"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA minacciano di manovrare il terrorismo islamico contro la Russia ?

Giornalisti della pubblicazione “Kommersant” citano oggi vari analisti russi che avvisano circa il rischio di una possibile guerra indiretta tra la Russia e gli USA. Essi sostengono che i nord americani potrebbero attaccare le posizioni delle truppe dell’Esercito siriano, mentre la Russia potrebbe rispondere assestando colpi contro la denominata “opposizione moderata” protetta da Washington.

Gli analisti russi sono concordi nell’indicare che gli USA hanno varcato una linea rossa nelle relazioni con la Russia con il minacciare Mosca con possibili attacchi terroristici se questa non cambia la sua strategia in Siria. Il portavoce del Dipartimento di Stato John Kirby aveva detto che, continuando la guerra in Siria, i terroristi inizierebbero ad attaccare le città russe e Mosca e questa “riceverà i corpi dei suoi militari nei sacchi neri per i cadaveri”, così come “continuerà a perdere risorse e possibilmente aerei”.

Queste dichiarazioni incendiarie hanno causato un vero terremoto politico a Mosca e sono state considerate per quello che sono, ovvero una chiara minaccia. Le parole dell’alto funzionario statunitense (portavoce del Dipartimento di Stato) sono suonate come una istigazione diretta ai terroristi ad attivarsi per realizzare tali attacchi dei quali ha parlato Kirby, visto che i gruppi terroristi che gli USA controllano in Siria potrebbero considerare queste affermazioni come un segnale di luce verde, come una autorizzazione per commettere attentati in Russia.

Un giorno dopo, il diplomatico statuntiense ha cercato di rettificare le sue dichiarazioni, con la pretesa di di affermare che le sue dichiarazioni non avevano lo scopo di minacciare la Russia e che le sue parole erano una mera constatazione dei fatti. Tuttavia le tardive spiegazioni di Kirby sembra che non abbiano convinto nessuno.

Quello che gli USA stanno cercando di fare è l’esercitare il massimo delle pressioni sulla Russia con tutti i mezzi per ottenere un cambio della strategia di Mosca in Siria e per ottenere che la Russia cessi di sostenere il presidente Bashar al-Assad. Se non lo farà, gli USA promettono “conseguenze”.

Nota: La parte più grave che si ricava dalle dichiarazioni di John Kirby è l’ammissione di fatto che Washington utilizza i gruppi terroristi per i suoi fini che sono quelli di rovesciare i regimi considerati ostili agli interessi degli USA (ed Israele), come accade oggi in Siria ed in precedenza accaduto in Libia ed in altri paesi “attenzionati” dagli USA. Le dichiarazioni di Kirby confermano anche che Washington dispone del potere di “pilotare” tali gruppi per infiltrazioni nel territorio della Federazione Russa con la finalità di commettere azioni di terrorismo e destabilizzazione.

Questo conferma la constatazione fatta già da tempo da vari analisti che vedono i gruppi del terorrismo islamico (incluso l’ISIS) come una vera arma geopolitica utilizzata dagli USA.

D’altra parte Kirby non è il solo esponente dell’Amministrazione USA a proferire queste minacce dirette, bnasta ricordare anche l’ex direttore della Cia Michael Morell, il quale, nel corso di un’intervista alla Fox News (dove ha sostenuto Hillary contro Trump) ha spiegato chiaramente quale sia la strategia USA per fare “pressioni” su Mosca: bisogna far pagare “un grosso prezzo” a Putin e Assad, ha detto, chiarendo che intendeva: uccidere soldati russi e siriani. Bisogna “spaventare Assad” colpendo la sua guardia nazionale, “bombardare i suoi uffici nel cuore della notte”. Ha aggiunto: bisogna “ammazzare russi e iraniani di nascosto”. Ha chiarito: “Proprio come abbiamo fatto pagare un prezzo ai russi in Afghanistan”, evocando la guerra del 1978 . “Aiutando i mujaheddin?”, ha chiesto l’intervistatore. “Esattamente” ha risposto Morell.

Gli analisti osservano che Vladimir Putin, del quale tutto si può dire ma che certo non può essere scambiato per un dilettante, ha perfettamente inteso il messaggio degli statunitensi e sta studiando le sue contromisure.

