"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

GARDA : un altro dei “mostri” del futuro “Nuovo Ordine Mondiale”

di  Yves Engler

Tutti conoscono i nomi di alcune delle più mostruose corporations private che effettuano spionaggio e manipolazione in giro per il mondo.
A tutte le persone che hanno una minima conoscenza, vengono in mente rapidamente i nomi della Monsanto, nel campo della geoingegneria o della Blackwater (Academi), nel campo della “sicurezza privata”.
Risulta evidente che quando parliamo di “sicurezza privata”, ci riferiamo agli “eserciti privati di mercenari“.
Tuttavia mentre una buona parte delle persone ha sentito parlare di questa corporazione criminale nordamericana denominata Blackwater o Academi, mentre molta meno gente ha sentito parlare di quella che è l’impresa di sicurezza più grande del mondo: la canadese GARDA.

Alcune settimane fa, gli studenti della Universidad de Quebec en Montreal (UQAM) hanno interrotto una riunione della giunta, dopo aver saputo che gli amministratori pianificavano di firmare un contratto per sette anni ed un valore di 50 milioni di dollari con il gigante della sicurezza privata GardaWorld.

Questi giovani manifestanti si sono dimostrati arrabbiati con l’amministrazione dell’Università che ha cercato di espellere i leaders studenteschi più ribelli  ed hanno cercato di aumentare le misure di sicurezza in un campus caratterizzato da una intensa attività politica.

La maggiore compagnia di sicurezza del mondo, la Garda, si trova disponibile a reprimere quando necessario  i leaders universitari, i leaders sindacali e gli esponenti politici.
Di fatto, il presidente esecutivo di questa compagnia di Montreal, Stephan Cretier, ha qualificato gli scioperi e le manifestazioni degli studenti del Qebec nel 2012  come “positive” per i loro affari.
“Naturalmente, quando ci sono disordini e scontri da qualche parte, come nelle elezioni in Egitto o qui nel Qebec, o quando di sviluppa qualsiasi manifestazione violenta o sommossa in qualche parte del mondo, per disgrazia e in generale, è cosa buona per i nostri affari”.

Garda Logo
Garda Logo

Un profilo fatto nel 2014 sul sito web della “Canadian Business”, descrive il business della Garda come “nolleggio di bande armate per proteggere i clienti che lavorano in alcuni dei posti più pericolosi del mondo”.
Creata nel 1995, con l’invasione dell’Iraq e dell’Afghanistan, nella decade dei 2000,si è assistito ad uno sviluppo impetuoso nella crescita degli affari della Garda. Avendo ricevuto finanziamenti dal fondo pensioni della “Caisse de dépôt de Québec”, Garda è arrivata a disporre nel 2007 di circa 5.000 dipendenti che lavorano soltanto in questa regione ( nel 2015, Grada dispone di un totale di 85.000 dipendenti in tutto il mondo).

Mentre l’attività del complesso militare industriale degli USA aumenta i suoi profitti ma accumula una cattiva immagine, la compagnia canadese è riuscita a sviare le critiche nascondendosi sotto lo scudo di una identità canadese apparentemente nobile.
Quando furono sequestrati 4 impiegati della Garda (più tardi assassinati) nel 2007, il capo dell’impresa ha sostenuto che i suoi soldati privati in Iraq sono “percepiti in forma diffferente rispetto i nordamericani per essere una società canadese”.

Naturalemte non ha menzionato se gli iracheni, quelli  che sono stati colpiti dalle pallottole dei loro mercenari, si fossero sentiti meno aggrediti nel sapere che i proiettili che li hanno feriti o uccisi provenivano dai dipendenti di una impresa canadese.
Garda si è trovata coinvolta nel conflitto in Afghanistan. Nel 2012 due dei suoi dipendenti britannici sono stati catturati con decine di fucili AK-47 senza licenza e per questo sono stati incarcerati per tre mesi, mentre che, due anni più tardi, il capo delle operazioni della Garda in Afganistán, Daniel Ménard, fu incarcerato per tre settimane per imputazioni simili . Il Comandante delle forze canadesi in Afghanistan tra il 2009 e il 2010, Menard ha lasciato l’esercito dopo aver ricevuito una sospensione per aver scaricato imprudentemente la sua arrma e per aver mantenuto relazioni sessuali con un subordinato.

Garda Mercenari
Garda Mercenari

Nel 2013 Garda ha stabilito operazioni in Nigeria per fornire appoggio logistico alle imprese petrolifere internazionali, che avevano subito attacchi politici e criminali.
La Garda ha svolto i suoi incarichi nello stesso anno in Somalia, a Mogadiscio, per scortare e proteggere i contrattisti dell’energia ed i lavoratori internazionali per lo sviluppo, portandoli in giro in tutto il paese.
L’utilizzo dei mercenari si è rivelato un aspetto sempre più in crescita che ha fatto sviluppare le imprese di sicurezza e creato dei veri e prori eserciti privati al servizio delle corporations e dei politici di alcuni paesi. La sicurezza è divenuta un servizio privato riservato ai pochi che possono permettersela. Per tutti gli altri i pericoli ed il rischio di cadere vittime di attacchi e di terrorismo è divenuto abituale.

