"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Grazie al suo potere militare la Russia potrebbe occupare i paesi baltici in appena tre giorni

Grazie al suo potere militare la Russia potrebbe occupare i paesi baltici in appena tre giorni, lo rivela una informativa statunitense pubblicata lo scorso Mercoledì.

Nei possibili scenari studiati per la “Corporation Rand”, secondo l’informativa, si scrive che, se si dovesse verficare un attacco russo ai paesi baltici della Lettonia, Lituania ed Estonia, questi membri dell’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico Nord (NATO) cadrebbero sotto il controllo della Russia in massimo di 60 ore e non avrebbero “nessuna possibilità” di trattenere l’avanzata russa.

“Il risultato sarebbe una catastrofe per la NATO (…) una sconfitta tanto rapida da lasciare la NATO con opzioni limitate e tutte pessime”, si legge nell’informativa.

Nel caso di un attacco, la cosa più probabile è che la Russia invierebbe, in un primo momento, 27 battaglioni per occupare la Lettonia, cosa che farebbe in 12 ore e senza difficoltà, poi attaccherebbe l’Estonia ed alla fine la Lituania, che cadrebbe anche questa, in modo che la Russia penderebbe il controllo delle tre capitali baltiche.

Gli esperti segnalano che il grande vantaggio della Russia sarebbe nell’ingente numero di carri armati moderni di cui dispone, mentre  i paesi baltici e la NATO non dispongono di una forza terrestre similare e per questo avrebbero poche possibilità davanti ad una offensiva delle forze russe.
Il risultato sarebbe una catastrofe per la NATO, una sconfitta tanto rapida che lascerebbe la NATO con poche opzioni limitate.
Lo studio indica che l’unica opzione percorribile sarebbe l’utilizzo di armi atomiche, misura che potrebbe dare luogo ad una possibile risposta massiccia dalla Russia e probabilmente l’apocalisse nucleare.

Allo stesso tempo si precisa che la NATO, come massimo, sarebbe consapevole di una possibile invasione russa dal Baltico in 6 giorni dal suo inizio e le darebbe poco tempo per preparare una controffensiva.

Inoltre l’informativa consiglia gli Stati Uniti che non si prendano il disturbo di inviare bombardieri ed appoggio aereo, visto che neppure  gli aerei sofisticati potrebbero trattenere l’avanzata dei russi nel Baltico, se questo ultimo paese decidesse di lanciare l’attacco.

Dal peggioramento della crisi ucraina nel 2014, le relazioni tra la Russia e l’Alleanza si sono oscurate  fino al punto di arrivare a livelli mai visti dalla Guerra Fredda.

Ancora scontri armati registrati in Ucraina

Lo scorso Sabato della settimana passata, le forze armate ucraine avevano bombardato le posizioni vicino all’aeroporto della Repubblica popolare di Donetsk, lo ha riferito l’Agenzia stampa di Donetsk citando una fonte nelle forze dell’ordine.
“Le divisioni ucraine hanno aperto il fuoco sulle posizioni dei militari della RPD nella zona dell’aeroporto alle 9:00 circa”.
L’attacco è stato condotto con l’utilizzo di mortai, armi da tiro e granate. Non si sono avute notizie precise relative alle vittime di questo attacco.

Secondo gli ultimi dati dell’ONU, sarebbero più di 9. mila le vittime del conflitto in Ucraina fino ad oggi, fra cui molti civili, donne, vecchi e bambini che sono rimasti vittime dei bombardamenti indiscriminati fatti dalle forze ucraine sulle zone separatiste del Donbass. Sono stati colpiti anche ospedali, scuole, chiese ed abitazioni civili.

Al momento sono ancora vigenti gli accordi di Donetsk che avrebbero dovuto prevedere la sospensione totale delle ostilità, l’arretramento delle armi pesanti e il riconoscimento di uno status di autonomia alle regioni del Donbass. L’accordo non è stato fino ad oggi pienamente rispettato.

Fonte: Press Tv

*

code

  1. Anonimo 1 anno fa

    bum! come son zelanti nell’informare della potenza russa…sa tanto di “unitevi alla santa alleanza per contenere il demonio”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mimmo 1 anno fa

      intanto, ci tengo a precisare che risulto “anonimo” solo per una svista nell’impostazione del commento…poi
      …giusto per non essere equivocato aggiungo che la mia opinione è che la Russia ha già dato ampia dimostrazione
      di quello che è capace di fare.
      Al momento attuale è la Nato che ha più interesse ad innescare la scintilla della guerra totale, poichè sentono scivolare dalle
      loro mani avide il potere ed il dominio sul pianeta; tanto chi prenderà le mazzate più dolorose saremo noi europei.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Dario 1 anno fa

    Sembra di leggere un giornale di regime.
    Ma davvero pensate che noi lettori siamo così stupidi da prendere per verità questo articolo ?

    Questa è la dimostrazione che la DISINFORMAZIONE, o meglio chiamiamola col suo vero nome, le BALLE, possono essere raccontate sia dai filo occidentali che dai filorussi.

    Se la Russia prova solo ad avvicinarsi ai confini NATO, riceverà in “regalo” il suo stesso annientamento.

    La Nato è attualmente militarmente molo superiore alla Russia, e non serve la menzogna per vincere una ipotetica guerra.

    Addirittura noi NATO dovremmo attaccare con armi nucleari per poi aspettare di essere annientati ?
    Ma per favoreeeee !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 1 anno fa

      Egregio Dario,
      l’ipotesi riportata nell’articolo è stata ripresa da quanto pubblicato dalla Corporation Rand (http://www.rand.org/), una valutazione fatta dagli esperti militari di questa organizzazione di Studi Strategici, subito ripresa da vari siti fra cui Press Tv e Veterans Today. Ci siamo limitati a tradurla e sintetizzarla. Se lei ritiene che questa valutazione non sia realistica o forzata, scriva lei stesso al sito della Rand e faccia presente le sue critiche. A noi spetta solo riportare di tanto in tanto quello che viene pubblicato da questi siti specializzati per dare un ampio spettro di opinioni ai nostri lettori. Tutto naturalmente è opinabile ma non ci venga a dire che siamo noi a fare la parte del “giornale di regime”. Forse ci confonde con la CNN o con la BBC, con la RAI o con Sky News e tanti altri.
      Saluti
      Luciano Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andrea della Russia 1 anno fa

      “Se la Russia prova solo ad avvicinarsi ai confini NATO, riceverà in “regalo” il suo stesso annientamento.” – Visto che la Russia già confina con dei paesi NATO ed è stata proprio la NATO ad avvicinarsi ai confini russi, non vice versa, scusi ma questa Sua minaccia sembra inconcludente ed ipocrita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Andrea della Russia 1 anno fa

    E nessuno di quegli idioti del Beltway non si chiede a che cosa servirebbe tale mossa pazzesca alla Russia. Ambizioni espansionistiche?
    La Russia è il paese più grande al mondo con più del 60% del suo territorio INABITATO, quindi c’è molto lavoro in questo merito avanti.
    Inoltre abbiamo moltissimi problemi sociali da risolvere, ci mancherebbero solo i problemi causati da quanto fantasticato da quei cosidetti esperti. Un’altra ca**ata made in usa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace