"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA forniscono lezioni di russo alle loro “special forces”. Si preparano ad attaccare la Russia?

Il Pentagono offre lezioni di russo ai suoi militari delle truppe speciali n modo che imparino questa lingua per potersi muovere meglio nel corso di una ipotetica campagna bellica contro la Russia.
Il Dipartimento della Difesa USA (Pentagono) prevede uno specifico capitolo di spesa per l’insegnamento della lingua russa, secondo quanto riferisce l’agenzia Sputnik, citando l’analista locale Alexander Jrolenko, che collabora con altro media informativo.

In tale senso, Jrolenko spiega che “il Pentagono ha utilizzato istruttori per insegnare ad un gruppo di forze speciali della Guardia Nazinale degli USA, circa “la terminologia militare russa”, così come “la storia, la cultura, le tradizioni ed i costumni del popolo russo”.

Una volta fatte queste affermazioni, l’analista sostiene che, ad un osservatore, queste notizie danno l’impressione che le forze speciali USA , ben equipaggiate ed addestrate, a cui sono stati assegnati fondi addizionali, si stiano preparando per realizzare” missioni”sul territorio russo.

Arrivando a questo punto, Jrolenko enfatizza aggiungendo che anche l’Amministrazione del presidente Donald Trump ha richiesto per il Pentagono altri 65 mila milioni di dollari per finanziare impegni militari verso l’oltremare di Washington, come potrebbe essere lo schieramento di effettivi statunitensi vicino alle frontiere occidentali della Russia, già in corso.
Inoltre la Casa Bianca pretende di aumentare gli effettivi delle Forze Armate USA con altri 56.000 soldati in più rispetto all’organico attuale, aggiunge l’analista russo.

Prima di queste dichiarazioni, vari media avevano segnalato che l’Esercito statunitense stava cercando contrattisti per impartire corsi di russo alla riferita Guardia Nazionale, presso una istallazione di Birmingham, nello stato di Alabama. Le lezioni dovevano durare dalle tre alle sei settimane.
D’altra parte, il 17 Maggio, il Pentagono ha pubblicato una offerta di impiego in cui si cercavano professori che insegnino francese, spagnolo, arabo e russo. Nonostante questo, l’annuncio è stato ritirato a meno di 24 ore dalla pubblicazione.

Washington, assieme alla NATO, dopo la crisi in Ucraina nel 2014, sperimenta forti tensioni con la Russia a livelli mai visti dalla Guerra Fredda, per questo ha moltiplicato le manovre militari e le pattuglie marittime, terrestri ed aeree nell’est Europa, oltre ad aumentare la sua presenza militare nei paesi baltici.

Forze USA in Lituania

Anche contingenti italiani sono stati inviati sul Baltico, in Lettonia, ai confini russi, per una serie di esercitazioni interminabili, con enorme spiegamento di uomini e mezzi da parte della NATO. Persino nel Mar Nero sono state inviate una serie di unità navali USA e della NATO, malgrado trattati internazionali che limiterebbero la presenza di navi da guerra di paesi non rivieraschi.

Questo spiegamento di forze vicino alle sue frontiere viene qualificato come molto preoccupante da Mosca e ci sono precise avvertenze da parte del Governo russo che, in caso di attacco, Mosca non esiterà a rispondere utilizzando il suo armamento nucleare.

Questi avvertimenti non sono tenuti tuttavia in grande considerazione dalla elite di potere di Washington che attualmente è dominata dai gruppi neocons che ostentano una chiara forma di “russofobia” e proclamano la necessità di “far pagare un prezzo alla Russia” per i suoi interventi in Ucraina ed in Siria.

Lo stesso Donald Trump, secondo molti analisti, si trova ad aver cambiato nettamente il suo atteggiamento rispetto alla questione dei rapporti con la Russia e, a giudizio degli esperti, si trova ostaggio della elite di potere dei neocons.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Idea3online 1 mese fa

    Nessun corso potrà cambiare il destino degli USA, anche loro come tutti gli Imperi del passato subiranno un declino seppur parziale(gli USA resteranno sempre la Signora del Mondo, anche se con meno amanti), la Russia sarà sempre più favorita nel Mediterraneo, ed ecco che:
    il presidente Anastasiades invita Putin e Medvedev a visitare CIPRO in autunno….sarà che l’Occidente vorrà alzare il tiro contro la Russia in autunno? Ed la Storia soffia in direzione di CIpro….aspettiamo la Grecia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nessuno 1 mese fa

    Sono sempre le stesse notizie che si rincorrono, niente di nuovo sotto
    questo solito sole, le solite provocazioni, e il solito atteggiamento Russo
    di attesa, insomma la solita situazione di tiramolla con il solito esito:
    solita inevitabile attesa…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mardunolbo 1 mese fa

    Poverini ! la loro logica è differente, ma sono sicuro che le lezioni di russo porteranno un beneficio alle forze speciali quando, prigionieri dovranno togliersi d’impaccio almeno masticando un poco di lingua russa…
    Se sei solo un soldato americojon con tutto quello che ti porti dentro di protervia, superbia e strafottenza, che probabilità hai di NON ricevere una pistolettata in testa ?
    Nessuna ! Ma se almeno sai chiedere pietà, in russo, allora quello che arde di farti secco come assalitore della Grande Madre Russia, potrebbe ripensarci.
    Tutto qui!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giorgio 1 mese fa

    Si leggono sempre articoli venati dall’ottica degli yankee, a quando quelli del versante russo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 1 mese fa

      x giorgio. Ci sono già , basta leggere invece di emettere suoni gutturali !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 1 mese fa

        Non sto più sulla pelle, dal momento che non riesco più a collocare negli interstizi intestinali tutti gli apprezzamenti che mi rivolge, Signore non son degno.
        Dovrebbe farci conoscere la sua tastiera, per generosità nei nostri confronti, visto che emette suoni gutturali anziché geroglifici, lei è veramente proiettato nel futuro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giorgio 1 mese fa

        Non avrà intenzione di presentarmi la parcella per tutte le perle di saggezza che pervicacemente mi recapita?
        Non gliele ho mai chieste.

        Rispondi Mi piace Non mi piace