"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Francia: più chiaro di così… Qualcuno conosceva Macron solo 4-5 mesi fa?

Qualcuno conosceva Macron solo 4-5 mesi fa? Siamo onesti. Avrei risposto
che era una marca di patatine, un calciatore del PSG, ma non il prossimo presidente…

di Alberto Micalizzi.

Cerchiamo di essere obiettivi: i burocrati di Bruxelles con la collaborazione dei banchieri della City di Londra hanno fatto un ottimo lavoro in pochissimo tempo. Hanno costruito il prototipo politico perfetto, un po’ burocrate un po’ banchiere, un po’ Renzi un po’ Monti, paladino dei privilegi che le oligarchie finanziarie stanno consolidando sul continente europeo.

Qualcuno conosceva Emmanuel Macron solo 4-5 mesi fa? Siamo onesti con noi stessi. Io avrei risposto che era una marca di patatine, un designer di moda, un calciatore del PSG, ma non il prossimo candidato all’Eliseo! E invece eccolo là, un politico “fiat”, come la moneta creata dal nulla dal sistema bancario e prestata ai Governi. Anche lui, del resto, prestato come un debito, come una variabile imposta per esercitare la governance dall’esterno.

E’ la prova lampante che la troika è “en marche”, gode di ottima salute, che è essa stessa a distribuire le carte, a condurre il gioco, che l’Euro non implode affatto anzi sperimenta una stagione di trasformazione e di rigenerazione.

La Troika, dunque, è così saldamente al comando che è essa stessa a decretare e gestire la rottamazione dei partiti tradizionali, la fine delle alleanze storiche, la contrapposizione tra globalisti e sovranisti, portando alla vittoria o comunque ad un ottimo risultato già al primo turno un giovane banchiere sconosciuto, senza un partito, impacciato nel parlare, dotato dello stesso pathos di un termosifone spento. Questo vuol dire che ormai possono fare qualsiasi cosa, che non hanno più bisogno di impartire ordini ai propri camerieri ma agiscono in prima persona.

Il fronte eurocratico si afferma al primo turno su Marine Le Pen, la pasionaria populista, il brand dell’anti-establishment, peraltro a due giorni da un attentato terroristico che ha certamente soffiato sulle sue vele, e che nel centro del potere francese, Parigi, non va oltre il 5%!
E’ questo il segnale che, su tutti, dovrebbe far capire che la strada non può essere questa. Le Pen non perde solo quantitativamente, comunque vada il ballottaggio, ma perde qualitativamente. Prende voti legittimi, per carità, ma sono voti di elettori che vivono ai margini della società e non ricoprono ruoli decisionali. Sono prevalentemente operai, agricoltori, disoccupati, casalinghe, le fasce marginali della popolazione che per prime stanno pagando dazio agli eurocrati.

Con questo assetto e nelle condizioni in cui si è presentata, anche se Le Pen arrivasse al 51% o oltre non avrebbe comunque chance, perché avrebbe contro il sistema bancario, i canali di comunicazione, i lobbisti della grande industria, larga parte dei professionisti parigini che lavorano per la finanza e per la grande industria.
Del resto, qual’è la vera alternativa che porta con sé? Presentarsi ad una competizione elettorale portando soltanto idee diverse rispetto all’establishment è come partecipare ad una gara di boxe contro campioni come Mike Tyson o Rocky Marciano invocando conoscenze filosofiche: mentre tu cerchi di argomentare le tue idee loro ti massacrano perché giocano sul proprio terreno.

La strada è un’altra: dobbiamo scrivere le nostre regole del gioco, costruire il nostro sistema e giocare all’interno del nostro perimetro. La democrazia delegata è la trappola tesa dai burocrati, il terreno sul quale essi esprimono al meglio il proprio potenziale.
E’ giunto il momento di passare all’azione popolare diretta, di entrare nei Comuni, di costituire strutture economiche sul territorio, di fare massa critica nella rete digitale dove si giocheranno le partite decisive degli equilibri commerciali, della comunicazione, del consenso politico.

Se da Parigi non cogliamo questo segnale siamo destinati ad essere il parco buoi, saltando da una elezione all’altra.

