"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Funzionari degli USA: La presa di Aleppo una vittoria di Putin, di Assad e degli iraniani

I funzionari dell’Amministrazione di Barack Obama, così come alcuni specialisti in politica estera, hanno dichiarato come  il fatto che l’Esercito siriano abbia preso il controllo su Aleppo è la prova inequivocabile  della sconfitta degli USA, come informa la Reuters.
La sconfitta della denominata “opposizione moderata” nell’Est di Aleppo inflitta dalle truppe leali ad Assad, appoggiate dalla Russia e dall’Iran, va a significare il fallimento degli sforzi del presidente uscente degli USA, di “stabilire la democrazia ed eliminare il terrorismo nel Medio Oriente”. Almeno così hanno affermato i funzionari nordamericani nel contesto della recente liberazione di numerosi quartiri della città realizzata dalle truppe governative.

“La caduta di Aleppo farà si che gli USA tornino alla realtà: la speranza che l’opposizione moderata si trasformi nel futuro Governo siriano viene meno”, ha segnalato un vecchio alto grado della CIA, Paul Pillar.

L’articolo della Reuters aggiunge che questo si trasformerà in una ulteriore prova del fatto che il presidente russo, Vladimir Putin, è riuscito a difendere il vecchio alleato di Mosca mediante l’utilizzo della sua aviazione, dell’artiglieria e dei consiglieri militari “Chi ha vinto? Putin, gli iraniani ed Assad. Chi ha perso? Noi, gli USA. La Giordania – dove la CIA aveva addestrato ed armato gli oppositori moderati-, i sauditi ed i paesi del Golfo Persico”, ha manifestato alla Reuters di forma anonima un rappresentante del Governo degli USA.

Il media ha voluto anche sottolineare che quello che è andato accadendo in Siria è stato un altro fallimento in più di Barack Obama. “Nella misura che Obama si sta preparando per lasciare l’incarico di mandatario del paese per il 20 di Gennaio del 2017, la sua strategia nel mondo islamico ha fatto acqua in numerose occasioni (….).

Nel 2011 Obama aveva fatto ritirare le truppe dall’Iraq, tuttavia più tardi ha dovuto schierare un’altra volta un contingente in questo paese per combattere contro l’ISIS. In Afghanistan, il movimento dei talebani è tornato a prendere il controllo sul territorio, in precedenza dominato dagli USA. In Libia, dove Washington ha orchestrato il rovesciamento di Gheddafi, si trova adesso un paese immerso nel caos”, ha concluso la Reuters.

Nota: Anche negli USA esponenti politici ed analisti arrivano (tardi) alle stesse conclusioni a cui erano arrivati gli analisti indipendenti. Sarà bene che informino i governi europei come quello della Francia, della Germania e del Regno Unito che hanno continuato a sostenere la politica distruttiva di Washington che ha prodotto la destabilizzazione di interi paesi e la catastrofe dell’ondata migratoria verso l’Europa.

Consigliamo ai funzionari USA di inviare una speciale comunicazione raccomandata al ministro degli esteri italiano Gentiloni il quale continua ancora oggi ottusamente a sostenere le vecchie posizioni degli USA , “si preoccupa” per la sorte dei “ribelli moderati” e seguita a parlare di “transizione in Siria” con deposizione di Al Assad. Spiegategli che la situazione è cambiata ed alla Casa Bianca hanno eletto un signore che parla di aiutare la Russia la Siria e l’Iran a combattere il terrorismo. Gentiloni si deve adeguare in fretta al nuovo padrone e prepararsi a leggere i nuovi dispacci che gli arriveranno dal Dipartimento di Stato USA.

Fonti :  Reuters

Al Manar

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

 

*

code

  1. Mardunolbo 11 mesi fa

    Ah,ah,ah, Gentiloni, la cui intelligenza e acutezza brilla da sempre, stando in alto, nel governo, le sue capacità sono messe ancor più in risalto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 11 mesi fa

      Adesso ho capito chi è la stella che vedevo ultimamente con il mio telescopio! La ringrazio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. the Roman 11 mesi fa

