"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

“Gli Stati Uniti sono il principale responsabile di tutte le aggressioni nel mondo”

agresion-imperialista-a-siria

Gli Stati Uniti dirigono tutte le guerre di aggressione nel mondo, questo che costituisce il maggior crimine a livello internazionale, secondo le regole stabilite nel processo di Norimberga, questo ha dichiarato Noam Chomsky, riconosciuto come un qualificato esperto, analista, politologo e linguista statunitense.

Alludendo alla aggressione statunitense in Iraq nel 2003, l’accademico ha ricordato che l’identità della Nazione irachena è stata distrutta dagli aggressori e sostituita con “identità settarie ed etniche”, nel istituire un Consiglio di amministrazione  nel paese, sulla base di una identità settaria, “una novità per l’Iraq”.


Secondo il criterio di Chomsky, l’attuale crisi settaria in Iraq trova le sue radici nell’utilizzo del “martello” maneggiato da Donald Rumsfeld e da Dick Chenney ( rispettivamente  segretario alla difesa degli USA l’uno e vicepresidente  l’altro, durante il governo di George W. Bush,) ed altri come loro, persone  che non comprendono nulla di più oltre alla violenza ed al terrore,  esponenti dell’Amministrazione USA  i quali hanno contribuito a creare  quei conflitti che adesso stanno distruggendo la regione”.

Noam Chomsky

Questo “martello”, ha aggiunto, è stato successivamente utilizzato dal presidente Barack Obama per distruggere la Libia e causare l’attuale conflitto che avviene fra le varie milizie, per promuovere il terrorismo in una gran parte del continente africano e la valanga di armi che arriva anche dalla Siria.

In altra parte delle sue affermazioni, Chomsky (nella foto a sinistra) ha sottolineato la presenza delle conseguenze del terrorismo di  Stato negli stessi Stati Uniti ed in tutto il mondo, ed ha suggerito che quanto più questo si trova vicino alla propria casa, tanto più è difficile fare finta di non vedere.

In questo senso, ha menzionato il flusso migratorio di minori centroamericani verso gli USA ed ha ricordato che tutte le informazioni indicano che la maggior parte di questi proviene dal Guatemala, dal Salvador e dall’Honduras.
Chomsky ha sottolineato l’assenza di bambini nicaraguensi tra questi minori immigrati ed ha considerato questo fattore spiegabile con la resistenza opposta dall’Esercito del Nicaragua davanti all’aggressione statunitense nella decade degli anni ’80 (tramite i “contras”).

Secondo l’eminente linguista, la difesa fatta dell’Esercito nicaraguense del  proprio popolo in un momento in cui gli altri paesi soffrivano degli attacchi dei terroristi diretti, equipaggiati ed addestrati da Washington, ha contribuito a determinare la situazione attuale.

Bisogna ricordare che, secondo il processo di Norimberga, stabilito dopo la seconda guerra mondiale, l’inizio di una guerra di aggressione non soltanto costituisce un crimine internazionale, ma è anche considerato il maggiore dei crimini internazionali , “differenziandosi dagli altri crimini nel fatto che è compreso in esso stesso la perversità accumulata degli altri crimini”.

Fonte: Hispantv

Traduzione: Luciano Lago

*

code