La missione all’estero di maggiore successo della Garda è stata quella svolta in Libia, dove è stato designato l’ex colonnello canadese Andrew Zdunich, cone capo delle operazioni. In qualche momento dell’estate 2011, secondo il suo sito web, Garda ha iniziato ad operare nel paese. Dopo che il Consiglio Nazionale della Transizione della Libia aveva conquistato Tripoli (sei settimane prima dell’assassinio di Gheddafi a Sirte) i ribelli hanno chiesto l’assistenza della Garda, perchè le sue forze “strigessero d’assedio la fortezza pro -Gheddafi di Sirte”,ha informato Bloomberg.

La partecipazione della Garda in Libia può aver contravvenuto alle leggi di questo paese, così come le risoluzioni dell’ONU del 1970 e del 1973.
La risoluzioe dell’ONU n. 197 chiamava ad un embargo delle armi che obbligava tutti gli stati membri dell’ONU ad “impedire la fornitura di personale mercenario armato” in Libia.

Tuttavia è ovvio che contravvenire il diritto internazionale è uno degli aspetti centrali di questo business. Come prima società di sicurezza occidentale che operava ufficialmente nel paese, la pagina web della Garda si descrive come “leader di mercato in Libia” con più du 3.500 effettivi “che forniscono protezione, formazione e risposta alla crisi”.

Garda World - addetti sicurezza
Garda World – addetti sicurezza

“Il piccolo esercito della Garda, costituito da ex membri delle forze speciali britanniche ed altri soldati d’elite, ha ottenuto tutta una serie di lucrativi contratti in Libia, offrendo servizi di sicurezza ad un amplio numero di imprese internazionali del petrolio e dei suoi fornitori di servizi”. Allo stesso modo quelli della Garda , hanno svolto compiti, come soldati della NATO, nella formazione dell’esercito libico, essendo la prima volta che la NATO ha contrattato un programma di formazione privato.
Questa impresa di Montreal si incaricava anche di proteggere un centinaio di membri del personale della Missione dell’Unione Europea di assistenza di frontiera (EUBAM) ed hanno equipaggiato le guardie di frontiera e le coste della Libia in un tentativo di ridurre l’arrivo dei migranti africani che cercano di attraversare il Mediterraneo verso l’Europa.

Il contratto di 4 anni con al Garda dell’EUBAM, ha richiamato l’attenzione all’inizio del 2014, quando 19 casse di armi e munizioni destinate alla compagnia sono scomparse all’aereoporto di Tripoli. Tuttavia la compagnia non ha permesso che questa perdita di armi creasse difficoltà nello svolgimento delle loro funzioni. Secondo Intelligence Online, i funzionari della Compagnia hanno richiesto in prestito le armi dell’esercito britannico per garantire la sicurezza del peronale della UE.
La Garda si è dedicata in particolare ad assicurare la sicurezza degli interessi britannici in Libia, inclusa la protezione dell’ambasciatore Dominic Asquith.
Essendo una fonte di impiego per gli ex membri delle forze speciali canadesi, statunitensi e britanniche, la Garda mantiene forti collegamenti con i circoli militari e politici di questi paesi.

Il presidente del CDA della Garda è attualmente Derek Burney, ex ambasciatore del canada negli USA ed ex assessore del primo ministro canadese Stephen Harper.
Il direttorio del Garda include anche l’ammiraglio di 4 stelle ritirato, Eric T. Olson, il segretario aggiunto del Dipartimento  di Sicurezza degli USA, Michael P. Jackson, ed il Segretario  permanente del Regno Unito, Sir Richard Mottram.

In dicembre la Garda ha contattato l’ex ministro conservatore Christian Paradis, secondo quanto scritto da Le Soleil, per convincere i vari livelli di governo  canadese ad incrementare l’utilizzo dei servizi privati della Garda nella sicurezza pubblica.

Come vediamo questa creatura del capitalismo neoliberale, oltre ad essere una arma di aggressione occidentale, è un pericolo gigantesco per la democrazia …un pericolo che non smette di crescere.
Tratto da:  Dissident Voice.org

Traduzione: Manuel De Silva

*

code

  1. michel 9 mesi fa

    ” UN’ALTRO DEI MOSTRI…” quell’apostrofo è proprio bello!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 9 mesi fa

      Mi dispiace (lo siento) perchè ogni tanto faccio qualche errore con el italiano. Sono cileno ed ancora non sono del tutto padrone del idioma. Me excuso con i lettori del sito. Saluti
      Manuel De Silva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. michel 9 mesi fa

        Perdonato! 😉
        Buon lavoro

        Rispondi Mi piace Non mi piace