeggiata
      invece è tutta in salita, non sa più che pesci pigliare, se perde adesso è finita, è
      una vecchia gallina e fra otto anni sarà un sepolcro imbiancato(sempre che non crepi
      prima).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ernesto Di Mattia 1 anno fa

        Cuociamo questa vecchia gallina in brodo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Brasile domenico 1 anno fa

        Il marito gli ha regalato le ginocchiere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Wanno 1 anno fa

    Che bellezza vedere un Sanders presidente….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Brasile domenico 1 anno fa

    Il vero volto Usa. Dalla padella alla brace. E se qualcuno bombardare i suoi figli che direbbe questa povera donna assetata di soldi???

    Rispondi Mi piace Non mi piace