Fonte: Albertomicalizzi.com

*

code

  1. the Roman 5 mesi fa

    D’ accordo al 100%.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tania 5 mesi fa

    Fateci caso, adesso ci propongono sempre 2 aspiranti presidenti uno peggio dell’altro… Così dici, e adesso chi voto che sono uguali…

    Vota mò per chi cavolo ti pare, tanto sono UGUALI!

    EVVIVA LA DEMOCRAZIA USA/SIONISTA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. THE ROMAN 5 mesi fa

      Tania ,cosa ha che non va Marine Le Pen ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Tania 5 mesi fa

        Beh, io son pur sempre una comunista da DNA, credo di essere nata proprio così, non lo sono diventata “dopo”…
        Dopo essere cresciuta, dopo aver ragionato…
        E questa signora è lontana quindi da me anni luce sul modo di concepire la società, il rapporto tra le persone, ma oggi un bisogno ci unisce indissolubilmente, il bisogno di ritrovare la nostra identità, qui qualcuno ci sta trasformando in Blade Runner!
        Uno di questi è proprio l’antagonista della Marine Le Pen, no? Potessi, lavorerei gratis per la sua campagna elettorale, che detto da una comunista come me sembrerebbe il massimo dell’illogicità, no? Invece non lo è per niente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 5 mesi fa

          Scritto malissimo, lo correggo :

          Uno di questi è proprio l’antagonista della Marine Le Pen, no? Potessi, lavorerei gratis per la campagna elettorale di questa signora di destra, che detto da una comunista come me sembrerebbe il massimo dell’illogicità, no? Invece non lo è per niente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. freeitaly 5 mesi fa

            Spengo la VPN, probabilmente il motivo per cui non veggo pubblicato… visto che il mio precedente commento è ancora in attesa da oltre due ore alla moderazione, vero?

            Tania, senza offesa il tuo essere prona a Macron tanto da erigerti a sostenere la sua campagna elettorale, a te no ma a me dai tutto tranne che della comunista nell’anima, visto che, il primo nemico del proletariato altro non è che il capitalismo che toglie “qualsiasi” risorsa allo Stato, figurarsi al Popolo al quale credo appartieni! Essere comunisti come vedi ha ben altra elevatura che si riscontra nei valori, valori che tu antifascista nell’anima attribuisci alla De Pen e la vedi come nemica, ma se fossi stata attenta la Marina è ben lontana dai valori fascistoidi del padre, ha tutt’altra caratura e sentimento tanto da non esserti accorta che si è tramutata come un bruco nel bossolo in Nazionalista e spero converrai, tale apertura dimostra intelligenza, cosa che tu come il padre Jean-Marie Le Pen essendo radicali, tale apertura non l’avrete mai essendo i primi a rifiutarla.
            Peraltro dovresti essere consapevole che, in caso di vittoria della Marine come italiana hai tutto da acquistare non certo da perdere, in quanto l’europa, questa europa, è un concentrato di capitalismo ostile come non mai al popolo vittima del sistema, che proprio le élite a cui deve il suo ingresso in politica Macron, essendo un uomo Rothschild ne è l’espressione in questo momento storico critico l’espressione vittoriosa. Spero tu ti ricreda da quanto finora hai espresso, a meno che tu non ce l’abbia con te!

            Mi piace Non mi piace
          2. paolo 5 mesi fa

            Idee un cincinin confuse. Beh , dai fa lo stesso.

            Mi piace Non mi piace
          3. Giovanni 5 mesi fa

            beh…qui c’é Salvini che parla di lavoro e occupazione e “rossi” che parlano di finanza.

            Mi piace Non mi piace
        2. THE ROMAN 5 mesi fa

          Questa risposta conthe raddice la tua precedente affermazione . Marine non e’uguale a Macron.Sono lieto che anche tu sia d’accordo. Le ideologie sono delle trappole, ideate da menti raffinate per abbindolare i piu’ influenzabili. Per poter convivere pacificamente non e’ necessario essere d’accordo su tutto,ma condividere le premesse alla base dell’esistenza. Credere nell’utopia comunista e’ di per se un handicap al libero ragionamento,come lo e’ credere a qualsiasi costruzione dell’intelletto a prescindere dalla verifica. Le societa’ migliori sono quelle dove esiste l’unione tra le generazioni ,basata sull’amore per i propri figli ,la solidarieta’ per i propri simili e il rispetto per i propri vecchi. Ascoltare gli insegnamenti dei nonni ,e non quelli degli imbonitori marxisti,e’ la strada per una societa’ in pace ed armonia. La vecchia Italia ,in cui si discuteva su tutto ,finendo per riunirsi in un abbraccio fraterno, e’ quella che sogno per i miei figli. I miei figli,i tuoi figli e quelli dei nostri compatrioti. Non i figli degli africani o di qualsiasi altro,venga nella nostra terra invitato dai marxisti mondialisti. Di quelli non me frega niente. Non li odio , ne li voglio perseguitare ,ne niente di questo. semplicemente non me ne frega niente . Il dovere di ogni padre e’ provvedere alla sicurezza ed al benessere dei propri figli. il dovere di ogni nazione e’ quello di assicurare la sicurezza ed il benessere dei propri cittadini. L’universalisnmo dei diritti umani,il no border, l’internazionale dei proletari,il filantropismo terzomondista,etc.etc. sono tutte baggianate per destrutturare le societa’ . Il comunismo e’ il veleno dei popoli,se non si comprende questo non c’e’ speranza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riki 5 mesi fa

            e le religioni sono l’oppio dei popoli ..come disse Marx

            Mi piace Non mi piace
          2. Tania 5 mesi fa

            The Roman, tu sei un mito. Davvero. Ma esisti veramente? Non sei una nostra invenzione per sentirci bene?
            Commento esemplare. Stupendo.
            Non penso di essermi contraddetta, forse intendi che la Le Pen non si può mettere tra coloro che il potere mondialista (ne ha cantine piene), tira fuori al momento, quello in turno, io pensavo più all’ideologia, mi riferivo più a quello.
            Per quanto riguarda l’utopia del comunismo, tranquillo, l'”omuncolo terrestre” non può asssolutamente reggere un sistema simile per il quale ci vuole un cittadino superiore a ciò che siamo, no? Il comunismo è come la democrazia, e come Dio. CHI LI HA MAI VISTI?

            Mi piace Non mi piace
        3. Giorgio 5 mesi fa

          Lei vive nella regione che è in sostanza l’alfa e l’omega.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. freeitaly 5 mesi fa

    Il voto del 23 aprile è stato per me una grande delusione e questo non dovuto a un candidato piuttosto che un’altro, si sa che in politica vige la legge dello squalo e se non sei della stessa razza è inutile infilarcisi dentro finiresti divorato in un solo boccone. La delusione massima, dopo aver visto la reazione degli inglesi sul Brexit notoriamente meno accesi dei francesi nei modi e nelle soluzioni, mi aspettavo di vederli guerreggianti dopo i molteplici attentati in suolo francese, credevo che scegliessero per chi mettesse un freno ai scalmanati movimenti mussulmani in terra di Francia, che tanti morti hanno creato tra i stessi francesi. Probabilmente sbagliavo e con me sbagliava il resto degli europei che hanno fatto lo stesso ragionamento, a questo punto non si può che dare ragione all’articolista, il quale vede nell’arrendersi del Popolo francese il consolidarsi della Troika al comando dell’eurozona, anche se forte mi rimane il dubbio che tali elezioni siano viziate non certo dal mancato populismo che in altri tempi sarebbe stato definito puro patriottismo, ma che vi siano stati brogli in quanto passi per gli aristocratici che appoggiano Macron che saranno al massimo il 7% dei francesi, passi per per la gente di colore di prima, seconda e terza generazione che saranno un altro20/30%, ma che il rimanente popolo francese votasse contro se stesso è una offesa all’intelligenza dei resto d’europa, oltre che dei stessi francesi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. TaipanX 5 mesi fa

    In pratica i francesi hanno votato un hollande più giovane dopo tutti gli attentati in Francia,le bugie,i favori agli usa,la disoccupazione,le frontiere aperte ecc.ecc.

    Se non sono prove che la gente vive ormai lobotomizzata andando a votare i peggiori candidati messi li dalle lobby…purtroppo il mondo attuale è idiota e si vede andando in giro.

    Basta che la gente ha il l’ ultimo smartphone e che qualcuno gli prometta un futuro migliore ed eccoli pronti a passare una vita a 90 gradi. Contenti loro 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bertolini 5 mesi fa

    Analisi compendiosa ed esaustiva. Complimenti. Non trastulliamoci più con le “cartuscelle” elettorali…
    Fin quando il potere sarà in mano alle elites oscure non si cambierà mai niente. Il sistema mondialista non è in crisi!
    Sta solo procedendo secondo uno spietato, lucido piano prestabilito al raggiungimento, per stadi, dei suoi obiettivi.
    Basta con le illusioni, le disquisizioni grstificanti per chi le elabora. Bisogna pensare a creare un Sistema alternativo. Non è facile. Costerà caro e ci vorrà tempo, tanto tempo..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabrice McFab 5 mesi fa

    1 POST

    La Francia non è solo Parigi e la sua area metropolitana è moooolto di più!!

    Il problema invece è che la gente si fa fare facilmente il lavaggio del cervello molto facilmente dai media mainstream ( tv e giornaloni che vanno per la maggiore ) e quindi vota a ca… di cane!!

    Ad esempio, questo è il programma di Marine Le Pen:

    http://vocidallestero.it/2017/03/07/il-programma-di-marine-le-pen-un-progetto-presidenziale-in-144-punti/

    e qui come mistificano i media mainstream francesi ( e non solo ovviamente!! ) per fare il lavaggio del cervello alla gente:

    “Marine Le Pen vuole un mondo pericoloso in cui tutte le avventure militari diventano possibili, dove sarebbero incoraggiate tutte le rivalità nazionaliste.”….

    http://vocidallestero.it/2017/04/25/le-figaro-macronle-pen-e-il-clamoroso-ritorno-della-lotta-di-classe-ma-il-pcf-chiama-al-voto-per-rotschild/

    PS continua nel prossimo post!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fabrice McFab 5 mesi fa

    2 POST

    Poi secondo me in campagna elettorale la Le Pen avrebbe dovuto insistere molto di più sulle immagini perchè un’ immagine vale più di mille parole!!

    Che vuol dire?

    Occorreva fare delle infografiche fatte bene su come l’euro nel periodo che va dalla sua introduzione fino ad ora, cioè sempre, ha fregato i paesi del Sud Europa, Francia e Italia in primis, e invece ha solo favorito la Germania!!

    Insomma, fare vedere ai francesi con infografiche fatte bene che l’euro non è altro che un marco tedesco camuffato e che quindi ha fatto, fa e farà solo gli interessi dei tedeschi e delle elites finanziarie!!

    In ognuna di questa infografica per renderla ancora più efficace bastava riportare anche qualche dichiarazione compromettente di qualche politico/economista tedesco secondo la quale l’euro conviene solo a loro!!

    A titolo di esempio:

    Questa intervista del 2012 di Der Spiegel a Martin Schulz, oltre a dimostrare come in cinque anni non sia stato fatto nulla per risolvere i problemi della UE, chiarisce il pensiero dell’odierno avversario della Merkel, sedicente socialdemocratico e possibile futuro Cancelliere tedesco: “l’Europa è vitale per gli interessi nazionali” – quelli tedeschi, ovviamente. Le sue parole di apparente accondiscendenza verso i paesi periferici vanno lette così: è meglio mantenere gli altri paesi nella condizione di inoffensive colonie, e troppa intransigenza non aiuta. Una sua affermazione è rivelatrice: senza l’euro, con un marco rivalutato, “la Germania non dovrebbe temere la Cina, ma l’Italia e la Francia”. Tutti gli elettori italiani e francesi ne dovrebbero essere consapevoli…

    http://vocidallestero.it/2017/04/06/schulz-senza-leuro-la-germania-dovrebbe-temere-non-la-cina-ma-litalia/

    ps ovviamente c’è ne sono anche altre di dichiarazioni compromettenti del genere che i media mainstream hanno sempre oscurato!!!!

    Insomma, secondo me, per quello che ho visto, la Le Pen ha mancato del tutto di sintesi efficace nella sua campagna elettorale e quindi se già i francesi ( non solo i francesi ovviamente!! ) si fanno fare facilmente il lavaggio del cervello dai media mainstream francesi e allora un errore del genere assume dimensioni per niente non trascurabili nonostante tutte le sue buone intenzioni sul recupero della sovranità monetaria e territoriale per la Francia!!

    Cordiali saluti.

    Fabrice.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    Il comunismo alla Marx ,all’ebrea si’ e’ll veleno dei popoli,certo ma Il comunismo creato tra noi con lacondivisione dei beni e delle sofferenze mi sta bene,non piu’ persone con 10 pance alla Ferrara non piu’ chi gira con Ferrari e villa ohhh cosi se ne puo’ parlare ,tutti uguali nella dignita’ ,ma attenzione senza quel POPOLO altrimenti meglio lasciar tutto ,da 3000 anni e’ li che non fa altro che creare casini ovunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 mesi fa

      Si, questa è la visione giusta del comunismo, quello vero, non quello OGM visto fino ad ora, che comunismo non è!
      Era comunque già meglio del capitalismo che è il sistema più ingiusto in assoluto possa esistere, ma niente di più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. THE ROMAN 5 mesi fa

        Cara Tania,ti ringrazio per le belle parole. Mi hai fatto sorridere, pero’ senza falsa modestia non credo di meritare tanto. Vivo la mia esistenza come padre di famiglia,esprimo il mio punto di vista e le mie opinioni liberamente,affidandomi al buon senso e al mio amore per la Storia. Niente di piu’. Non credo ai miti, e non amo i facili entusiasmi. Credo nel ragionamento e nella buona volonta’. Ho piacere di constatare che, aldila’ dei vecchi sentimenti di appartenenza,che a nostra insaputa sono stati utilizzati per dividerci, persone come te e me e molti altri,possono ritrovarsi uniti nei principi fondamentali della vita, che non e’ vita senza liberta’. Ti abbraccio fraternamente. Concordia res parvae crescunt.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PieroValleregia 5 mesi fa

          … salve
          @Roman: io e te siamo due fotocopie; anche io studio tanto e mi affido al buon senso, regalo di una educazione sana da parte di mio padre, mia madre
          e di due una mie pro zie, distanti politicamente ma unite nell’intelligenza e nel rispetto.
          Ho fatto mio, l’insegnamento di mio padre che ri-cito: non giudicare una persona in base a quello che pensa ma cerca di capire perchè pensa così.
          Sono a sarò sempre anti comunista e anti internazionalista ma ho nostalgia dei comunisti veri, quelli in buona fede, queli che se vivessero adesso
          impazzirebbero nel constatare cose è diventato il loro partito di riferimento.
          Dal versante opposto, il mio, ho smesso di mettere x sulla scheda elettorale dopo l ‘abiura, vergognoso e traditore, di Fiuggi.
          saluti
          Piero e famiglia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Giorgio 5 mesi fa

            “@Roman: io e te siamo due fotocopie…”, non ne ho mai dubitato.

            Mi piace Non mi piace
          2. THE ROMAN 5 mesi fa

            Piero, anche io mi sono trovato spesso in perfetta sintonia con te ,e condivido l’importanza di immedesimarsi negli altri e sforzarsi di comprenderne le ragioni. Le nostre motivazioni sono fondamentalmente le stesse,ed e’ per questo facile identificarsi l’un l’altro. Auguro a te e la tua famiglia salute e prosperita’,nella certezza che tu hai per la mia gli stessi auspici.

            Mi piace Non mi piace
        2. Giorgio 5 mesi fa

          “Credo nel ragionamento e nella buona volonta’. ” Ah ah ah ah, ah ah ah ah!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giorgio 5 mesi fa

        Un orrore fattosi carne!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 5 mesi fa

          ti rode l’accordo e ti suscita invidia nevvero ? molto evidente !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mardunolbo 5 mesi fa

      il comunismo è solo ebraico: inventato da ebrei, foraggiato da ebrei, praticato da ebrei, distrutto da ebrei quando aveva fatto il suo tempo in preparazione al NWO che è l’espansione logica dell’Internazionale comunista.
      L’alternativa non è comunismo differente, che non esiste; si chiama Cristianesimo originario che è anche cristianesimo cattolico e si trova anche nel sito antimassoneria.org.
      oppure in “Agere contra”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Giorgio 5 mesi fa

      Finalmente ha abbandonato la maschera!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Mardunolbo 5 mesi fa

    x Riki. Le religioni umane sono l’oppio dei popoli. La Religione cristiana -cattolica è la salvezza dei popoli e basta una conoscenza di poco approfondita di Storia o la lettura di un semplice libro come “la vittoria della Ragione”di Rodney Stark per capirlo meglio senza battute ignoranti.
    Se non altro , logica vorrebbe che per opporsi alla religione sionista, satanica, il rimedio è il cattolicesimo vero (non quello spacciato da Bergoglio e compagnia)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Tania 5 mesi fa

      E che dire di Mardunolbo, ma poi anche altri, vi trovo fantastici, di persona non ve lo direi nemmeno sotto tortura ma così, anime che si incontrano al di là del fatto contingente, mi viene da dirvelo, voi siete l’Internet che cerco, di cui ho bisogno, che mi piace. Punto.
      E Luciano Lago per tutto questo è solo da ringraziare. Informazione e incontro.
      Grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Giorgio 5 mesi fa

      ” il rimedio è il cattolicesimo vero (non quello spacciato da Bergoglio e compagnia)” che è un’esclusiva di chi ha rilasciato tale affermazione e di Piero e famiglia.
      .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Riki 5 mesi fa

      internet è l’oppio del 21 secolo, più sappiamo e più rimaniamo immobili di fronte alla realtà che sta vivendo la terra e tutte le creature. Per la religione prenditela con Marx. In un certo senso, son peggio io (che ho compreso il fatto che esiste un Elite di banchieri che decide le sorti della terra) …di chi crede più o meno alle notizie dei media. Non ho comunque colpa di non poter agire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riki 5 mesi fa

        infatti anni fa, l’elite chiese ai suoi esperti: inventate qualcosa per tenere buoni tutti. Il think tank pensò a internet come il miglior sistema per metterci e tenerci nella rete. Geniale!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Tania 5 mesi fa

          Le persone di sinistra quando è arrivato Internet si chiesero perché questo regalo del potere militare e quindi del potere?
          Le altre non si chiesero niente. Il potere comunque rispose a tutti è per vedere filmini porno e per velocizzare le aziende.
          Io da DNA sono che ogni cosa che sembra un bel regalo del potere lo rifiuto a prescindere, più il regalo del potere sembra bello più mi insospettisco, insomma, la potenza del potere è direttamente proporzionale alla fregatura che ci rifila, il potere oggi è il GRANDE FRATELLO e quindi per forza il regalo è un regalo di fregatura cosmica, no? Rifiutai Internet. Ma come tutte le cose che il potere ci da per rincoglionirci, anche Internet è bello, è una droga a tutti gli effetti per tanti motivi inutile elencarli, rimane quindi che Riki ha ragionissimo, perfetto ciò che dice, ma è anche che è difficilissimo uscire dalle droghe.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Riki 5 mesi fa

            Ego narcisismo si chiama, Tania. Quel finto protagonismo di cenere. Una droga leggera, come il caffè e le sigarette….che frutta all’elite milioni di euro al giorno, oltre a renderci appunto totalmente privi di iniziativa. Tutti collegati? no, tutti scollegati, esattamente l’opposto. Geniale! Assolutamente geniale!

            Mi piace Non mi piace
      2. Mardunolbo 5 mesi fa

        ” in un certo senso sono peggio io….di chi crede….” sono o STO peggio io ? Non capisco, perdono..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mardunolbo 5 mesi fa

          Vero, x internet (rete) ma come sempre il diavolo ha fatto le pentole ma non i coperchi ed internet si è rivelato un boomerang apocalittico per le elìte !
          Tanto è vero che in Cina la censura impedisce di arrivare ad ogni sito. allora cosa si inventano i cinesi ? Viaggiano sui canali paralleli dei cellulari, tipo Line o we-chat per propagare le informazioni. E qui la diffusione è vasta e non è possibile controllare ogni cellulare (forse 1 miliardo) e la censura arranca.
          Gioiamo finchè possiamo, per internet perchè, vista la mala parata , politici e poteri finanziari stanno escogitando la censura anche qui.
          Penso che sappiate che anni fa Google era stata condannata da una commissione americana poiche aveva fornito al governo cinese dei motori per ispezionare le mail che fossero contro il regime.
          Lo possono fare benissimo, come oggi le nostre ricerche sono memorizzate e servirebbero “per aiutarci a trovare” quanto cerchiamo…Sì ed io “me la bevo”!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. jozseph 5 mesi fa

    i francesi che hanno scelto l’astensione ora sanno che le sinistre ,più o meno moderate e colorate ,sommate a quel partito
    del Carneade/Macron,non dovranno prendere la Presidenza nella convinzione che sarà loro tutto permesso e che i perdenti dovranno essere massacrati con le politiche economiche che dovranno garantire la separazione dei Francesi (sovranisti e
    cosmopoliti)secondo le leggi ,non scritte ,del Nuovo ordine Europeo( quello Mondiale non potrà realizzarsi ).

    Quanti francesi vorranno essere orfani della loro Patria?

    La Le Pen non ce la farà ,probabilmente ,l’importante è che non ci sia troppo divario fra l’ enfant MACRON ;
    di lì a poco,a giugno ci saranno le elezioni per il rinnovo dell’Assemblea ( insomma le Politiche) e qui i francesi che avranno
    perso potranno aggregarsi per far fronte comune avverso agli europeisti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 5 mesi fa

      Ma lei crede ancora alle favole? Scusi, quanti anni ha? (lo legga in modo provocatorio e non se l’abbia a male)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Giorgio 5 mesi fa

    Macron chi?
    Ma che capello a cilindro possiede la stegocrazia, senza fondo?
    Continua a sfornare marionette.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Giorgio 5 mesi fa

    Premesso che non sono un fan della signora Le Pen penserei di essere soggetto agli effetti di sostanze stupefacenti se vedessi con i miei occhi che la signora del FN ha ricevuto solamente il 5% delle preferenze a Parigi, ridicolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    Gli Eletti possono dormire Sonni tranquilli .Nel web e nei vari siti alternativi di controinformazione dormono quasi tutti alcuni non parlano xche’ in malafede,qui’un po’ dai e dai comincia a calarvi il velo di maya ,per Darci un ulteriore tirone digitate ” aaron russo ita video” se non altro alla sua memoria e’ morto poco dopo averlo girato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. quando hai dietro le spalle l’innominato, tuuutto è possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 5 mesi fa

      Cari signori commentatori …
      Signori perchè chi commenta in questo sito è, di base un signore.
      Commentiamo finchè possiamo ed esprimiamo , tutti,+ o – idee simili di desiderio di un’Italia ed un mondo migliore!
      SBAGLIATO !
      Oggi quel personaggio che non intendo definire per non incorrere in reato, la Boldrini , affabile signora dai modi sempre gentili, approfittando della festa della Liberazione da non si sa chi, ha tuonato che:
      ” l’apologia di fascismo è reato ma non su internet poichè vi sono almeno 2000 pagine vergognose ed almeno 350 di stile nazifascista…”
      Ovvero ha “richiamato all’ordine” qualche magistrato zelante che intenda far carriera sulla pelle dei blogghisti o dei commentatori.
      Così come decenni fa si poteva cantare senza errare “trama nera, trama nera, sol con te si fa carriera !”
      Ancora oggi l’odio sibilante di personaggi politici insiste nell’impedire di dire la VERITA’ su liberazione, fascismo ed identità dei popoli, liberi.
      Infatti mentre la suddetta proclamava il suo livore, le città italiane sono nel degrado per immigrati che cagano e pisciano e vivono emarginati non potendo integrarsi stante la differenza abissale di cultura e di usanze.
      Questi criminali di politici che andrebbero fucilati come traditori della patria (o se vogliono , della nazione, per non suscitare sentimenti di odio e di “ritorno al fascismo” osano tuonare contro i problemi irreali e virtuali di internet e non prendono provvedimenti salutari per il popolo, ovvero lasciano marcire nella loro indifferenza gli italiani e quelli che arrivano sbarcati dalle Ong colluse e spinti dalla proposte allettanti alla Soros !
      E’ UNA VERGOGNA TOTALE E DOVREMO GRIDARLO OVUNQUE !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 5 mesi fa

        Abbia pazienza ma non seguo la signora (sic!) Boldrini, come non lo faccio con chiunque altro che mi procurerebbe nocumento al chakra degli occhi. Sarò prevenuto ma gli evito senza se e senza ma o vorrebbe che mi facessi prendere in giro da un tipo come il super ebete di Rignano?
        Forse non sarò molto evoluto ma lo sono in misura sufficiente da applicare il discernimento che mi fa distinguer il grano da loglio. Mors tua vita mea. Come ho già dichiarato non porgo mai l’altra guancia perché agisco preventivamente, è solo una questione di deuteroscopia che mi permette di scorgere l’aura di chi mi sta di fronte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    LA Boldrini ha ragione a tuonare contro I nazi bevitori di sangue ,finche’ ha dietro di lei LA giudagleria e LA massoneria( I politici sono tutti massoni Cavour,Mazzini Garibaldi tutti)puo’ permattersi quello che vuole ha tutte le carte in mano,ma il vento cambia anche per loro e loro sanno che noi sappiamo ,ed e’ gia’qualcosa poi si vedra’.A mardunolbo e’ caduta LA maschera ah ah ah.Lasci a me il piacere ,dalle mie parti si dice”dag ados” con vero piacere.Il Laos e’ lontano ZOG deve pedalare non gli chiedo neanche una moka da portarmi ,avari come sono e’ da15 anni che non me bevo una

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 5 mesi fa

      Daniele, mandami indirizzo e ti spedisco del caffè da Taiwan, che è lì vicino !
      “daghe adoss” lo pronunciò l’ammiraglio della squadra austriaca che conosceva il dialetto veneto, quando fecero a pezzi la squadra navale italiana comandata da Persano .
      ma ogni tanto mi chiedo cos’è ZOG ! buffo come nome ma dev’essere una cosa brutta, molto brutta…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Eugenio Orso 5 mesi fa

    E’ chiaro, nell’articolo, che la tanto santificata democrazia rivela il suo volto di strumento di dominazione delle élite.

    Se dovessi in poche parole definire Marine Le Pen, la definirei come una signora, appesantita dagli anni, con una grande lucidità politica, capace di comprendere i reali bisogni del paese vero, determinata e in buona fede.
    Se dovessi definire Emmanuel Macron, con ancor meno parole lo definirei “faccia di merda”.

    Sic et simpliciter

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Daniele Simonazzi 5 mesi fa

    LA le pen mi ricorda le aquile marine ,le avete mai sentite?Teatro puro per allocchi divoratori di fieno niente di piu’ .Per LA moka LA vado a compare io tra1 mesetto in cambogia alla don bosco school 20 dollari per dare qualcosa anche a loro ,vi vanno I bambini poveri, un oasi nel deserto cambogiano.LA boldrini rinascere povera in cambogia ,le passerebbe LA spocchia con Poletti Khmer di colpo senza un filo di grasso altro che mangiare con buzzi,se va bene a cena cani e gatti qui mangiano tutto,frutti del capitalsmo mascherato da comunismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Riki 5 mesi fa

      gli asiatici ormai mangiano riso raffinato, sbiancato, brillato: poi ci credo che mangiano cani e gatti – hanno perso la bussola

      Rispondi Mi piace Non mi piace