    Obama passera’ agli annali come il peggior presidente della storia degli Usa . Roosevelt e’ ricordato nei libri come un grande presidente. In realta’ entrambi hanno esercitato un ruolo di facciata , a copertura dei veri detentori del potere che lasciano volentieri gloria o infamia ai loro burattini. Roosevelt ha messo la potenza dell’ America al servizio del cartello bancario ebraico che ha vinto la guerra per il controllo dell’ europa. Obama e’ stato invece messo a rappresentare un potere ormai in declino. La grande nazione americana e’ ormai logora , e i poteri forti che sono nomadici l’ abbandonerebbero volentieri per un nuovo golem, ma non possono farlo. Sono prigionieri di quel globalismo che hanno creato. Il Mondo unipolare sul quale hanno puntato non puo’ essere realizzato usando la potenza Usa. Putin ha visto il bluff, e tutto il pianeta ha preso coraggio, compresi i cittadini occidentali che si stanno svegliando. Va male dovunque per i globalisti, contrastati dalle popolazioni ad est come ad ovest. Per il momento si arroccano e sacrificano le loro ormai inutili pedine. Ed ecco un ” nobel per la pace” pronto per la pattumiera.Dopo i neo liberals e i neoconservatives forse avremo qualcosa di nuovo . Un ” neo” pop , dove il pop e’ il popolo e neo e’ l’ ennesima invenzione degli ebrei per fregarlo. Ma forse sarebbe troppo , anche per i creduloni occidentali….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 11 mesi fa

      Il Diavolo è un maestro nel fabbricare pentole, un dilettante nei relativi coperchi.
      Sarà per questo che il buon Dylan non si reca a ritirare il Nobel?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Anna 11 mesi fa

      Io faccio solo una considerazione, se questa “elite” che governa il mondo nell’ombra, fosse stata realmente all’altezza del compito e minimamente intelligente, avrebbe dovuto capire che l’unico modo per assoggettare i popoli sarebbe stato quello di farli vivere in un certo benessere, invece hanno fatto esattamente il contrario! Si vedano tutti i paesi occidentali durante gli anni del boom economico! Finché stava bene la gente semplicemente non si interessava di come andassero veramente le cose nel proprio paese e nel mondo! È proprio qui le elite ha compiuto il grosso errore! Hanno indotto un progressivo e rapidissimo peggioramento nello stile di vita dell’occidentale medio e questo con il tempo l’ha portato ad aguzzare molto velocemente vista e udito! E qui si sono fregati! Pane e circensi… hanno tolto alla gente il pane e quindi la grande illusione è crollata! E secondo me non ci voleva molto a prevederlo…
      Questo potrebbe essere causato da una o entrambe le seguenti ragioni: o sono effettivamente molto più stupidi di come paventano di essere o sono talmente rigonfi di egocentrismo da aver perso di vista del tutto il buon senso e la realtà…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mardunolbo 11 mesi fa

        Dissento sg.a Anna ! hanno fatto proprio così “panem et circensem” distribuendo benessere , sesso,divorzio ed aborto . Poi hanno proceduto con omosessualità, gay e famiglia monogenitoriale e la reattività popolare è stata molto blanda. stanno procedendo con la pedofilia, la necrofilia ,l’espianto d’organi e la “eutanasia”.L’immigrazione selvaggia fa pure parte di questo bel “gioco” di attacco ad ogni valore e cultura. E’ in programma il tacitamento dei dissenzienti con multe spropositate ed il carcere (vedi Francia e NATO). Ma ,siccome il padrone della Storia non sono nè loro, nè Chi li manda (colui che fu omicida fin dal principio…) ecco che i coperchi ,ogni tanto, sono rovesciati ed i popoli aprono un occhio annebbiato e votano “NO” ! Ma non c’è da rallegrarsi sempre perchè la sovversione dei valori sarà tentata sempre…e la sottovalutazione del Nemico è l’errore + grande che possa fare il combattente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Umberto 11 mesi fa

          Esattamente. Sono proprio quelli gli obiettivi, ogni volta vestiti di buoni propositi, nell’ inganno. L’ obiettivo finale, prendersi e portar con sé quante più anime possibili all’ inferno.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Giorgio 11 mesi fa

            Il Diavolo veste Prada mica stracci qualsiasi!!

            Mi piace Non mi piace
        2. Giorgio 11 mesi fa

          Anna ha offerto due ipotesi Mardunolbo, perché essere in disaccordo? Non è sufficiente adottarne una delle due?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giorgio 11 mesi fa

        Sono per la prima ipotesi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giorgio 11 mesi fa

    Gentiloni chi? L’utile idiota?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. nessuno 11 mesi fa

    Salve,su questo mi sono già dichiarato anche altrove cercando di sollevare un quesito
    che mi è a cuore e di rimpallo implica il Ministro Gentiloni in quanto responsabile Esteri:
    il Ministro ha dichiarato in molte occasioni di essere preoccupato della situazione in Siria
    e su tutto quanto non vada bene nelle sconsiderate operazioni belliche usa-nato, ma non
    dovrebbe preoccuparsi in primis della situazione in cui versano i nostri Marò?
    Sono ancora vivi?
    A che punto sono le trattative?
    Ci sono ancora trattative in corso oppure sono state messe in secondo piano?
    Interessa ancora a qualcuno oltre ai diretti interessati, ai quali va tutta la mia solidarietà?

    Rispondi Mi piace Non mi piace