"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Governo venezuelano: “noi ti denunciamo, mr. Kerry, come un assassino del popolo venezuelano”

Disturbios caracas cartel

 

Il ministro degli esteri del Venezuela ha criticato duramente il  Segretario di Stato americano, John Kerry, per intromettersi negli affari interni del paese.

Intervenendo a una cerimonia per onorare defunto presidente Hugo Chavez nella capitale venezuelana, Caracas, il Venerdì scorso , Elias Jaua ha detto: “Noi ti denunciamo come un assassino del popolo venezuelano, Mr. Kerry. Non siamo disposti ad abbassare il nostro tono davanti a quasiasi impero, fino a quando non passate l’ordine ai vostri lacchè in Venezuela per fermare la violenza contro il popolo “.

“… Siete Voi nordamericani a sobillare le proteste in Venezuela e abbiamo intenzione di denunciare le vostre trame in ogni parte del mondo.”

“Tu che sostieni che noi siamo male assoluto quando parli di noi all’estero, come hai detto di me in Guatemala, ‘Voi tutti avete da abbassare il tono.’ Non saremo noi ad abbassare la testa “,  ha aggiunto   il ministro degli Esteri venezuelano .

Il Venezuela è stato scosso da un’ondata di proteste e di violenze dall’inizio di febbraio. Almeno 28 persone sono state uccise nelle violenze da allora. Si sono susseguite manifestazioni con azioni violente dirette contro la Polizia, la Guardia Nazionale e contro edifici pubblici che sono stati incendiati. I manifestanti hanno realizzato blocchi stradali e barricate nelle strade di alcuni quartieri di Caracas e di altre località del paese. La richiesta è quella di dimissioni del governo di Maduro per causa della carenza di generi di prima necessità e per l’insicurezza nelle strade dove esiste un forte grado di criminalità organizzata.

Disturbios en Caracas
Nello stato Tachira (ai confini con la Colombia) il governo ha dichiarato di aver individuato ed arrestato diverse decine di elementi paramilitari armati fatti infiltrare dalla Colombia come agenti provocatori. Il governo bolivariano ha denunciato un tentativo di cospirazione contro l’assetto politico del paese.

Durante un evento separato il Venerdì, dell’Interno e ministro della Giustizia Miguel Rodriguez Torres ha detto, “Il Venezuela è stato sottoposto a una protesta insurrezionale ed è attualmente in una fase di sovversione eterodiretta”.

Il presidente venezuelano Nicolas Maduro ha accusato gli Stati Uniti di sostenere l’opposizione per lanciare un possibile colpo di stato in Venezuela.

Giovedi ‘, il Senato degli Stati Uniti ha presentato un disegno di legge bipartisan che costringe Washington per sanzionare i funzionari venezuelani, che si dice siano coinvolti nella violenza in Venezuela. Il Dipartimento di stato accusa le autorità di Caracas di reprimere con la violenza manifestazioni “pacifiche ” di protesta contro il governo. In realtà queste manifestazioni sono sembrate tutt’altro che pacifiche ma piuttosto organizzate da una accurata regia per creare una situazione di caos nel paese.

La proposta di legge del Congresso USA comprende anche altri 15 milioni di dollari in fondi per aiutare l’opposizione venezuelana, naturalmente sempre in forma “disinteressata” da parte di Washington.

Nel frattempo, dieci membri della Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti stanno cercando di imporre divieti di visto, congelamento dei beni e sanzioni finanziarie ai funzionari venezuelani.

Fonti:

Contrainjerencia

Global research

*

code