"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Gli USA dichiarano il Venezuela una “minaccia” per la sicurezza nazionale

Maduro risponde a la sanciones

Il presidente Barack Obama ha emesso un ordine esecutivo in cui dichiara il Venezuela una “minaccia nazionale”, sanzionando sette persone ed esprimendo timori sul trattamento da parte del governo venezuelano degli oppositori politici.
Il governo americano ha accusato il presidente Maduro di violare la dichiarazione dell’Organizzazione degli Stati Americani “e altri strumenti fondamentali di democrazia e diritti umani”.

I membri del governo venezuelano sanzionati che, secondo gli USA, avrebbero partecipato “all’arresto o processo giudiziario di persone che volevano esercitare il diritto alla libertà di espressione” e “ad atti di violenza contro manifestanti dell’opposizione” sono il comandante della regione di difesa integrale centrale, Antonio Benavides Torres, il direttore della polizia politica SEBIN, Gustavo González López, il presidente della corporazione venezuelana di Guayana ed ex comandante della Guardia Nacional, Justo Noguera Pietri, il pubblico ministero Katherine Haringhton, il direttore della polizia nazionale bolivariana, Manuel Pérez Urdaneta, il comandante della 31° brigata armata dell’esercito, Manuel Bernal Martínez e l’ispettore generale delle forze armate, Miguel Vivas Landino. Le sanzioni consistono nel congelamento di beni negli Usa e nella proibizione all’ingresso negli Stati Uniti.

In una nota il portavoce della Casa Bianca Josh Earnest dichiara che “funzionari venezuelani passati e presenti che hanno violano i diritti umani di cittadini venezuelani e ingaggiato atti di corruzione pubblica non saranno i benvenuti negli USA. Ora abbiamo gli strumenti per bloccare i loro asset e l’uso da parte loro del sistema finanziario Usa”.

Nella nota viene precisato che gli USA “sono profondamente preoccupati per gli sforzi del governo venezuelano nell’aumentare l’intimidazione dei suoi oppositori politici”. La Casa Bianca ha inoltre chiesto al Venezuela di rilasciare tutti i prigioneri politici, compresi “decine di studenti, il leader dell’opposizione Leopoldo López e i sindaci Daniel Ceballos e Antonio Ledezma “.

Simili procedimenti hanno già colpito Iran, Siria, Birmania, Sud Sudan, Repubblica Centroafricana, Yemen, Libia, Somalia, nonché Russia e a altri regimi considerati da Washington ostili e pericolosi per la pace mondiale.

La risposta del presidente Maduro è stata immediata e trasmessa a reti unificate. Queste le sue dichiarazioni: “Il governo americano vuole farmi cadere. È questo il mandato. È l’anticamera di un intervento militare”.

Fonte: Sputiniknews

*

code

  1. Ares 2 anni fa

    Un’altra nazione cui gli usa si arrogano di esportare la democrazia (la loro) insomma vogliono dichiarare guerra al globo intero, facciano pure tanto sono già in declino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Idea3online 2 anni fa

    Nessuno dubiti che se ancora non siamo fritti o meglio se il mondo ancora non è stato legato da una dittatura globale, è solo grazie a Dio. Per allungare i tempi confuse le lingue degli uomini ed automaticamente gli uomini consolidarono culture e si formò la geopolitica, ottima mossa per non permettere l’accordo tra i capi. Ma adesso internet è la lingua globale, il denaro è elettronico, il controllo è elettronico, certo se Dio volesse potrebbe generare campi magnetici o altri sistemi per disattivare il SISTEMA…..tanti dicono che siccome Dio conosce e può, è responsabile perchè permette l’inganno…..potrebbe essere vero, ma se il tempo non esiste, ed se 1000 anni potrebbero essere come un giorno, chiaro è che Adamo ed Eva sbagliarono meno di 6 giorni fa, ed il Tempo Stabilito inizierà prima della fine dei 6 giorni o prima dei 6000 anni di storia umana. A pensarci bene Dio ha rimediato a tutto e subito….l’eternità esiste, è intono a noi, tutto quello che vediamo è eterno, certo Adamo morì a 930 anni, oggi si muore a circa 100 anni. Purtroppo noi pensiamo che Dio non esiste, però tutti i capi ai vertici del Pianeta si muovono ed agiscono seguendo uno schema spirituale avendo fede in esseri invisibili. Purtroppo noi non crediamo all’invisibile, non crediamo più ad un Creatore. E’ automatico cancellare Dio se usiamo e viviamo servendoci degli strumenti tecnologici in modo assoluto, l’uomo se non utilizza la natura, se le sue necessità vengono soddisfatte quasi tutte dal SISTEMA, facilmente diventiamo figli di Cesare. Dai a Cesare quello di Cesare ed a Dio quel che è di Dio, non viene ritenuto valido, perchè oggi l’umanità viene convinta che tutto appartiene a Cesare. Del resto l’articolo fa capire che anche il Venezuela appartiene a Cesare. Dalla mattina alla sera ci martellano con queste forme autoritarie di possesso che alla fine ci convincono che Dio è morto. Per un attimo riflettiamo su tutte contraddizioni esistenti sul Pianeta, e chiediamoci…di chi è la colpa? Un uomo onesto ha tutte le prove che il Potere Assoluto, adora il Principe del Mondo, tanti simboli usati sono come una lode al male. L’ultima volta che abbiamo visto una pubblicità che esaltava i valori di Dio, che usava simboli del bene, l’ultima volta che abbiamo visto uno spot che affermava che siamo stati creati da Dio….oppure che esaltava uno dei 10 comandamenti…quasi mai….ma ogni giorno veniamo bombardati da lodi e simboli al Principe del Mondo. E’ molto strano avere cancellato e non mandare mai in onda se non in casi particolari, programmi che parlino di Dio, di Gesù…..vero noi non crediamo in Dio..non abbiamo nessuna voglia di ascoltare le leggi del bene…importante è che LORO credano al loro PRINCIPE e noi in attesa del marchio ci uniamo al coro di lode in adorazione, ma sempre pronti ad accusare Cesare, sempre pronti ad aggredire Cesare, a concentrarci alla cattiveria del POTERE, ma dimenticandoci che noi e loro stiamo servendo ed adorando lo stesso Principe. I cittadini che non applicano le leggi di Dio, o Cesare che adora l’Avversario di Dio, entrambi pesano allo stesso modo sulla bilancia divina, anzi è sotto gli occhi di tutti che se Cesare non esistesse i cittadini da soli avrebbero un comportamento così deplorevole e disgustoso…..ma tramite l’autorità di Cesare il male esponenziale dentro una mente mediocre e istintiva viene tenuto a freno. Infatti nell’Apocalisse è chiaramente illustrato che tutti noi, sia cittadini ed autorità subiremo le stesse conseguenze.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ares 2 anni fa

      Quindi tutti colpevoli, immagino il paradiso sia una landa solitaria (scusa il mio dire ironico) ma non sono d’accordo. Comunque complimenti per il blog.

      Rispondi Mi piace Non mi piace