Fonti:  Sputnik Mundo     Hispan Tv

Traduzione e nota : Luciano Lago

*

code

  1. Idea3online 1 anno fa

    In questi momenti della storia, quando il rivale è diventato militarmente forte quanto gli USA, le minacce, sono come neve al sole. In un mondo basato sulla tecnologia riproducibile consente alla Russia di disporre di risorse immateriali a costo zero in quanto dispone di capitale umano preparatissimo in fisica e matematica. Siccome il mondo di oggi è basato interamente sulla fisica e matematica molto di più del passato, anzi nel passato la forza, la violenza decidevano le sorti di una minaccia. Ma oggi almeno nelle prime fasi, prima dello scontro violento, una minaccia può essere gestita da uomini capaci ed armati di fisica e matematica, anche se gli stessi di violenza nemmeno a parlare, in quanto predisposti alla scienza ma non all’arte della guerra. Certo chi guida questo capitale umano sono sempre uomini di guerra. Perciò oggi la Russia e gli USA si equivalgono nel mondo immateriale, mentre negli USA sono più forti per capitale finanziario e struttura militare diffusa nel mondo. In caso di contro diretto gli USA non potranno mai essere sconfitti, ma dal 2014 in poi hanno perso il titolo di unica potenza globale, e dal 2014 hanno capito che la lune di miele è finita, in quanto dovranno dividere la storia del mondo con la Russia e la Cina. Il prossimo conflitto finirà con una X. Pareggio. Per la Russia e la Cina il pareggio equivale ad una vittoria, per gli USA ad una sconfitta. Ma sempre pareggio alla fine sarà in quanto dal 2014 il mondo unipolare è terminato, anche se l’Occidente non accetta questa realtà, ma è naturale non accettare la realtà quando è dolorosa. Ma la nostalgia del passato non può fare cambiare le sorti del presente. Ed il presente è che oggi le minacce alla Russia non potranno avere nessun effetto, perchè ogni minaccia verrà ripagata con una risposta simmetrica prima attivando tutto il capitale umano di fisici e matematici russi, ed dopo la violenza militare, e di violenza la Russia ne ha tanta, nel loro DNA da 100 anni sono accesi i geni del rancore e dell’odio verso gli attacchi ricevuti, ed tutto questo odio quando verrà guidato contro l’Occidente farà più danni delle armi. La Russia ha armi ed odio. Una miscela micidiale. La Russia ha forgiato uomini da una parte ottimo fisici e matematici, dall’altra operai e disposti alla disciplina come soldati in caserma. Oltre a soldati, dispone di milioni di operai disciplinati come a soldati, abituati a sottostare agli ordini di una fabbrica. In Occidente che ha investito nell’impresa privata, nel libero mercato, hanno creato masse di liberi operai, esclusi dalle catene di montaggio, milioni dii uomini che riconoscono solo l’impresa individuale, ed perciò non abituati alla disciplina del capo, se non di loro stessi. Milioni di uomini resi teneri nello spirito e nel corpo, Quasi che i tratti maschili della durezza siano peccati e tratti genetici da modificare e punire chi li presenta in modo eccessivo. Per concludere la guerra dei due Mondi non può essere evitata, ed la Russia non potrà essere fermata perchè è entrata dentro la PROFEZIA.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Dall 1 anno fa

      Ottima disamina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. paolo 1 anno fa

      Senti, idea 3 online alias mylan key stai infestando il web con le tue farneticazioni idiote. togliiti dalle palle per favore, qui non siamo su pandora tv.CAPITO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. egenna 1 anno fa

        Beh, qualche verita c’è in questa esposizione, poi non potrà piacere chi la espone, ma
        qualche verità c’è, o sbaglio!?
        Cordiali saluti

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. paolo 1 anno fa

          egenna. Ma aldila’ di alcune risibili Verità, ma cosa significa:”la Russia ha armi ed odio”? e ancora: “resi teneri nello spirito e corpo”…soldati abituati alla disciplina del capo…e poi l’idiozia del messaggio messianico finale in cui dichiara che la Russia è entrata nella profezia (?) In ultimo questo signore incolla le sue strampalate teorie in diverrsi siti web con diversi nomi e questo, mi creda è irritante.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. stefano 1 anno fa

    Bisogna invece far pagare un grosso presso agli USA, questi bastardi che hanno portato morte e distruzione in tutto il medio oriente e non solo, questa nazione che si crede l’ unta dal signore, questa nazione che brilla di luce, si ma di luce luciferina. Di questa arroganza non se ne può più!. Allora come una corsa delle auto verso il precipizio bisogna alzare il livello dello scontro, vediamo fino a che punto ne hanno di coraggio.
    Vogliono lo scontro e scontro sia, non bisogna indietreggiare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giuseppe palazzo 1 anno fa

    a questo punto bisognerebbe parlare di terrorismo USA non più islamico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Eugenio Orso 1 anno fa

    Credo che si tratti molto di più di semplice “istigazione” …
    Da un paio d’anni è chiarissimo che l’Asse del Male e gli Usa, in particolare, non si faranno scrupoli a usare la feccia tagliagole islamosunnita in Europa, per piegarla con una cappa di terrore, e in Russia, per destabilizzare il principale centro di resistenza al mondo contro la barbarie neocapitalista.
    L’obbiettivo principale è il controllo dell’Europa, separata dalla Russia, anche se per raggiungerlo la ridurranno in macerie.
    L’amministrazione federale americana è attualmente composta da autentici assassini, a partire dal serpentesco presidente, ma nel prossimo futuro, con la psicopatica stragista Hillary Clinton, sarà anche peggio.

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. nessuno 1 anno fa

      forse, anzi sicuramente, io guarderei piuttosto in casa usa, ritengo che tutta questa
      tensione abbia un legame con le elezioni, la elezione della killary non è certamente
      e numericamente accertata, con Trump come Presidente sarebbe un fallimento
      completo per la dirigenza attuale e le lobby aggregate, warning!
      Come fare per assicurare la continuità? semplice, posticipare le elezioni, e quale sarebbe
      il modo o metodo o sotterfugio abbastanza importante e decisivo per far accettare
      dal popolo la decisione? una guerra, situazione di emergenza nazionale, azzeramento
      delle leggi costituzionali generali e presa del potere decisionale dai militari.
      La sola guerra abbastanza importante per giustificare lo stato di emergenza negli
      usa è appunto un conflitto con la Russia, ma siccome i militari usa di strategia
      militare sono al livello di mia nonna,quando voleva impedire alla volpe di entrare
      nel pollaio, (confrontazione persa)hanno fatto i conti senza il terzo incomodo:la Cina.
      Il prezzo da pagare sarà immenso, ma almeno non sentiremo mai più parlare degli
      usa, e sarà una liberazione e un bene per quello che resterà della Terra.
      In ultima analisi: qualcosa deve cambiare, non si può continuare così….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. mimmo 1 anno fa

    ” bisogna far pagare “un grosso prezzo” a Putin e Assad, ha detto, chiarendo che intendeva: uccidere soldati russi e siriani.
    Bisogna “spaventare Assad” colpendo la sua guardia nazionale, “bombardare i suoi uffici nel cuore della notte”.
    Ha aggiunto: bisogna “ammazzare russi e iraniani di nascosto”.
    …ma che imbecilli…questi parlano come nei film ollivudiani…come gheri cuper e gionuein…
    mannatevene ammorì ammazzati….che annatevene….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mardunolbo 1 anno fa

    beh, un bel sommovimento tellurico lungo la California, tale da spazzare qualche decina di città americojons, risolverebbe forse drasticamente e perennemente gli assassinii e le stragi eseguite dagli usa da decenni in qua !Penso sempre a quanto ha profetizzato la beata Neumann ed auspico che il momento arrivi presto per dare una batosta definitiva a quelli che si considerano gli “unti da…satana”.
    Signore pensaci tu !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Umberto 1 anno fa

      Mardunolbo, che ne dici di Yellowstone?
      Io credo che qualcuno ci stia già pensando, tant’ è vero che da poco tempo a questa parte si sentono strani rumori…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Walter 1 anno fa

    Si potrebbe anche togliere il punto interrogativo dal titolo di questo articolo, visto che le minacce sono palesi e dichiarate con un linguaggio da gangster, come giustamente é stato fatto notare a livello diplomatico. Dal mio punto di vista, una minaccia così diretta e proferita in termini volgari é un chiaro sintomo di debolezza e, in pratica, significa “mi piacerebbe scannarti ma non sono in grado di farlo”. Non credo, peraltro, che gli USA abbiano una forte capacità di penetrazione nella società russa e dubito che siano in grado di organizzare colpi di stato o manifestazioni di piazza (tipo Maidan) in Russia. In Iran ci hanno provato e hanno fallito miseramente: i terroristi e le spie americane sono stati individuati e neutralizzati. Le minacce proferite da Kirby sono una chiara provocazione, molto pericolosa per gli USA perché la controparte potrebbe rispondere con i fatti piuttosto che con le parole. Infatti, la società americana, a differenza di quella russa, é facilmente permeabile da parte di chiunque, le armi circolano liberamente e senza controllo e il pericolo di attentati é ampiamente sottovalutato dall’attuale amministrazione USA. L’ultima volta che sono andato negli USA (qualche anno fa) mi hanno fatto firmare un foglio dove c’era scritto che non andavo là per compiere attentati terroristici; ma ti pare che un terrorista ci scriverebbe “si, sono venuto per compiere un attentato”?

    Rispondi Mi piace Non mi piace