"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Hezbollah invia centinaia di combattenti ad Homs in Siria per affrontare i miliziani appoggiati dagli USA

Hezbollah sta inviando centinaia di combattenti in appoggio all’Esercito siriano ad Homs, in Siria per combattere contro i miliziani ribelli appoggiati dalle forze speciali USA.

Secondo fonti locali, il movimento di Resistenza libanese ha schierato diverse centinaia di combattenti nei due fronti principali nella Siria meridionale, vicino alla frontiera con la Giordania per impedire che i miliziani islamisti, appoggiati dalle forze USA e britanniche, possano arrivare su Deir Ezzor, la strategica località al centro della Siria.

Le fonti hanno riferito che il movimento di Hezbollah ha schierato 12 reggimenti con oltre un migliaio di combattenti ad Homs, a Dara ed a Queneitra per affrontare direttamente i miliziani e le formazioni USA sulla piana di Al-Tanf ,vicino all’incrocio di frontiera che apre la strada verso Deir Ezzor. Secondo queste fonti, le truppe dell’Esercito siriano e le forze popolari della milizia di difesa siriana stanno cercando di intensificare le loro operazioni per evitare che i miliziani takfiri e le “special forces” USA possano attaccare Deir Ezzor attraverso la frontiera tra Siria e Giordania.

Inoltre gli osservatori militari aggiungono che l’avanzata delle forze siriane ed Hezbollah verso la frontiera con l’Iraq si realizzerà su due fianchi, includendo Badiyeh e la zona di Homs orientale, che è considerata come base delle unità siriane per lanciare le loro operazioni in modo da togliere l’assedio dell’ISIS sulla città di Deir Ezzor e sulla realtiva base aerea.
Nel frattempo  si presuppone che  le forze governative   avanzeranno parallelamente verso la frontiera con l’Iraq per bloccare i movimenti dei miliziani takfiri che cercano di entrare in Siria attraverso la frontiera giordana e vicino a quella irachena.

Una fonte militare  ben informata ha divulgato la notizia che le truppe dell’Esercito siriano ed Hezbollah si stanno preparando per realizzare una imminente operazione su vasta scala contro l’ISIS nella Siria centrale. Questo permetterà di liberare molte delle forze impegnate per utilizzarle in altre aree del paese dove vi è necessità di consolidare le posizioni, in particolare su Dara’a e Quenitra, in prossimità del triangolo strategico tra Siria/Giordania/Iraq.

Combattente di Hezbollah

Il ruolo svolto da Hezbollah nella lotta contro i gruppi terroristi si rivela sempre più strategico ed essenziale per sostenere le forze siriane che sono impegnate su molteplici fronti. Con la loro azione le forze di Hezbollah hanno impedito l’ingresso nel Libano di gruppi terroristi  takfiri ,appoggiati da USA ed Arabia Saudita, che miravano a portare il conflitto anche sul territorio libanese. Per questo Hezbollah ha richiamato anche la popolazione cristiana e drusa a partecipare alla difesa delle comunità del Libano e molti volontari cristiani maroniti delle comunità locali si sono arruolati con Hezbollah, tanto da formare la Brigata cristiana di Hezbollah che ha partecipato ai combattimenti su varie zone della Siria e del Libano guadagnandosi la stima ed il riconoscimento dei quadri direttivi di Hezbollah.

Lo stesso presidente del Libano, Michel Aoun, un cristiano maronita, ha riconosciuto l’importante funzione svolta  da Hezbollah nella difesa del paese ed ha deciso di incorporare il movimento nell’Esercito libanese. Questo ha irrititato molto le autorità statunitensi e saudite che gli avevano richiesto il disarmo di Hezbollah.

Fonte: Fars news

Traduzione e sintesi: L.Lago

*

code

  1. dolphin 2 settimane fa

    Grande popolo Hezbollah, se la Siria resiste eroicamente all’aggressione imperialista, un grande merito va all’esercito dei combattenti Hezbollah il loro aiuto è stato determinante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mardunolbo 2 settimane fa

    In onore della resistenza contro il sionismo razzista:

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 2 settimane fa

    onore alla Siria che combatte da 4 anni contro Usraele …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mardunolbo 2 settimane fa

    E QUESTO PER NON DIMENTICARE MAI CHE LA DIVISIONE è FATTA DAL MALE E DA CHI VUOLE IL MALE !
    LE IMMAGINI, DA VEDERE SULLA SIRIA, PRIMA DELLA GUERRA, DICONO TANTE COSE !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. annibale55 2 settimane fa

    Americani, Britannici e Israeliani non possono andare in Siria, …FORZA SIRIA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace