"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Fonti occidentali affermano che soldati russi si trovano già sul terreno in Siria

Diversi media informano della presenza di truppe russe sul terreno di guerra in Siria, fornendo appoggio all’Esercito siriano di Bashar al-Assad.

Una delle fonti che afferma che soldati russi combattono assieme all’Esercito ed alle milizie governative siriane è stata rivelata di recente dal giornalista del Daily Beast ,Michael Weiss, il quale si è riferito anche ad informazioni credibili il Cremlino si sta preparando per inviare i piloti per attuare missioni di bombardamento contro l’ISIS assieme ai loro omologhi siriani.

Il video riporta presumibilmente i miliziani che parlano in russo combatendo contro gli insorti del gruppo conosciuto come “Esercito di Conquista” che include il Fronte Al-Nusra, collegato con Al-Qaeda. nel bastione del regime di Assad a Latakia.

Queste informazioni appaiono dopo alcuni giorni quando il media israeliano israelí Ynet aveva affermato che la Russia era sul punto di intervenire militarmente nella guerra in Siria, una affermazione che è stata poi nettamente smentita dal Cremlino.

Vedi video:

Tutte queste informazioni, smentite e contro smentite, fanno parte del nuovo fronte della guerra informativa tra la Russia e l’Occidente, adesso specialmente focalizzato sulla guerra in Siria.

Blindato russo

Nel frattempo, secondo le ultime informazioni, nella giornata di Sabato 4/09, alcuni aerei SU-34 e Su-27 (di fabbricazione russa) hanno effettuato bombardamenti sulle posizioni del gruppo terrorista Al Nusra nella zona di Idlib, nell’ovest della provincia di Idlib.

russian-syrian

Nelle foto sopra le foto riprese sul terreno di nuovi automezzi russi  arrivati sul terreno in Siria

Il giornale libanese Al Akhbar ha segnalato che le fonti che hanno passato queste informazioni sono affidabili al 100% ed hanno confermato questi attacchi e questo significherebbe che, quanto pubblicato da alcuni media israeliani alcuni giorni prima sulla nuova svolta nel conflitto in Siria, si sarebbe concretizzato come un fatto avvenuto. Questo include un maggior appoggio russo ed iraniano alla Siria e la partecipazione dei piloti russi nelle missioni di combattimento a fianco dell’Esercito siriano.

Negli ultimi mesi si erano moltiplicate le informazioni circa una decisione di Iran e Russia di rafforzare l’Esercito siriano con programmi di formazione e la consegna di nuove armi sofisticate per fare fronte ai gruppi terroristi.

Fonti:      Independent.co.uk                Al Manar

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

*

code

  1. Liaeo 1 anno fa

    Era questa la necessita’ della no fly zone al confine della Turchia dove avvengono scambi e rifornimenti per l’IS?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ares 1 anno fa

    L’unica strada percorribile dalla Russia e anche dall’Iran o presto specie la seconda si ritroverà gli USA & C. dentro casa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace