"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Francia: Era stata una pessima idea quella di aiutare i terroristi contro Assad

Alcuni deputati del Parlamento francese che facevano parte di una delegazione arrivata in Russia per una visita ufficiale, il giorno 15 Marzo, nel corso di una intervista hanno ammesso che le azioni dell’Occidente contro la Siria non hanno avuto risultato e che al contrario, la Francia e gli altri paesi avrebbero dovuto unire gli sforzi con la Russia e con il presidente siriano Bashar al-Assad.

In precedenza il capo della delegazione francese, Thierry Mariani, aveva elogiato gli sforzi russi nella lotta contro il terrorismo in Siria e si era riunito con Vyacheslav Volodin, Presidente della Duma dello Stato ruso. “Voglio augurare il successo della lotta della Russia in Siria”, ha dichiarato alla Tass.


Deputati della Camera bassa del Parlamento francese hanno assicurato che le strategie di appoggio verso i terroristi da parte dell’Occidente, che cercavano di rovesciare il governo siriano Bashar al-Assad, non hanno funzionato, e che al contrario l’Unione Europea e gli Stati Uniti dovrebbero cambiare impostazione rispetto al conflitto provocato nel paese arabo.

Inoltre Mariani ha elogiato l’aiuto portato dalla Russia ai civili in Siria mentre ha deprecato il fatto che la Francia e gi altri paesi europei considerano il governo della Siria come una minaccia e questo non aiuta ma contribuisce alla prosecuzione della guerra.

Jacques Lamblin, deputato della Camera bassa ha qualificato le azioni della Russia in Siria come “molto sagge” e di successo, incluso il modo con cui Mosca tratta gli estremisti dell’autodenominato Stato Islamico (Daesh in arabo). Allo stesso modo ha criticato le impostazioni che hanno voluto mantenere i governi europei verso i terroristi.
Prestare aiuto a questi gruppi terroristi, con il fine di “disfarsi di Assad, è risutata una cattiva idea perchè questi si sono ritorti contro le forze della Francia e dell’Occidente”, ha sottolineato.
Lamblin ha assicurato che l’Occidente dovrebbe unire i suoi sforzi con la Russia ed il presidente siriano Al-Assad visto che è lui che “governa e dirige questo paese”.

Da parte sua , Michel Voisin, anche lui deputato del Parlamento francese, ha condiviso l’opinione di Lamblin, circa le manovre antiterroriste russe in Siria. Ha messo in risalto che l’appoggio miltare di Mosca a Damasco “ha aiutato a ridurre le attività del Daesh nel Medio Oriente”.

I parlamentari francesi hanno ammesso che il Daesh continua con le sue attività terroriste nonostante le tecniche implementate dall’Occidente nella regione, “Tuttavia in Siria si sono ridotti definitivamente”, ha aggiunto Voisin.

Fonte: Telesur

Traduzione: J.Manuel De Silva

*

code

  1. Giorgio 1 settimana fa

    Non ho mai creduto che una nazione si esprimesse con un’unica voce e quest’articolo ne è una conferma.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. nessuno 1 settimana fa

    Salve,
    non facciamoci ingannare da dichiarazioni di obbligo, sono una facciata
    di opportunismo dovuto dal fatto che gli usa-nato stanno vergognosamente
    perdendo non solo materialmente ma anche moralmente questa confrontazione,
    la classe politica francese non è migliore di quella italiana o per es: belga.
    Perché non sento mai chiedere da questi politici la fine dell’embargo verso
    la Siria che sornionamente e nell’assordante silenzio dei media tv stà
    letteralmente facendo morire donne, bambini ed anziani o malati causa la
    mancanza di medicinali e di beni di prima necessità, scandaloso!
    Riempirsi la bocca di frasi fatte di circostanza e forse per alleggerire il loro
    senso di colpa morale, oppure il tentativo di incunearsi nel business della
    ricostruzione del Paese, con dichiarazioni di convenienza dettate dal corso
    degli eventi, non credo più nella sincerità della classe politica €uropea….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Walter 1 settimana fa

      Sono d’accordo con te, non investirei un centesimo nelle dichiarazioni di questi onorevoli. Alla fine, quello che conta sono i fatti e, come anche tu dici, non ho visto nessuna opposizione seria alla politica estera rapace e azzardata della Francia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace