"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA si preparano per una offensiva terrestre in Ucraina

Sembra che la pace in Ucraina sia una pura finzione. Ci troviamo di fronte soltanto ad una piccola pausa di riposo, mentre fervono i preparativi per quello che sembra essere un conflitto molto maggiore con imprevedibili conseguenze e che potrebbe tornare a scoppiare in tutta la sua brutalità nei prossimi mesi.
Le ragioni per sospettare che la guerra sia inevitabile, si ricavano da una intervista che il network iraniano Press TV ha realizzato ad Alexander Nekrassov, ex assessore del Kremlino a Londra, in cui gli si è domandato quale opinione avesse a riguardo dei paracadutisti USA inviati in Ucraina per addestrare i soldati del regime di Kiev.
Di seguito mettiamo la traduzione dei passi più significativi dell’intervista:

Press TV
Il ministro dell’informazione dell’Ucraina ha espresso il suo gradimento agli USA per aver voluto condividere il loro addestramento militare con le truppe ucraine. Si sta preparando in Ucraina una guerra di cui ancora non siamo consapevoli?
Bene, in primo luogo credo che dobbiamo ricordare che la NATO e gli USA sono stati ad aiutare e supportare non solo la Guardia Nazionale ma anche questi gruppi radicali neonazisti che vengono addestrati anche essi da consiglieri statunitensi.
Tutto quello che hanno fatto gli USA in Ucraina, iniziando dall’aver finanziato il golpe dell’anno scorso che ha rovesciato il governo legittimo, è stato il creare un livello di tensione in Ucraina che si protrarrà per lungo tempo.

Anlista russo

Gli statunitensi non si sono potuti impadronire della Crimea, che era il loro obiettivo prioritario perchè volevano installare una base navale in quel posto; pertanto adesso stanno basicamente sviluppando una campagna a lungo termine e, nonostante che affermino ufficialmente di non consegnare armi, in realtà lo stanno facendo attraverso paesi terzi che svolgono il compito di intermediari.

Io realmente non vedo alcun tipo di accordo come quello di Minsk II. Per il momento disponiamo di questo accordo e forse avremo più in avanti un Minsk III e così di seguito.
Tuttavia credo che niente possa fermare la crisi nell’est dell’Ucraina.

Press TV
Ovviamente il tempo è uno dei fattori cruciali in questo caso, perchè sappiamo che questi esercizi di addestramento si allargheranno fino a Novembre, pertanto, rimangono alcuni mesi in avanti.
Suppongo che il morale e l’animo tra queste truppe ucraine si manterrà elevato durante tutto questo periodo in cui ricevono l’addestramento e ovviamente, se alcune truppe ricevono addestramenti tanto a lungo, presto avranno la tendenza ad attaccare.
Ma non crede che ci sarà un qualche progresso verso la pace? Nonostante questi addestramenti si protraggano fino a Novembre, non si avrà alcun avvicinamento tra gli USA, l’Ucraina e la Russia?

NEKRASSOV

In primo luogo mi permetta di ricordare cosa è accaduto negli accordi di Minsk II.
L’accordo di Minsk II fu elaborato mentre si trovavano 10.000 soldati ucraini e 1000 mercenari stranieri, cittadini di paesi occidentali, accerchiati nella città di Debaktsevo. Erano di fatto in pericolo di essere annientati.
Il motivo per cui la cancelliera tedesca, Angela Merkel ed il presidente francese François Hollande si sono affrettati a negoziare con Mosca e con i ribelli dell’Ucraina, è stato perchè si sono resi conto che dovevano salvare queste truppe, specialmente i 1000 mercenari stranieri coinvolti ed è stata la vera ragione per cui si è ottenuto rapidamente un accordo per salvare la situazione e dare un respiro all’Esercito ucraino.

Una volta che sei cosciente dell’autentico scenario di fondo, ti dai conto che questa era solo una tregua temporale e che adesso vediamo una grande quantità di attrezzature militari e molto personale militare addestrandosi e preparandosi per una offensiva; se si considera che questi consiglieri militari statunitensi sono venuti ad addestrare le forze ucraine fino a Novembre, questo significa che stanno preparando il terreno per una nuova offensiva.
Non occorre essere uno stratega militare per capire quello che si sta preparando.

E’ un gioco pericoloso, si, tuttavia l’occidente sta facendo quello che avevano programmato di fare e per questa ragione vedremo come arrivano rifornimenti, vedremo ancora di più mercenari stranieri, entrando in Ucraina e pertanto, non vedo alcuna intenzione da parte degli statunitensi o della UE che si possa far funzionare l’accordo di pace.

Se qualcuno crede che il punto di vista di Alexander Nekrassov sia esagerato o sia distorto e che la guerra in Ucraina non tornerà ad accendersi di nuovo in pochi mesi, con tutta la sua brutalità e violenza, deve soltanto guardare i precedenti articoli e le analisi svolte a questo proposito.
Disgraziatamente sembra che una guerra a larga scala tra l’Ucraina e la Russia (potenzialmente tra la Russia e la NATO) sia più che possibile, nonostante che adesso i telegiornali ci parlino di altri avvenimenti ed il tema dell’Ucraina sembra acqua passata.

Adesso non vediamo le fiamme ma il fuco cova sotto la superficie.

Fonte: Press TV

Traduzione e wsintesi : Luciano Lago

Nella foto al centro: Alexander Nekrassov

*

code