"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Fusaro: “Il Def è il dominio totale del capitale.

Fusaro: “Il Def è il dominio totale del capitale. Al posto di Renzi serve Putin. Contro la retorica del migrante…”

Pubblichiamo questa interessante intervista al filosofo  Diego Fusaro

di Adriano Scianca

“Quella di Renzi una rivoluzione socialista? Non scherziamo, dire questo è fare ideologia orwelliana”. Il filosofo Diego Fusaro non si fa incantare dalle riforme varate da Renzi e al premier italiano preferisce Putin: “Almeno lui rende il mondo plurale”.
Fusaro, ha visto il Documento di economia e finanza presentato dal governo?
«Con le mie competenze limitate, mi è sembrata una ulteriore conferma del dominio totale del capitale, Davvero non mi riesce di capire che differenza ci sia tra Renzi e Monti, tra Renzi e i liberisti. Continua a spacciarsi per l’homo novus, ma il premier mi sembra vecchissimo».


Eppure Renzi insiste molto sul valore solidaristico degli 80 euro in più in busta paga…
«Mi sembra una presa in giro grossolana, un modo volgare di spacciare dell’elemosina per un provvedimento illuminato».
La senatrice democratica Laura Puppato ha definito il Def una “rivoluzione socialista”. Uno studioso di Marx e della tradizione socialista come lei è d’accordo?
«Una rivoluzione neoliberista semmai. Spacciare tutto ciò per socialismo è tutt’al più un episodio orwelliano della storia dell’ideologia e come tale va commentato. Ricorda il Big Brother? “La libertà è schiavitù”. Siamo esattamente su quel livello…».
A proposito di libertà e schiavitù: un nuovo bug di internet, soprannominato “Heartbleed”, sta mettendo in pericolo i dati sensibili degli utenti di mezzo mondo. Ma la tecnologia non doveva liberarci?
«Internet non è il regno della libertà assoluta, tutt’altro. È il dispositivo panoptico del potere. Oggi siamo tutti controllati, è evidente. C’è un sistema che controlla i nostri gusti e persino i nostri sogni. Io invito sempre chi mette in discussione i totalitarismi, ma solo quelli del passato, a chiedersi quale regime ha mai anche solo sognato di controllarci come lo siamo noi oggi. Ci stiamo autoschedando credendo di essere liberi».
Eppure c’è gente che per accedere a tale libertà attraversa pericoli estremi. Sulle nostre coste, proprio in questi giorni, sono ricominciati gli sbarchi…
«Personalmente trovo insopportabile la retorica del migrante, ma certo non lo considero un nemico. Quello che dobbiamo fare è lottare affinché questa gente non sia costretta a emigrare. Loro sono degli sfruttati, esattamente come noi, l’immigrazione è un fenomeno tristissimo sia per noi che per loro. Il capitale, del resto, ci vuole tutti migranti: apolidi, senza diritti, senza una lingua. Per dirla con un’amara battuta: queste persone fuggono da paesi in cui si è costretti a morire di fame, qui invece siamo solo liberi di farlo».
Cosa pensa di Vladimir Putin?
«Putin purtroppo non è Lenin, ma è un bene che ci sia. Se tutto l’establishment ce l’ha con lui qualche merito lo deve avere… Bisogna sostenere Putin non perché sia “buono” ma perché lui rappresenta un contropotere al dominio unipolare del mondo. Mi piace pensare all’Obama che dice “yes, we can” e a Putin che risponde “No, you can’t”. Il mondo è bello finché è plurale».

Fonte: Intelligonews

*

code

  1. Werner 3 anni fa

    Fusaro é una delle poche persone intelligenti e di sinistra contemporaneamente. Pur non condividendo il suo essere marxista, dice sempre molte cose giuste e nelle quali mi ci ritrovo, a cominciare dal fatto che lo stesso é contro l’Unione Europea e contro l’omologazione dei popoli in un’unica entità priva di iidentità e cultura di riferimento, cosa che sta appunto avvendendo in Italia e in Europa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Redazione 3 anni fa

      Fusaro è essenzialmente un intellettuale giovane ed onesto. Ha le sue convinzioni che possono essere peraltro discutibili ma combatte contro gli stessi totem del “pensiero unico” contro cui ci battiamo noi. Ormai viviamo in una epoca dove le vecchie distinzioni ed i vecchi schemi (marxismo, comunismo, fascismo, destra, sinistra,ecc.) non hanno più valore. Quello che conta è l’essere dalla parte dei popoli sovrani contro il mondialismo ed il “pensiero unico”sostenuto dall’occidente americanizzato e dalle massonerie. Questo è quello che conta. Almeno per noi.

      Luciano Lago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Piero61 3 anni fa

    salve
    le cose che enuncia Fusaro sono condivisibili al 100%…e sono l’antitesi della sinistra e del libersimo, sono la Patria del Buon Senso…
    saluti
    Piero e famiglia
    ______________________
    con la Russia e con Putin

    Rispondi Mi piace Non mi piace