"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Francoforte attacco terrorista nella metropolitana: feriti 4 ragazzi

Francoforte controlli stazione

Redazione. Dalle informazioni trasmesse dalla polizia tedesca si è saputo che quattro persone sono state ferite in un attacco compiuto con un coltello ieri in una stazione di scambio treno-metropolitana nella periferia di Francoforte: l’assalitore al momento è riuscito a darsi alla fuga.
Una portavoce della polizia locale, Chantal Ench, ha spiegato che l’aggressione è avvenuta ieri pomeriggio nella stazione di Hauptwache e che quattro persone sono state portate in ospedale per aver subito ferite da taglio.
Ench non ha fornito altri dettagli, aggiungendo che la polizia sta indagando per capire quante persone siano coinvolte nella vicenda.

“QUATTRO RAGAZZI ACCOLTELLATI” Secondo le prime ricostruzioni dell’accaduto, le vittime dell’agressore sarebbero quattro ragazzini, accoltellati sulla banchina della stazione. I quattro giovani erano appena scesi dal treno.
Un portavoce della polizia ha detto che i particolari sono ancora poco chiari. Le vittime sono quattro giovani di età compresa tra 16 e 18 anni: tutti sono stati portati d’urgenza in ospedale.

Sembra che gli assalitori abbiano gridato in arabo “Allah Akbar” ma le notizie sono ancora confuse. Si è registrata anche una rivendicazione dell’ISIS ma ancora non si sa se questa possa essere considerata credibile.

Le autorità cercano di minimizzare l’avvenimento per non creare ulteriore tensione fra la popolazione già messa in allarme dai precedenti episodi di terrorismo e per l’arrivo di una massa enorme di migranti da paesi del Medio Oriente e del centro Asia.
In Germania la cancelliera Merkel aveva voluto aprire le porte a circa un milione di migranti e profughi provenienti dai vari paesi del Medio Oriente e dell’Asia e questo esodo era stato incentivato dal Governo tedesco e finanziato da organismi internazionali interessati a creare in Europa un “ambiente multiculturale”. Da quel momento sono iniziati episodi di terrorismo che si sono registrati sia in Germania, sia in Francia ed in Belgio, oltre ad un aumento degli episodi di aggressione soprattutto a danno delle donne.

Le autorità tedesche hanno affermato che i cittadini tedeschi dovranno abituarsi a convivere con le nuove masse di immigrati e che questi dovranno essere integrati nella società tedesca ma molti esperti hanno messo in rilievo le difficoltà di integrazione di buona parte di queste persone per enormi differenze di cultura e per il loro rifiuto di volersi integrare.

Fonti: Bild

Diretta News

 

*

code

  1. Eugenio Orso 1 mese fa

    Strano che non ci sono azioni jihadiste più numerose e consistenti in Europa occidentale, dato che Aleppo potrebbe essere riconquistata dalle truppe di Assad e Mossul è sotto assedio …
    Qualche tempo fa, si parlava di sciame di attentati indiscriminati, in vari punti del vecchio continente, che avrebbe messo in ginocchio l’Europa.
    Stiamo ancora aspettando che accada …
    Gli Usa sono quasi con le spalle al muro in Siria, dove Aleppo sta per cadere e i “ribelli moderati” collassano in vari punti del paese, a Mossul l’isis è circondato, i sauditi sono impantanati nello yemen e gli Houthi hanno sconfinato in territorio saudita, la Clinton è travolta – a sorpresa – dall’emailgate “fase due”, a pochi giorni dalle elezioni presidenziali, la guerra con la Russia – preparata a lungo dalla Nato, dalla Cia e dal Pentagono su ordine neocon – non è ancora scoppiata.
    Tutto ciò dovrebbe spingere l’Asse del Male a guida statunitense a “favorire” un’ondata terroristica nel vecchio continente, per destabilizzarlo, e anche a riaccendere il conflitto nei Balcani profondi, in Crimea e nel Donbass ucraino.
    Dobbiamo tenerci pronti, perché è solo questione di giorni, se non proprio di ore?

    Cari saluti

    Eugenio Orso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paolo 1 mese fa

    Francamente per quello che succede in Germania ce ne può fregar di meno…non diretto a voi che lo pubblicate, ma alla Germania stessa. Qui l’Italia crolla sotto i terremoti che a questo punto, definirli naturali, è proprio da scemi. Gli italiani cominciano a ribellarsi a 360° del suo invasore e questi che una volta usava la colt, adesso USA i terremoti. Se non facciamo capire che capiamo questi qui colpiranno ogni due giorni e noi a pensare che dopottutto l’Italia è a forte rischio sismico. Il forte rischio è che ci siamo rincoglioniti e non riconosciamo più il vero dal falso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace